I più grandi yogi in vita

lo yoga regale o yoga della mente, Patanjali
Avatar utente
dattatreya
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 350
Iscritto il: 23 febbraio 2010, 9:46
Contatta:

Messaggioda dattatreya » 3 settembre 2010, 18:26

OK, te lo ricordo in seguito. Se ci sono problemi per i Calavieri del sole, non ti preoccupare; non cerco qualcuno che si nasconde, perché se è cosi, c'è qualcosa da nascondere. E li perdo interesse.
Comincio a leggere i siti che mi hai segnalato. Nel caso dovessi avere dei dubbi, ti chiedo.
Buona vacanza.

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 3 settembre 2010, 19:20

dattatreya ha scritto:OK, te lo ricordo in seguito. Se ci sono problemi per i Calavieri del sole, non ti preoccupare; non cerco qualcuno che si nasconde, perché se è cosi, c'è qualcosa da nascondere. E li perdo interesse.
Comincio a leggere i siti che mi hai segnalato. Nel caso dovessi avere dei dubbi, ti chiedo.
Buona vacanza.
no, ci mancherebbe che qualcuno si nascondesse...è una questione di riservatezza e di tutela delle persone.
Tu hai parlato di "grandi" yogi, alcuni si sono ritirati da tempo conducendo una vita semplicissima e umile, vivendo solo dei prodotti da loro stessi coltivati e di artigianato e arte.
Magari offrendo di tanto in tanto occasioni di contatto con la semplicità della natura e della comunità ad altri ricercatori che vivono maggiormente immersi nel mondo materiale e che il caso ha messo sulla loro strada.
ma per ora dimentica i Cavalieri del Sole, va bene così, stai per partire per l'India
Om Namo Ganapati deva!
Om Gan Ganapatye Namo Namah!

Avatar utente
dattatreya
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 350
Iscritto il: 23 febbraio 2010, 9:46
Contatta:

Messaggioda dattatreya » 4 settembre 2010, 10:47

OK, anche se mi interessa un gruppo di sadhaka che vive dei propri prodotti, in mezzo alla natura.

Avatar utente
HamsaDana
vaisya
vaisya
Messaggi: 74
Iscritto il: 22 luglio 2011, 10:48
Località: Milano

Messaggioda HamsaDana » 22 luglio 2011, 11:00

Immagine

UNO DEI PIù GRANDI YOGI in VITA è YOGIRAJ SATGURUNATH SIDDHANATH. Nato il 10 Maggio 1944 (lo stesso giorno di Sri Yukteswar Guru di Yogananda) a Gwalior in INDIA.
Discende dall'antica famiglia di Ikshavaku Rama della Dinastia Solare. Benché appartenesse ad una famiglia reale, circondato da tutti i comfort della vita di palazzo, si incarnò come siddha, entrando in stati spontanei di samadhi già all'età di tre anni. Spiritualmente realizzato in giovanissima età, abbandonò la vita regale dopo aver completato i suoi doveri di studente, rispondendo così alla chiamata come yogi.
Mentre da adolescente viaggiava nell'Himalaya, fu benedetto ed iniziato dai superuomini spirituali delle grotte himalayane. La sua trasformazione divina culminò con la profonda e personale esperienza del supremo yogi-Cristo noto come il Mahavatar (Supremo Spirito Incarnato) Shiva-Goraksha-Babaji (lo stesso menzionato da Paramahansa Yogananda nella sua "Autobiografia di uno Yogi"). Con le sue benedizioni, fu incaricato di diffondere gli insegnamenti per la "Pace in Terra attraverso la Pace Interiore" e favorire l'evoluzione spirituale della Coscienza attraverso la scienza divina della meditazione Kriya Yoga Kundalini.

Verrà in Italia a Novembre! se vi interessa Contattatemi.. io lo seguo da due Anni e vi assicuro che è un VERO MAESTRO PIENAMENTE REALIZZATO!
Ultima modifica di HamsaDana il 22 luglio 2011, 11:14, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
HamsaDana
vaisya
vaisya
Messaggi: 74
Iscritto il: 22 luglio 2011, 10:48
Località: Milano

Messaggioda HamsaDana » 22 luglio 2011, 11:01

Direttamente Iniziato al kriya da Babaji. Quando si partecipa ai suoi Satsangh oltre ovviamente a dare l'iniziazione al Kriya Yoga lui trasmette la sua consapevolezza: Pranapath (respira dentro il tuo respiro), Shaktipath (ti sveglia la Kundalini, e la senti proprio che ti parte dal basso e ti si infuoca la schiena) e Shivapath (trasmissione dello stato costante di Samadhi in cui lui è costantemente immerso).

Sono tutte esperienze che ho vissuto. Sono andato Con il Piede di Guerra quando l'ho incontrato. Volevo metterlo alla Prova volevo vedere se era VERAMENTE un MAESTRO REALIZZATO ebbene mi ha mostrato chi è e cos'è. Ho Visto Yukteswar, Moria, San Pietro, Zeus... E' la saggezza universale che si incarna di periodo in periodo per sollecitare le nostre coscienze! Come Gesù era un'incarnazione d'amore che poi si è incarnata in Yogananda, Lui è un'incarnazione di Saggezza.

Chiunque voglia incontrarlo, prima di dargli credito mettetelo alla prova se lo fate apertamente lui vi darà quell'esperienza che cercate. Ho visto l'universo nei suoi occhi...

Avatar utente
HamsaDana
vaisya
vaisya
Messaggi: 74
Iscritto il: 22 luglio 2011, 10:48
Località: Milano

Messaggioda HamsaDana » 23 luglio 2011, 9:20

Comunque un ragazzo gli ha chiesto come riconoscere un vero ma estro da un falso maestro. Lui gli Risponde: Chiedigli di darti DIo e di dartelo Subito, se non lo fà non è un vero maestro. IO CON LUI l'HO FATTO... e se ora lo seguo potete immaginare cosa ha fatto lui...

Qui c'è il video in cui lui spiega questa cosa:

http://www.youtube.com/watch?v=oNDROPG6v7s

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 23 luglio 2011, 10:46

HamsaDana ha scritto:Comunque un ragazzo gli ha chiesto come riconoscere un vero ma estro da un falso maestro. Lui gli Risponde: Chiedigli di darti DIo e di dartelo Subito, se non lo fà non è un vero maestro. IO CON LUI l'HO FATTO... e se ora lo seguo potete immaginare cosa ha fatto lui...

Qui c'è il video in cui lui spiega questa cosa:

http://www.youtube.com/watch?v=oNDROPG6v7s

dunque Hamsadana, hai un grande e nobile desiderio, di condividere con noi questa Grazia che hai ricevuto.
Personalmente non chiederei mai a nessuno di darmi Dio, anche perchè, mi hanno insegnato, gli umili istruttori che mi hanno accompagnato, che Dio non è un oggetto della conoscenza.
Non si scambia, non si vende, non si chiude in cassaforte, non si muove, seppure mai immobile, non si trova e non si perde.
E', uno stato di coscienza. E'.
Si effonde per radianza, sono d'accordo con te, risplende negli occhi e nel carattere delle persone, nelle loro opere e testimonianze.
Alcuni esseri hanno così tanta bellezza da abbacinare, anche qui sono d'accordo con te.
Ma l'amore è cieco, quello umano, e a volte urla le serenate all'Amato.
E poi occorre incontrarla quella radianza, meglio per caso, o seguendo i propri percorsi, invece che quelli degli altri.
Ti auguro di incontrare tanti fratelli e sorelle per proseguire questo cammino d'amore con il tuo Guru e in buona compagnia.
Ti consiglio però di non spingere così l'accelleratore, il viaggio è lungo, non si bruciano le tappe, di solito.
shanti
pushan

Avatar utente
Tomoe
vaisya
vaisya
Messaggi: 188
Iscritto il: 12 giugno 2011, 11:29

Messaggioda Tomoe » 23 luglio 2011, 11:08

...E DOPO aver incontrato l'illuminazione folgorante sulla via di Damasco? :)
InshAllah !

Avatar utente
HamsaDana
vaisya
vaisya
Messaggi: 74
Iscritto il: 22 luglio 2011, 10:48
Località: Milano

Messaggioda HamsaDana » 23 luglio 2011, 20:11

pushan ha scritto:
HamsaDana ha scritto:Comunque un ragazzo gli ha chiesto come riconoscere un vero ma estro da un falso maestro. Lui gli Risponde: Chiedigli di darti DIo e di dartelo Subito, se non lo fà non è un vero maestro. IO CON LUI l'HO FATTO... e se ora lo seguo potete immaginare cosa ha fatto lui...

Qui c'è il video in cui lui spiega questa cosa:

http://www.youtube.com/watch?v=oNDROPG6v7s

dunque Hamsadana, hai un grande e nobile desiderio, di condividere con noi questa Grazia che hai ricevuto.
Personalmente non chiederei mai a nessuno di darmi Dio, anche perchè, mi hanno insegnato, gli umili istruttori che mi hanno accompagnato, che Dio non è un oggetto della conoscenza.
Non si scambia, non si vende, non si chiude in cassaforte, non si muove, seppure mai immobile, non si trova e non si perde.
E', uno stato di coscienza. E'.
Si effonde per radianza, sono d'accordo con te, risplende negli occhi e nel carattere delle persone, nelle loro opere e testimonianze.
Alcuni esseri hanno così tanta bellezza da abbacinare, anche qui sono d'accordo con te.
Ma l'amore è cieco, quello umano, e a volte urla le serenate all'Amato.
E poi occorre incontrarla quella radianza, meglio per caso, o seguendo i propri percorsi, invece che quelli degli altri.
Ti auguro di incontrare tanti fratelli e sorelle per proseguire questo cammino d'amore con il tuo Guru e in buona compagnia.
Ti consiglio però di non spingere così l'accelleratore, il viaggio è lungo, non si bruciano le tappe, di solito.
shanti
pushan


Mh, Ok... Io sono convito che Ognuno abbia le proprie tappe da Bruciare....

Il discorso che fai su DIO è bello ma Yogananda insegnava che Bisogna essere capricciosi con DIO e bisogna chiamarlo in continuazione e chiedergli costantemente di farsi presente, affinchè la sua potenza possa liberarci dalla nostra cecità e dalla nostra sordità...

Ti invito a Guardare Questo Video in merito a DIO: fallo senza Giudizio aperto e poi trai le tue conclusioni:

http://www.youtube.com/watch?v=6QDVuPm7Z1s

VORREI DAVVERO SAPERE COSA NE PENSI.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 23 luglio 2011, 20:43

Chiedigli di darti DIo e di dartelo Subito, se non lo fà non è un vero maestro. IO CON LUI l'HO FATTO... e se ora lo seguo potete immaginare cosa ha fatto lui...

Interessante questa cosa.
Puoi spiegarla meglio?
Dio è un qualcosa che si dà?

un sorriso,
r.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
HamsaDana
vaisya
vaisya
Messaggi: 74
Iscritto il: 22 luglio 2011, 10:48
Località: Milano

Messaggioda HamsaDana » 24 luglio 2011, 0:07

Paolo proietti ha scritto:
Interessante questa cosa.
Puoi spiegarla meglio?
Dio è un qualcosa che si dà?

un sorriso,
r.


Dio non è una cosa che si Dà... DIO è Un'esperienza che si Riceve e in presenza di Gurunath è una ricezione costante della sua essenza e del suo stato di Samadhi in cui è costantemente Immerso.

Questo è quello che Penso a Riguardo.

Ma non è in queste parole che troverai la risposta o l'esperienza. Ti invito, se ne sentirai il richiamo, a sperimentare l'esperienza di GURUNATH.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 24 luglio 2011, 0:57

HamsaDana ha scritto:
Paolo proietti ha scritto:
Interessante questa cosa.
Puoi spiegarla meglio?
Dio è un qualcosa che si dà?

un sorriso,
r.


Dio non è una cosa che si Dà... DIO è Un'esperienza che si Riceve e in presenza di Gurunath è una ricezione costante della sua essenza e del suo stato di Samadhi in cui è costantemente Immerso.

Questo è quello che Penso a Riguardo.

Ma non è in queste parole che troverai la risposta o l'esperienza. Ti invito, se ne sentirai il richiamo, a sperimentare l'esperienza di GURUNATH.


perché pensi che un nath abbia bisogno di qualcuno che faccia pubblicità per lui?
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
HamsaDana
vaisya
vaisya
Messaggi: 74
Iscritto il: 22 luglio 2011, 10:48
Località: Milano

Messaggioda HamsaDana » 24 luglio 2011, 1:07

Io so quello che faccio... Lui oltre ad essere un Nath è anche un Siddha, e difatto non ha necessità di nulla...

So che lui sta portando il suo messaggio mi ha fatto suo Sevak e da bravo servitore della sua missione diffondo il suo messaggio perchè è questo il compito che PERSONALMENTE mi ha affidato... diffondere le informazioni su di lui ma sopratutto sul Kriya Yoga. io faccio questo con rispetto per tutto e tutti e qualsiasi altra via presente su questa terra ma so, che comunque, tra 100 lettori di questo topic sicuramente a 10 queste parole risuoneranno nel profondo e il mio piccolissimo gesto avrà avuto un Senso.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 24 luglio 2011, 8:55

HamsaDana ha scritto:Io so quello che faccio... Lui oltre ad essere un Nath è anche un Siddha, e difatto non ha necessità di nulla...

So che lui sta portando il suo messaggio mi ha fatto suo Sevak e da bravo servitore della sua missione diffondo il suo messaggio perchè è questo il compito che PERSONALMENTE mi ha affidato... diffondere le informazioni su di lui ma sopratutto sul Kriya Yoga. io faccio questo con rispetto per tutto e tutti e qualsiasi altra via presente su questa terra ma so, che comunque, tra 100 lettori di questo topic sicuramente a 10 queste parole risuoneranno nel profondo e il mio piccolissimo gesto avrà avuto un Senso.

Non lo metto in dubbio.
Spero che il tuo agire abbia dei risvolti il più positivi possibili.
Non metto neppure in dubbio che "Lui" come lo definisci tu, sia un maestro.
Se poi dici che ti ha autorizzato personalmente a diffondere le informazioni non posso che apprezzare molto i tuoi sforzi.

Volevo solo, così per essere sicuri di comprenderci, cercare di usare il più possibile un linguaggio comune ed essere sicuro che ciò che tu dici, i termini in sanscrito che usi, abbia (abbiano) il medesimo significato.

Capita spesso che si creda di intenderci perché si usano le medesime parole.
Poi, magari dopo anni, si scopre che il significato che ad esse attribuivamo era diverso.

Per questo motivo mi farebbe piacere approfondire certi termini da te usati per essere sicuro che intendiamo le medesime cose.

quando ad esempio scrivi : Lui oltre ad essere un Nath è anche un Siddha, ti riferisci al lignaggio di gorakanath, mi pare.

Go vuol dire vacca. Ka vuol dire che fa, fare, agire.
Gorakanath si potrebbe, volendo, tradurre con il nath mandriano o il nath cow boy.
Cosa che per gli indiani di qualche secolo fa, credo, significava sia che in origine faceva quel mestiere (il cow boy) sia che proveniva da un territorio preciso (tra l'india settentrionale e il Nepal mi pare).

Nath indica l'appartenenza ad una linea di insegnamento precisa che è quella dei kan phat (credo) o orecchie tagliate.

Quando si parla di hatha yoga , ad esempio, si fa riferimento ad un di Gorakanath intitolato appunto Hatha yoga.
Il libro è andato perduto (all'epoca si scriveva su foglie di palma....) ma molti capitoli pare siano stati riportati in un altro testo, di cui molto si è parlato sia su questo forum che su altri: lo hatha yoga pradipika.

Che comincia appunto così:
Sia Gloria al santo Adinath che insegnò la scienza dello hatha yoga: essa risplende come una scala per colui che desidera salire sulla sommità del Raja Yoga"

Adinath , che è questo signore qui:

Immagine
significa "il primo dei nath" se non sbaglio, così come adishankaracharya significa il primo degli shankaracharya.

Nel versetto dell'hathayogapradipika citato si dice che lo hatha yoga è una scala per colui che desidera salire sulla sommità del raja yoga.

Credo che dovremmo intenderci sul significato dei termini hatha yoga , raja yoga, nath e siddha, se vogliamo stabilire un linguaggio comune.

Per me siddha ad esempio è colui che ha condotto a termine una sadhana ed ha ottenuto una o più siddhi.
Siddhi viene inteso come potere psichico, anche se il suo significato proprio sarebbe perfezione.

I nath lavorano sullo yoga delle energie, ovvero sulle tre kundalini (fuoco, sole, luna).
Il loro lavoro, se si intende tantra come tano trayate (dove tano o tanu significa corpo) , si può definire tantra.
Se è hatha yoga si basa su un percorso dall'interno all'esterno che solitamente se non sbaglio, è detto shakthi path.

Comunque sia un maestro nath, a quanto ne so, è decisamente un siddha , nel senso che essendo un lignaggio che si basa sul lavoro delle energie (shatchakrabheda) si suppone che ci siano degli effetti percepibili anche nel l mondo grossolano, nello spazio esterno o maha akasha.

Quello che mi lascia un pochino, scusa se te lo dico e vorrei che non la prendessi come una critica, nella tua esposizione, è una certa freddezza, una apparente mancanza di partecipazione.

per esempio, tu scrivi:

Direttamente Iniziato al kriya da Babaji. Quando si partecipa ai suoi Satsangh oltre ovviamente a dare l'iniziazione al Kriya Yoga lui trasmette la sua consapevolezza: Pranapath (respira dentro il tuo respiro), Shaktipath (ti sveglia la Kundalini, e la senti proprio che ti parte dal basso e ti si infuoca la schiena) e Shivapath (trasmissione dello stato costante di Samadhi in cui lui è costantemente immerso).

Sono tutte esperienze che ho vissuto. Sono andato Con il Piede di Guerra quando l'ho incontrato. Volevo metterlo alla Prova volevo vedere se era VERAMENTE un MAESTRO REALIZZATO ebbene mi ha mostrato chi è e cos'è. Ho Visto Yukteswar, Moria, San Pietro, Zeus...


il risveglio di kundalini, come tu lo definisci, si accompagna quasi sempre (sempre, forse) ad una serie di fenomeni fisici.
non è detto che avvengano tutti con la medesima intensità in tutti, ma sono, mi pare, abbastanza evidenti.

Si parla del serpente, ad esempio, mica in senso metaforico.....
la percezione dell'energia che sale è una cosa , la salita della kundalini è un'altra.

Tutti coloro che lavorano sulla sensibilizzazione del corpo avvertono l'energia che sale.
Si diventa sensibili alla funzione afferente del sistema nervoso e si avverto gli impulsi che dal basso giungono al
cervello tramite i nervi spinali .

Non voglio assolutamente mettere in dubbio il fatto che tu abbia risvegliato kundalini, ma mi pare che la descrizione di un fenomeno simile, che in alcune scuole è definita realizzazione, potrebbe essere, in un'ottica di servizio al tuo maestro, un tantino più accurata.

Nei corsi di chi kung la percezione dell'energia che sale si avverte dopo tre o quattro lezioni.

E' considerato un fenomeno normale.

Cosa diversa, è, ad esempio, l'insorgere di shambavi mudra, l'esplosione di una specie di uovo blu sopra ad ajna chakra e la discesa nella gola di un liquido simile allo sperma attraverso il cakra a dodici petali detto talu cakra, posto all'altezza del palato.

Quello è, credo, un fenomeno particolare, non comune, che si accompagna a tutta una serie di sintomi altrettanto particolari.

Credo che se si parla di nath e di siddha certi fenomeni dovrebbe essere conosciuti bene, ma posso sempre sbagliarmi.

un'altra cosa interessante è ciò che dici riguardo alla visione di "Yukteswar, Moria, San Pietro, Zeus...".

Vedi nel raja yoga (termini che io lego a patanjali ed allo yoga darshana) si descrive la visione degli esseri di luce.

Concentrando l'attenzione (ekagrata) su un particolare punto del cranio (sopra manas chakra e buddhi cakra) chi ha esperito il samadhi savikalpa, si dice abbia la visione del proprio lignaggio.

Si dice che compaiano il maestro , il maestro del maestro, il maestro del maestro del maestro....uno sopra l'altro.
è la visione (credo si dica così) del guruparampara.

da un nath ci si aspetterebbe la visione del pesce (matsyendranath) di gorakanath , jalandranath....mi sorprende che tu asbbia visto insieme zeus e sanpietro.

ovvio che la tradizione è unica ma mi farebbe piacere che tu descrivessi i particolari della visione.
Zeus come ti appariva?

un sorriso,
r.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
HamsaDana
vaisya
vaisya
Messaggi: 74
Iscritto il: 22 luglio 2011, 10:48
Località: Milano

Messaggioda HamsaDana » 24 luglio 2011, 10:20

Carissimo... Hai scritto un Topic molto lungo e con molta pazienza l'ho letto tuttto. Lui Si chiama GURUNATH non GORAKANATH. Fa parte del Lignaggio dei Nath Yogi. Qui c'è un video in cui parla di BABAJI chiamato anche BABAJI GORAKSHANATH:
http://www.youtube.com/watch?v=6RzLD1eJaEA

Se vuoi delle informazioni dettagliate sui Nath e sul suo lignaggio lui gli dedica un intero capitolo nel suo libro: WINGS TO FREEDOM (c'è anche in italiano)

Per quello che riguarda le miesperienze con lui è impossibile descrivertele. Se vuoi approfondirle puoi farlo solo vivendotele.


Torna a “Raja-yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti