cerca nel sito yoga.it:
home page hatha yoga raja yoga pranayama tantra alimentazione viaggi
il forum di yoga.it
i forum di yoga.it
Ecco gli strumenti a tua disposizione:
cerca nel forum
elenco utenti

newsletter mensile
registrati
profilo
messaggi privati
login
leggi tutti i messaggi senza risposta
segna i forum come letti

la tua opinione
regole del forum
cerca nel forum
FAQ
come rispondere
legenda icone
graduatoria utenti
glossario sanscrito
codice basato su phpBB

nuovo argomento rispondi

piercing da togliere..

autore messaggio
cristiano
sudra
sudra


registrato: 07/06/07
messaggi: 16
località: San Remo

inviato: 12/06/07 12:55
oggetto:

rispondi citando messaggio privato
Si mi ha parlato anche lei della fisiologia sottile..
Comunque sia tu mi affermi che ongi foro non veniva fatto a caso e dietro ad esso c'era la conoscenza della fisiologia sottile...su quali basi??
Io ti posso affermare che,come ho già detto,seguo dei corsi regolarmente dove vengono fatte anche delle lezioni di antropologia...vado ad un meeting una volta l'anno da 5 anni e ti posso assicurare che,avendo ogni singolo foro la sua storia,i fori tradizionali che vengono eseguiti ai giorni nostri sono esattamente gli stessi che eseguivano gli antichi,ho studiato metodi e posizionamenti e ti posso dire che venivano fatti,come probabilmente hai sentito,per delle specifiche situazioni e per dei precisi riti di passaggio,ho visto molte documentazioni visive e ti assicuro che i "nadi" li predevano tutti eccome allora....
Al giono d'oggi,almeno nella nostra società,non ci sono riti specifici di passaggio ed il piercing,in una buona maggioranza dei casi viene fatto solo per un gusto estetico senza precisi motivi profondi ma tu pensi che,se veramente i piercing creerebbero danni in qualche modo non sarebbe riportato da nessuna parte?? Qualcuno non avrebbe tramandato determinate conoscenze?
Io ripeto,ho avuto modo di conversare con antropologi molto preparati,vedere foto video e documentazioni e alla fine NON c'è nulla che contraddica le mie parole.
Poi se hai delle documentazioni reali che possano darmi il modo di vedere che quelle che dici non sono solo parole ben venga.
Tengo a precisare che non sono qui a fare nessun dibattito con scopi negativi ma solo di far un pò di chiarezza su questo discorso.
Come ultima cosa dico che in tutte le informazioni che ho raccolto,e per MIE VIVISSIME esperienze personali,il piercing nella persona può portare solamente positività,non di certo il contrario Smile
A presto e buon lavoro
Cristiano
nefer
vaisya
vaisya


registrato: 20/10/06
messaggi: 154
località: Firenze

inviato: 22/06/07 18:56
oggetto:

rispondi citando messaggio privato
nella mia ignoranza posso solo riconfermare che "senza" mancavo di qualcosa..
di piu'..non so' Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes
cristiano
sudra
sudra


registrato: 07/06/07
messaggi: 16
località: San Remo

inviato: 23/06/07 10:57
oggetto:

rispondi citando messaggio privato
Si ti capisco perfettamente,
inoltre per tornare a ciò che mi aveva detto "DEVATA",proprio questa mattina sono andato a fare una visita dove studio Yoga da un insegnante di Qi Gong,naturopata,nonchè insegnante molto conosciuto di Yoga che vive a Parigi,per vedere il mio stato fisico e come ultima cosa gli ho parlato e chiesto parere proprio a questo proposito.
Lui al contrario di ciò che è stato detto qua dentro non crede assolutamente a questo fenomeno che deriva più a credenze cinesi,INOLTRE ha detto che ANCHE SE UN PIERCING EVENTUALMENTE LESIONASSE DEI NADI ESSI SI RIMARGINEREBBERO TORNANDO AL LORO STATO NATURALE SENZA PROBLEMI.
Quindi penso di esser stato d'aiuto qua dentro a sfatare questo piccolo "mito" a cui la gente crede senza nessun fondamento.
Grazie
devata
brahmana
brahmana


registrato: 25/01/06
messaggi: 818
località: Roma

inviato: 26/06/07 01:41
oggetto:

rispondi citando messaggio privato
ciao, scusa ma mi era sfuggita la discussione...
che vuoi che ti risponda?
Sinceramente non devo convincere nessuno ne tanto me te sui disequilibri conseguenti a buchi fisici in corrispondenza dei nadi...
ognuno fa come meglio crede....
_________________
"Sii umile come un filo d'erba e paziente e capace di sopportare come un albero"
cristiano
sudra
sudra


registrato: 07/06/07
messaggi: 16
località: San Remo

inviato: 26/06/07 12:39
oggetto:

rispondi citando messaggio privato
Nn mi aspetto nessun tipo di risposta perchè le ho già avute da più persone e dai fatti,non sono qui per fare battaglia cn qualcuno ma solo per far capire e CAPIRE IO STESSO la realtà.
Io che sono all'inizio cn lo yoga ho chiesto spiegazioni a chi ne sa più di me,mi sono informato e la conclusione è quella che ho già scritto.
Ho chiesto delle prove sulle quali verificare ciò che è stato detto all'inizio qui ma non ne ho avute.
Ho imparato soprattutto nel mio ambiente che,quando si afferma qualcosa,la si deve provare...specie se c'è qualcuno che non è d'accordo.Mi affermi di essere sicuro che una volta chi forava per riti di passaggio o che sapeva esattamente dov'erano i nadi e così nn è mi spiace.
L'ultima conferma dal maestro dalla quale mi sn fatto visitare è stata positiva nei miei confronti.
Bè penso di aver detto tutto,ma come dici te,"ognuno fa come meglio crede".
Ciao
devata
brahmana
brahmana


registrato: 25/01/06
messaggi: 818
località: Roma

inviato: 27/06/07 00:04
oggetto:

rispondi citando messaggio privato
Scusa Cristiano ma mi è sfuggita una cosa: in cosa consisterebbero queste "prove" che avvallano la tua ipotesi?
_________________
"Sii umile come un filo d'erba e paziente e capace di sopportare come un albero"
cristiano
sudra
sudra


registrato: 07/06/07
messaggi: 16
località: San Remo

inviato: 27/06/07 14:19
oggetto:

rispondi citando messaggio privato
Bè semplicemente l'informazione che ho riguardo l'antropologia del piercing..
Per molti dei fori tradizionali,le tecniche base derivano proprio dalle tecniche "fondatrici" e per quanto riguarda il posizionamento e molto più scrupoloso oggi che non a quei tempi.
Ogni singolo foro veniva fatto per un determinato rito di passaggio o scopo ben preciso,inoltre le popolazioni che utilizzavano appunto dei piercing non avevano nulla a che fare con i fondamenti della medicina cinese che invece afferma la tua teoria.
Per ultima cosa come ti ho già detto,oltre alla mia insegnante ho chiesto un parere ad un altro serio e valido professionista del vostro settore,bè la risposta l'hai già letta sopra.
Queste sono le prove che danno fondamento alle mie affermazioni.
Paolo proietti
brahmana
brahmana


registrato: 08/05/05
messaggi: 6043
località: Roma

inviato: 28/06/07 15:04
oggetto:

rispondi citando messaggio privato
ciao Cristiano.
non entro nel merito della questione piercing.
volevo esprimere una opinione, quindi opinabile, sul discorso di prove e conferme.
credo sarebbe opportuno, per favorire la ricerca e il dibattito, aggiungere, quando si fanno affermazioni del genere, nomi di autori, titoli di testi, se possibile edizione ed indirizzi web.
in maniera da dare a coloro che fossero interessati, l'opportunità di verificare personalmente certe affermazioni.
un abbraccio.
p.
_________________
Il Manzo non Esiste
cristiano
sudra
sudra


registrato: 07/06/07
messaggi: 16
località: San Remo

inviato: 29/06/07 10:46
oggetto:

rispondi citando messaggio privato
Si penso proprio tu abbia ragione,
io "purtroppo" ho solo del materiale cartaceo ricevuto ai meeting dove vengono riprodotte le lezioni fatte,molte di queste affermazioni che ho fatto derivano da dibattiti cn i vari antropologi,però appena ho 5 minuti cercod tutti gli opuscoli e vedo se posso trovare qualcosa da inserire nel web.
Grazie per il tuo consiglio e un abbraccio a tutti.
Sheena
vaisya
vaisya


registrato: 19/12/05
messaggi: 186
località: Torino

inviato: 08/07/07 22:09
oggetto: ombelico & prurito

rispondi citando messaggio privato
La mia domanda non riguarda i nè i piercing, nè lo yoga (credo), ma siccome riguarda la salute e l'ombelico ho pensato di inserirla qua ugualmente...

eccola: perchè a un indiviudo, diciamo sano, può capitare che talvolta pruda l'ombelico?

E' una curiosità che mi rimane insoddisfatta da parecchi anni, quando più spesso mi capitava di avvertire questo prurito, alle volte in maniera abbastanza intensa e accompagnato dalla formazione di certe crosticine che mi divertivo ad aggredire con l'acqua ossigenata (facevo male?!?!?!); andando un po' a naso posso affermare che il fenomeno si presentasse in seguito a qualche pasto non troppo salutare.
Qualche giorno fa mi è capitato di eccedere nell'assunzione di cibo e bevande alcoliche per alcuni pasti consecutivi, ricavandone un lieve inceppamento gastro-intestinale e la comparsa dell'ormai dimenticato prurito..

C'è qualche correlazione tra i due eventi o si tratta di una coincidenza?

Fatemi sapere!
Attendo con ansia la soluzione del mistero!

Grazie anticipatamente.

ciao

S.
_________________
eadem mutata resurgo

nuovo argomento rispondi
mostra:
pagina 3 di 3 pagina precedente  1, 2, 3