ma ntra c he v ibra n o

il significato, le tecniche
gaialivia
sudra
sudra
Messaggi: 28
Iscritto il: 21 febbraio 2013, 14:57
Località: Roma

ma ntra c he v ibra n o

Messaggioda gaialivia » 15 marzo 2013, 10:34

è v ero h o s c operto c h e m e n tre li p ra ti c o e s i ste una v i bra z io n e da ppertuutto s pe c ia l mente nella c a ssa tora c i ca a mè c a pita s o prattutto c o n la lettera a ed a ltre i n re a ltà è c o m e a vessi ta n ti s ru m e n ti d e n tro d i me c he d e v on o essere a ccor dati c o n la v o ce c he fà da m icro f o n o oppure basta a n da re a lle pro v e d i u n c on certo p ri m a c he c o m i n ci b uo n e vibrazioni o m gaia

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1947
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

Re: ma ntra c he v ibra n o

Messaggioda matasilogo » 15 marzo 2013, 10:58

gaialivia ha scritto:cari ho scoperto navigando sia internet che altro vechei mantra possono essere anche cantati esiste una versione interessante del mantra di thara o anche detto della utoguarigione scopritelo om shantigaia


Non c'è bisogno che usi questi giochetti per dire una cosa ovvia e anche carina

Tra l'alto incasinare una frase, dove nemmeno tu la riesci a leggere e scoprire che hai fatto degli errori, produce un primo impulso di rifiuto che richiede un impiego di energia e buona volontà, che allontana e questo non è Yoga.
Lascialo fare ai pubblicitari da schifo che mettono in piazza san Babila cartelloni da 12 metri con un neonato coperto di sangue.
Lo Yoga è mani tese
E dopo questa sfuriata bonaria sul metodo ho messo in atto un meccanismo molto semplice per decriptare il testo:un dito su can. e uno su >

Ed ora al concetto:

I mantra sono nati come cantati anzi originariamente il linguaggio era sempre cantato e in metropolitana a Milano, 20 anni fa, ho sentito una famiglia di una etnia indiana che parlava tra loro cantando.
Mi sono affrettato a chiedere loro: where are you from? Purtroppo mi hanno detto qualcosa che non ricordo e che comunque non era molto chiara.

I mantra dovrebbero essere sempre cantati
Anche la scrittura sanscrita ed ebraica ha le notazioni pe salire o scendere nella scala musicale.

Su Gaia mi trovi altamente concorde

Ritengo che la terra sia un organismo simbionte autoregolante altrimenti non saremmo quì e portare in primo piano è scientificamente provato come adeguato.

Ti ringrazio della segnalazione furbetto/a probabilmente furbetta.

Bastava copiare:

http://www.youtube.com/watch?v=J-PCoKQERDw
http://www.youtube.com/watch?v=3cl_Ztlb ... creen&NR=1 e altri

per rendere più collaborativa l'azione

Ricambio la segnalazione con questa che ritengo interessante:

http://www.keltoiradio.org/

Grazie e benvenuta perchè non ti avevo mai letta.
Leggi i Sutra di Patangiali Edizione tradotta da Taimni o Iyengar.
Nella Natura, nello Yoga, nella Scienza i percorsi si intrecciano e producono l'evoluzione.
Il cambiamento è vita. Meglio collaborare che confliggere.
OM

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

mantra che vibrano

Messaggioda pushan » 15 marzo 2013, 12:13

matasilogo ha scritto:
gaialivia ha scritto:cari ho scoperto navigando sia internet che altro vechei mantra possono essere anche cantati esiste una versione interessante del mantra di thara o anche detto della utoguarigione scopritelo om shantigaia


Non c'è bisogno che usi questi giochetti per dire una cosa ovvia e anche carina

Tra l'alto incasinare una frase, dove nemmeno tu la riesci a leggere e scoprire che hai fatto degli errori, produce un primo impulso di rifiuto che richiede un impiego di energia e buona volontà, che allontana e questo non è Yoga.
Lascialo fare ai pubblicitari da schifo che mettono in piazza san Babila cartelloni da 12 metri con un neonato coperto di sangue.
Lo Yoga è mani tese
E dopo questa sfuriata bonaria sul metodo ho messo in atto un meccanismo molto semplice per decriptare il testo:un dito su can. e uno su >

Ed ora al concetto:

I mantra sono nati come cantati anzi originariamente il linguaggio era sempre cantato e in metropolitana a Milano, 20 anni fa, ho sentito una famiglia di una etnia indiana che parlava tra loro cantando.
Mi sono affrettato a chiedere loro: where are you from? Purtroppo mi hanno detto qualcosa che non ricordo e che comunque non era molto chiara.

I mantra dovrebbero essere sempre cantati
Anche la scrittura sanscrita ed ebraica ha le notazioni pe salire o scendere nella scala musicale.

Su Gaia mi trovi altamente concorde

Ritengo che la terra sia un organismo simbionte autoregolante altrimenti non saremmo quì e portare in primo piano è scientificamente provato come adeguato.

Ti ringrazio della segnalazione furbetto/a probabilmente furbetta.

Bastava copiare:

http://www.youtube.com/watch?v=J-PCoKQERDw
http://www.youtube.com/watch?v=3cl_Ztlb ... creen&NR=1 e altri

per rendere più collaborativa l'azione

Ricambio la segnalazione con questa che ritengo interessante:

http://www.keltoiradio.org/

Grazie e benvenuta perchè non ti avevo mai letta.

Magari non fa giochetti, potrebbe avere dei problemi a gestire la tastiera...ti ricordi quanta fatica ai tempi in cui non riuscivi a postare le immagini. Ora sei un mago dei link, ma ancora non ti cimenti nei collegamenti ipertestuali, prova.

Matasilogo, di concetti è pieno il mondo, basta andare un po' sfruculiando nel web, fare una buona pesca e poi assemblarli secondo la nostra personale creatività e punto di vista.

Di "veri" esperti di mantra ce ne sono pochi, e dicono poco perchè è la pratica che conta, ognuno secondo le sue predisposizioni e capacità.
Come ogni pratica è da sperimentare e coltivare con pazienza e determinazione.

La sensibilità è dote preziosissima, soprattutto di questi tempi dove impera himsa e indifferenza egoistica che muove azioni interessate.
Tu stesso inviti saggiamente alla condivisione e non al conflitto o al far calare dall'alto gocce di sapienza.
Sempre utile come impegno.
La memoria a volte ci inganna, come l'apparenza.
Prova a rileggere, se vuoi qui.

Tornando ai mantra... sempre cantati non corcordo, al massimo direi che i mantra dovrebbero essere sempre cadenzati.
La cadenza corretta è quella vedica (per i mantra di tradizione vedica-induista) monotona, ma perfetta nella sua ciclicità tonale che "marca" i passaggi di stato nel mantra.
L'invocazione avrà una musicalità e sonorità diversa di altri passaggi interni al mantra.
Poi certo i mantra vengono manipolati in ogni dove, vanno di moda quelli rokkettati, piacevoli in particolari momenti.
D'altra parte sono strumenti per calmare la mente e condurla all'interiorizzazione e alla concentrazione.

Forse non si ricorda che il Mantra yoga è considerato il primo yoga...piuttosto interessante.

Secondo il Varahopanishad, anticamente c'erano due vie di Yoga, ispirate da due antichi veggenti: Suka e Vamadeva, rispettivamente padrini della via immediata e di quella graduale.

Il divino sentiero di Suka è noto come il sentiero dell'uccello, ossia il sentiero immediato, quello di Vamadeva come quello della formica, ossia il sentiero graduale.

Il sadhaka che giungeva alla liberazione seguendo le osservanze e praticando le astinenze prescritte, meditando e realizzando le grandi constatazioni vediche (Mahavakya) riguardanti la verità suprema, percorreva la via di Suka ed attraverso lo asamprajnata samadhi, realizzava Mukti (liberazione>) istantanea e si trovava sadyomukta.

La via del Rishi Vamaveda era di Krama Mukti ed era la tradizione dalla quale sono evoluti lo Hatha yoga, il Laya yoga e i suoi affini, tra cui il bhakti yoga (ma non il tipo di bhakti di cui alla B. Ghita), lo Shakti yoga, lo Yantra yoga, nonchè la parte più "tecnica" del Mantra yoga.

Essendo lo yoga essenzialmente un'autodisciplina trasformatrice che non si impara a praticare solo parlandone o con stage iperconcentrati, nè si insegna dopo qualche corso di perfezionamento, è importante, secondo me, accostare i mantra come un albero dai molti rami, sapendo che il tronco è il Pranava, la om, da cui salgono i grandi rami delle sillabe seme che danno origine ai grandi mantra dedicati ai Principi: Shiva, Narayana, Ganesha, Lakshmi, Kali...
Poi ci sarà chi accosterà l'albero come un pitone, o come un uccellino, o come una scimmia che salta....

Cadenza vedica se qualcuno eventualmente vuole esercitarsi a mantenerla con i mantra che usa/canta.

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1947
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

|

Messaggioda matasilogo » 15 marzo 2013, 15:36

pushan ha scritto:
matasilogo ha scritto:
gaialivia ha scritto:Come ogni pratica è da sperimentare e coltivare con pazienza e determinazione.

Tornando ai mantra... sempre cantati non corcordo, al massimo direi che i mantra dovrebbero essere sempre cadenzati.
La cadenza corretta è quella vedica (per i mantra di tradizione vedica-induista) monotona, se qualcuno eventualmente vuole esercitarsi a mantenerla con i mantra che usa/canta.


Sono un ribelle e la tradizione mi interessa come spunto (difatti incenso Patangiali), da ex-ricercatore e realizzatore di prototipi ma se voglio far funzionare il mio prototipo devo usre il massimo degli strumenti attuali che riesco a reperire.
Lo stesso se voglio ottenere dei risultati nell'insegnamento
Con questo metodo ho realiazzato cose gigantesche e piccoline
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine e non ricordo quanto altro
Ritengo che insegnare non sia diverso
La mia scoperta di venti anni fa è che gli ultimi tre gradinidell'Asthanga Yoga non siano metafisica o da studiare con la neurologia.
Ma siano pratiche comuni nel
modo di operare di chi si occupa di scienza o tecnologici
per questo ritengo assurdo qualcuno che scrive quì sia antiscientifico
Ma voglio ritornare ai mantra cantati o meno
Ho fatto ricerche sui vari periodi storici della chiesa che ha praticato sicuramente i canti nei primi secoli come gli Ebrei con i salmi (stupendi musicalmente e cantati all'Umanitaria a Milano negli anni 90.
Poi li ha soppressi perchè la gioia ed il piacere è peccato poi ripristini in vari modi. Gregoriano ecc.
Ho sempre avuto la gioia di cantare, ma negli 80 ho fatto parte come basso-basso di un coro polifonico di 80 persone ed ho cantato in quasi tutti i teatri e chiese di Milano con piacere quasi orgasmico che mi è mancato quando il maestro è andato in depressione
Allora ho capito che il canto è anche respirazione e pranaiama.
Poi recentemente ho cantato da solista canti medioevali

Può andare tutto, ma la sonorità di alcuni mantra ha degli effetti esaltanti e in palestra ne ho la prova quotidianamente
Gli ochhi diventano garndi

Viva la gioia
Mi esalto solo a ricordarlo

Non servono le droghe

Noi abbiamo dentro cento droghe

Basta suscitarle dal profondo dell'amigdala.
alcuni mantra sono pagliacciate, altri sono miagolanti,
altri sono per andare fuori di testa, me pochi fanno gli effetti voluti
Sl mercato bisogna saper scegliere
Faccio un tentativo ma una volta l'avevo studiato meglio
\_//--/====/////---__\_//--/====/////---__
OOMNAMAHHSCHIVAAIAOMNAMAHHSCHIVAAIA
Leggi i Sutra di Patangiali Edizione tradotta da Taimni o Iyengar.
Nella Natura, nello Yoga, nella Scienza i percorsi si intrecciano e producono l'evoluzione.
Il cambiamento è vita. Meglio collaborare che confliggere.
OM

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1947
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

Re: mantra che vibrano

Messaggioda matasilogo » 15 marzo 2013, 20:23

pushan ha scritto:
matasilogo ha scritto:
gaialivia ha scritto:cari ho scoperto navigando sia internet che altro vechei mantra possono essere anche cantati esiste una versione interessante


Riprendo sui tantra perche è un arcomento interessante,
ma non è tutto oro quello che brilla (o che suona )

Bisogna riconoscere i mantra per liberare e quelli invece che sono fatti per condizionare
leggere qualcosa su musicologia ed avere capacità critica.

OM
Leggi i Sutra di Patangiali Edizione tradotta da Taimni o Iyengar.
Nella Natura, nello Yoga, nella Scienza i percorsi si intrecciano e producono l'evoluzione.
Il cambiamento è vita. Meglio collaborare che confliggere.
OM

gaialivia
sudra
sudra
Messaggi: 28
Iscritto il: 21 febbraio 2013, 14:57
Località: Roma

disabilità yoga mantra

Messaggioda gaialivia » 20 marzo 2013, 10:03

cari grazie concordo con le vostre risposte la cosa positiva nellavita è trovare la positività e la gioia e lo stupore in tutto ciò c he facciamo cercando s empre d i essere aperti e disponibili v erso il mondo om shanti gaia

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Messaggioda ckstars » 20 marzo 2013, 12:08

Scriveva Gaia nella sua presentazione in "esperienza Yoga e disabilita'"

"ciao
mi chiamo Gaia, sono allieva di Paolo, e pratico yoga da diversi anni.
sono disabile e nonostante ciò da quando pratico yoga ho riscoperto il contatto importantissimo con un elemento fondamentale per me che è la terra, che per me rappresenta le mie radici più profonde, scoprendo così una nuova dimensione del benessere psico fisico.
in questo spazio spero di poter trovare un confronto reciprocamente utile con esperienze analoghe alla mia."

Colgo l' occasione per un abbraccio, Gaia. Cks


Torna a “Mantra”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron