cerca in yoga.it:
home page hatha yoga raja yoga pranayama tantra alimentazione viaggi
lo yoga regale
la newsletter

per ricevere le novitÓ, gli eventi, per sapere cosa c'Ŕ di nuovo sul sito yoga.it ogni mese

e-mail:



la community

iscrivetevi al feed

Non sai cos'Ŕ un feed? guarda il video di spiegazione!

avete dubbi o richieste? vorreste che venisse affrontato un tema particolare?

non esitate a contattarci per esprimere il vostro parere:

scrivete a yoga.it


i forum di yoga.it

partecipa ai forum di yoga.it

entra

I simboli nei chakra

Il linguaggio dei simboli ├Ę un linguaggio nascosto, in contatto con il nostro livello pi├╣ profondo

I simboli nei chakra
03 dicembre 2004

Versione per la stampa

Glossario sanscrito

"L'uomo ├Ę qualcosa che pu├▓ essere superato" dice Nietzsche e questa necessit├á di evoluzione costituisce l'imperativo di tutto lo Yoga. Infatti l'individuo pur avendo un corpo da essere umano porta ancora in s├Ę le caratteristiche del mammifero, dell'animale da cui deriva.

Attraverso i simboli dei chakra ├Ę possibile percorrere la via dell'uomo, il sentiero di chi, pur trovandosi in estrema difficolt├á, vuole uscire dalla propria ignoranza e trovare il senso della vita.

Ogni chakra, attraverso le sue linee, i suoi colori, parla degli ostacoli da superare, dell'oscurità in cui viviamo, ma mostra anche la costante presenza divina, pronta a porgere aiuto lungo la difficile ascesa.

Come vedere tutto questo? cosa rappresentano i simboli? essi costituiscono materia di esperienza, perch├Ę pur non ricalcando la realt├á oggettiva svelano i significati pi├╣ profondi delle cose.

Si ritrovano nei racconti pi├╣ antichi, nelle parabole, nei miti, nelle fiabe. Il simbolo ├Ę silenzioso ma universale.

Platone li chiama idee (la radice vid ├Ę identica a quella del sanscrito, da cui Veda, che significa "vedere", "conoscere"), Yung li chiama archetipi; Dante afferma che un testo pu├▓ essere letto a differenti livelli, ma solo attraverso la dimensione simbolica ├Ę possibile svelarne il vero significato: il simbolo riassume in s├ę le caratteristiche essenziali di quel "qualcosa" che non ├Ę evidente sul piano dell'esperienza oggettiva.

Il linguaggio dei simboli ├Ę un linguaggio nascosto, in contatto con il nostro livello pi├╣ profondo. Se l'uomo fosse pronto vedrebbe il simbolo in ogni aspetto del creato.

Come ci si pone davanti a quella realtà che vogliamo conoscere in maniera sottile, superando le semplici apparenze?

In silenzio, percepiamo le forme con tutti i nostri sensi: guardiamo, osserviamo ed intanto sentiamo dilatare in noi un atteggiamento d'amore che si unisce ad uno stato di meraviglia, come quella del fanciullo che vede ogni cosa per la prima volta.

Allora tutto si espande e nello stesso tempo perde nitidezza: la materia non ha pi├╣ supporto razionale, ma intuitivo e si scopre nella sua natura astratta. Non pi├╣ aggregati di elementi, ma essenza sottile.

di MP

Segnala l'articolo

La pagina di segnalazione si aprirÓ in una nuova finestra del browser

Segnala su Upnews Posta su Segnalo Segnala su OKnotizie Segnala su diggita.it Segnala su Wikio Segnala su Stumbleupon Segnala su del.icio.us Segnala su Facebook Segnala su digg

Versione per la stampa

Articoli correlati:

Yoga e natura

Yoga nella vita quotidiana

Brahmasutra

I tre guna

Il silenzio

La Scienza del mantra

Vivere lo stato dell'Essere

Scegliere la consapevolezza

Ti Ŕ piaciuto l'articolo? Abbonati al nostro feed per ricevere gli articoli direttamente sul tuo computer.

Non sai cos'Ŕ un feed? guarda il video di spiegazione!

Bibliografia


l'archivio

Gli articoli correlati:

Yoga e natura

Yoga nella vita quotidiana

Brahmasutra

I tre guna

Il silenzio

La Scienza del mantra

Vivere lo stato dell'Essere

Scegliere la consapevolezza


l'archivio

Gli articoli pi¨ letti della sezione raja yoga:

Il sentiero del bhakti yoga

Cos'├Ę il Raja Yoga?

Yoga e natura

Cos'├Ę il mantra?

Chi ├Ę Pata├▒jali?

I simboli nei chakra

Tutti gli articoli della sezione raja yoga:

elenco articoli