L'insegnamento dell'Acqua

misticismo, esoterismo, riflessioni e temi vari
Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

L'insegnamento dell'Acqua

Messaggioda Paolo proietti » 23 febbraio 2012, 14:03

La mente vede ciò che sa o vuol vedere.
Mi sono sempre sorpreso del fatto che la maggior parte dei testi tecnici di Yoga e Tantra sia no scritti da uomini o da donne che riportano tecniche adatte al corpo maschile.
Se anatomia maschile e femminile sono diverse, logica vuole che i percorsi delle energie sottili, in ciò che si chiama alchimia interiore, siano anch'essi diversi.

Eppure sembra quasi che non vi siano, nello Hatha yoga, nel tantra, tecniche specifiche per le donne.

Sembra che non esistano lignaggi Femminili.
Naturalmente è falso.

Il buddismo tibetano, che a ben guardare non è dissimile dall'insegnamento tantrico indiano (i nomi delle divinità, le tecniche, le fonti di ispirazione sono le medesime), si basa su una serie di lignaggi femminili.

Uno dei più importanti maestri Tibetani, quello che ha unificato i culti del tibet, detto all'epoca MahaChina, mostrando la sostanziale identità di Yoga buddista, taoismo, sciamanesimo autoctono, è la "danzatrice del Cielo", Yeshe Tsogyal (Ye shes mts'o rGyal).
Yeshe significa "saggezza primordiale".
Tsogyal invece sta per "Regina dell'oceano".
L'oceano è la mente e saggezza primordiale sta ad indicare che la mente si trova nel suo stato naturale, lo stato in cui riposa in se stessa.
Il Sahaja.

Immagine

Il fondamento del tantrismo tibetano, il cuore dello Dzogchen, è il lignaggio go-kar-chang lo'i-de.
I praticanti hanno capelli lunghi e scompigliati e
gonne bianche (a ricordare forse la schiuma dell'oceano?) e tra di loro si trova la maggior parte dei gTerton, i maestri del Tantra interno.
I detentori del sapere tradizionale tantrico.
detti Ngakma e Ngakpa.
Credo che MA stia per Madre e PA per Padre.
é il lignaggio NGAK' PHANG, il lignaggio di Yeshe Tsogyal.

Gli insegnamenti tradizionali NGAK'PHANG sono di tre tipi o classi:
SUTRA, mDo;
TANTRA, rGyud;
MAHASANDHI, rDzogs-chen.

Ed indicano il rapporto tra maestro e discepolo.
Nella prima classe, mDo, Gli allievi maschi devono avere insegnanti maschi, le donne insegnanti donna.

Nella seconda classe le donne insegnano agli uomini e gli uomini alle donne.
Nella terza non si fa nessuna differenza.


Yeshe e Padmasambhava sono gli sposi mistici.
Secondo la leggenda, Buddha Shakyamuni aveva previsto la loro nascita e li avrebbe indicati come incarnazione del Vuoto Supremo e della compassione Suprema.

Un solo essere, Shiva ardhanari nel tantrismo indiano, scisso apparentemente in due corpi diversi,
a rappresentare il VUOTO e la FORMA.

Padmasambhava è la forma attiva della compassione.
Yeshe il vuoto della Saggezza primordiale.
La loro danza, il loro fare l'amore, è, come per Shiva e Shakti, la manifestazione stessa, il Divenire.

Un autentico maestro tantrico deve avere una compagna spirituale.
Anzi, il vero Maestro, secondo il lignaggio Niygma, è la coppia, Yeshe e Padmasambhava.
L'esperienza non duale in Tibet è collegata alla visione della Madre, di Yeshe, e le donne hanno più possibilità di realizzarsi degli uomini, anche se pare strano agli occidentali, perchè sono considerate più qualificate ad apprendere l'arte del Vuoto creativo.

Il lignaggio di Yeshe è ininterrotto.
Incarnazioni di Yeshe sono considerate Ma-GCIG Labdron, Jomo Menmo, Jomo Chhi'mèd Pema, e, Aro Lingma.


Immagine
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
adriana
vaisya
vaisya
Messaggi: 154
Iscritto il: 8 agosto 2005, 14:27
Località: buenos aires

citazione

Messaggioda adriana » 23 febbraio 2012, 20:33

Ciao Paolo, come sempre gradisco le tue rifflessioni.Scusa la mia ignoranza ti chiedo , le 21 TARE, centrano qualcosa in tutto questo??Un forte abbraccio!
l' odio non finisce con odio.solo si ferma con l'amore.buda

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: citazione

Messaggioda Paolo proietti » 23 febbraio 2012, 23:12

adriana ha scritto:Ciao Paolo, come sempre gradisco le tue rifflessioni.Scusa la mia ignoranza ti chiedo , le 21 TARE, centrano qualcosa in tutto questo??Un forte abbraccio!

Arya Tārā è l'energia creativa dell'universo, è la Sposa di Śivā.
La Dea Madre.
In sanscrito significa Stella, in Tibetano si chiama Dölma.

Rispetto alle altre divinità, Emanazioni o bodhisattva,
Tārā ha la caratteristica di incarnarsi spesso nelle donne del tibet, dell'India, della Cina.

La prima è Stata Yeshe Dawa.
Era discepola di un illuminato di altri cicli cosmici, e secondo alcuni di altri universi, Tonyo Dorge (mi pare).
I suoi confratelli le consigliarono di pregare per favorire la propria rinascita umana in forma maschile, così da accedere alla realizzazione suprema-
Ma Lei si rifiutò.
E dichiarò che sarebbe rinata millle e mille volte ancora in un corpo di donna.

Le 21 Tārā sono altrettante incarnazioni (ripetute nelle epoche) in forma umana.

Tārā Verde, è la cura dalle malattie e la protezione dai pericoli è associata ad Amogasiddhi ed è anche Syamatara, una principessa nepalese.
Tārā Bianca è Cintachakra, la ruota dei Desideri, ma è anche Sitatara, una principessa cinese del 600.
Tārā Rossa è la Sarvabuddha yogini
Tārā Nera è il potere, sia magico che empirico.
Tārā Gialla ha la medesima energia di lakshmi, ed è associata a ratnasambhava.
Tārā Blu è Ekajati Dea della trasmutazione, sia Alchemica che trasmutazione della rabbia (akshobia).
Tārā Cittamani è la Tara verde della Setta gelugpa.

Yab e Yum i due amanti sacri, sono Tara verde e Amogasiddhi


Le Tārā diventano ventuno perchè si riconosco Sette inchernazioni (forme ) di tara bianca, Nove di tara verde. due mi pare della tara rossa ed una ciascuna , credo, della tara nera, la tara gialla, la tara blu




Il mmantra principale di tara è

Om Tare Tuttare Ture Svaha

ma c'è anche Om hrim Strim Hung Peth.

è Om tare tuttare ture mama ayur punye Jnana Pushtim Kuruye Soha (tara bianca, mi pare)
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
adriana
vaisya
vaisya
Messaggi: 154
Iscritto il: 8 agosto 2005, 14:27
Località: buenos aires

Messaggioda adriana » 24 febbraio 2012, 1:24

Grazie infinite!chiarissima la tua spiegazione.credi che rapresentano sttati di budita femminili:?un abbraccio da bs as
l' odio non finisce con odio.solo si ferma con l'amore.buda

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 26 febbraio 2012, 22:00

adriana ha scritto:Grazie infinite!chiarissima la tua spiegazione.credi che rapresentano sttati di budita femminili:?un abbraccio da bs as


Mi hanno parlato di una donna occidentale che ha avuto, a quanto mi dicono, un istruzione in proposito.
Si chiama Tenzin Palmo.
Non ho letto il suo libro, solo alcuni stralci, ma credo che tratti il problema dei lignaggi femminili.
Spesso si finge che non vi siano, o si interpretano le scritture dal punto di vista maschile.



Un sorriso,
p.
Il Manzo non Esiste


Torna a “Riflessioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite