terzo occhio

chakra, nadi, kundalini ed esperienze del corpo energetico
Lakshmi
brahmana
brahmana
Messaggi: 662
Iscritto il: 22 agosto 2007, 12:47

Messaggioda Lakshmi » 10 gennaio 2008, 8:50

gb ha scritto:Anzitutto auguri a tutti per l'anno nuovo!

boh?!? e che ne so io, mica sono un fisico.....
infatti vi ho chiesto di legere il libro sul forum per poter avere un confronto e capirne un pò di più.
Il tizio cita esperimenti ad esempio in cui due orologi atomici erano messi uno al 1 e uno al 22esimo piano di un palazzo, e hanno potuto verfificare (in termini mi sembra di microsecondi) una differenza dovuta alla posizione / distanza dal centro di gravità gravità diversa..... ci sono concetti un pò troppo ostici per me, mi sembra di capirli lì per lì a livello intuitivo ma quando tento di ri-spiegarli mi arrotolo :shock:

Almeno a livello di percezione del tempo con le due pratiche diverse che ho citato la cosa in effetti cambia, e un tormentone del marketing è pur sempre "perception is reality"....


Parla probabilmente degli ultimi orologi atomici: sono i piu' attuali e precisi (che io sappia)fino ad ora costruiti.
Perdono 1 secondo ogni 15 milioni di anni :P
Si basano sulla meccanica quantistica.
Il tempo e' misurato sulla velocita' della luce.
Questi orologi misurano il tempo attraverso un meccanismo di elettroni che saltano da un livello all'altro, producendo radiazioni elettromagnetiche. Senza andare nel particolare, gli elettroni vengono imprigionati in un campo magnetico e sottoposti alla gravita’, e per questa passano da un livello all’altro. Piu’ il passaggio da uno stato all’altro e’ lento, piu’ e’ precisa la misurazione del tempo.
Le radiazioni elettromagnetiche generate sono quelle che vengono usate nei sistemi GPS (27 satelliti con 3 orologi atomici ognuno) che possono misurare quasi al metro esattamente dove si e’ in un determinato momento, con i telefoni ad esempio, misurando la velocita’ del tempo che impiegano le onde dall’orologio fino al telefonino (od altro apparecchio con GPS) e la loro altezza.
Quindi il tempo e’ standard, nel senso che esiste un metodo standard per misurarlo, ed allo stesso tempo e’ relativo, perche’ il tempo cambia a seconda della variante gravita’ sugli elettroni.
Viene da chiedersi quanto differente e’ quindi il tempo sulle vette dell’Himalaya.
Sara’ usato con lo stesso metro, nel senso che un giorno qui e’ contato sul calendario come un giorno li’, togliendo il fuso orario, ma a livello fisico, di elettroni, sara’ vissuto diversamente.
Alla fine anche noi siamo fatti di elettroni.
Ma come collega Wolfe il concetto con lo yoga?
Lakshmi

luigi42
vaisya
vaisya
Messaggi: 171
Iscritto il: 17 dicembre 2007, 20:14
Località: Foggia

Messaggioda luigi42 » 10 gennaio 2008, 9:54

ciao Lakshmi

stavo scrivendo semplicemrnte Lak(per brevità) ma poi ho considerato che era un pò bruttino

perchè non leggi il libro " lo yoga della mente e il viaggio nel tempo " ?

ieri l'ho sfogliato e mi sono spaventato

ci vuole il "fisico" adatto per capirlo fino in fondo! questa è la mia prima impressione

in realtà, non occorre soltanto un buon bagaglio tecnico-scientifico ma anche una conoscenza non superficiale della tradizione e delle tecniche yoga(che io non ho)

e siccome ho la testa dura il libro lo leggerò lo stesso, non capirò niente e ti chiederò spiegazioni

approfitto per ringraziarti delle segnalazioni,
ho visitato i siti che mi hai indicato:mi sembrano un pò lontani dai miei scopi attuali

sul comodino si sta accumulando una pila di
libri: hai letto "GOMORRA" ? una tragedia! sto leggendo l'Autobiografia di uno Yogi, un bel mattone; ieri ho preso "l'albero dello yoga" che dovrebbe darmi una visione generale. Farò una grande confusione.

ma tu lavori fino a tarda notte?
non sono affari miei, hai ragione

vado a rileggere il tuo ultimo messaggio

ti abbraccio

Luigi

Andris
vaisya
vaisya
Messaggi: 63
Iscritto il: 5 gennaio 2008, 12:51

Messaggioda Andris » 10 gennaio 2008, 20:30

luigi42 ha scritto:perchè non leggi il libro " lo yoga della mente e il viaggio nel tempo " ?

ieri l'ho sfogliato e mi sono spaventato

ci vuole il "fisico" adatto per capirlo fino in fondo! questa è la mia prima impressione


Carissimo Luigi, sono sempre io - il mitico Andris - penso che Tu abbia proprio ragione...tu pensi all'idea del peso corporeo e quindi alla percezione che la mente non ha del proprio corpo o ad altro?
ciao
il Tuo amico
Andris :lol:

Lakshmi
brahmana
brahmana
Messaggi: 662
Iscritto il: 22 agosto 2007, 12:47

Messaggioda Lakshmi » 11 gennaio 2008, 0:08

Luigi,
vivo dall'altra parte del mondo.
Quando voi dormite io sono al lavoro.

Vedro' di prendere il libro....sono sempre un po' restia a comprare libri se non sono di yoga :mrgreen: .....
Preferisco leggere, immagazzinare, poi andare avanti.
La scienza trova il tempo che trova (mi sa che il proverbio non era cosi' :shock: ).

Come con la musica.... la musica classica posso ascoltare sempre( non tutto, anche li' sono pignola), la musica moderna....trova il suo tempo. Dopo qualche mese la canzoncina di turno e' gia' insignificante.
Non che io accenda spesso la radio.....
accidenti, scrivendo mi scopro abbastanza eremita :mrgreen:
Lakshmi

Andris
vaisya
vaisya
Messaggi: 63
Iscritto il: 5 gennaio 2008, 12:51

Messaggioda Andris » 11 gennaio 2008, 0:54

Lakshmi ha scritto:Come con la musica.... la musica classica posso ascoltare sempre( non tutto, anche li' sono pignola), la musica moderna....trova il suo tempo. Dopo qualche mese la canzoncina di turno e' gia' insignificante.
Non che io accenda spesso la radio.....
accidenti, scrivendo mi scopro abbastanza eremita :mrgreen:
Lakshmi


Sei forte Lak,
ti consiglio due mitici pezzi da poco scoperti su youtube...il grande Eric Serra...ascolta...1) Little Light of Love e
poi 2)The Dark Side of Time...
sono fantastici...
per favore poi dimmi cosa ne pensi...
ciao
A. :P

Lakshmi
brahmana
brahmana
Messaggi: 662
Iscritto il: 22 agosto 2007, 12:47

Messaggioda Lakshmi » 11 gennaio 2008, 2:03

Andris ha scritto:
Lakshmi ha scritto:Come con la musica.... la musica classica posso ascoltare sempre( non tutto, anche li' sono pignola), la musica moderna....trova il suo tempo. Dopo qualche mese la canzoncina di turno e' gia' insignificante.
Non che io accenda spesso la radio.....
accidenti, scrivendo mi scopro abbastanza eremita :mrgreen:
Lakshmi


Sei forte Lak,
ti consiglio due mitici pezzi da poco scoperti su youtube...il grande Eric Serra...ascolta...1) Little Light of Love e
poi 2)The Dark Side of Time...
sono fantastici...
per favore poi dimmi cosa ne pensi...
ciao
A. :P


Ciao Andris,
ti ringrazio dei link e, questo genere di musica non e' il mio genere.
Preferisco il silenzio od il mantra.
Lakshmi

luigi42
vaisya
vaisya
Messaggi: 171
Iscritto il: 17 dicembre 2007, 20:14
Località: Foggia

Messaggioda luigi42 » 12 gennaio 2008, 12:55

Andris ha scritto:
luigi42 ha scritto:perchè non leggi il libro " lo yoga della mente e il viaggio nel tempo " ?

ieri l'ho sfogliato e mi sono spaventato

ci vuole il "fisico" adatto per capirlo fino in fondo! questa è la mia prima impressione


Carissimo Luigi, sono sempre io - il mitico Andris - penso che Tu abbia proprio ragione...tu pensi all'idea del peso corporeo e quindi alla percezione che la mente non ha del proprio corpo o ad altro?
ciao
il Tuo amico
Andris :lol:



ciao Andris

perchè mi fai domande così difficili?

ho scritto "fisico" adatto(un pò stravagante?)
semplicemente per indicare una persona esperta di Fisica e, al tempo stesso, dotata di fisico robusto per sopportare la lettura del libro

più semplice della tua interpretazione, o noh!

ciao, Luigi

Andris
vaisya
vaisya
Messaggi: 63
Iscritto il: 5 gennaio 2008, 12:51

Messaggioda Andris » 12 gennaio 2008, 13:20

luigi42 ha scritto:ciao Andris

perchè mi fai domande così difficili?

ho scritto "fisico" adatto(un pò stravagante?)
semplicemente per indicare una persona esperta di Fisica e, al tempo stesso, dotata di fisico robusto per sopportare la lettura del libro

più semplice della tua interpretazione, o noh!

ciao, Luigi


Scusa Luigi,

è la mia natura...così difficile...

A questo punto apro la domanda a Tutti i Lettori...
chiedo: secondo Voi è vero che moltissimi occidentali non riescono e non vogliono entrare nella dimesione Yoga perchè non vogliono rinunciare al controllo nervoso della propria muscolatura?

quando ci si scioglie infatti non si sente più così marcatamente il corpo...

ditemi...
ciao
A.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5613
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 12 gennaio 2008, 22:37

secondo Voi è vero che moltissimi occidentali non riescono e non vogliono entrare nella dimesione Yoga perchè non vogliono rinunciare al controllo nervoso della propria muscolatura?

quando ci si scioglie infatti non si sente più così marcatamente il corpo...


:shock: :shock: :shock: :shock:

dai l'idea che lo yoga sia come l'anestesia del dentista.
interessante.



controllo nervoso della muscolatura?
nel senso che esiste un controllo "tranquillo" o nel senso che gli yogi non hanno controllo"nervoso" della muscolatura?

puoi essere più chiaro nella domanda, per favore?

un abbraccio.
ryunokokyu
Il Manzo non Esiste

Andris
vaisya
vaisya
Messaggi: 63
Iscritto il: 5 gennaio 2008, 12:51

Messaggioda Andris » 13 gennaio 2008, 0:42

Paolo proietti ha scritto:controllo nervoso della muscolatura?
nel senso che esiste un controllo "tranquillo" o nel senso che gli yogi non hanno controllo"nervoso" della muscolatura?


Carissimo Paolo!

cerco di essere più chiaro :)
Ho fatto 6 anni di palestra (body building) ed ho constatato che facendo carico ossia mangiando più proteine del necessario si sviluppa più massa muscolare ma ci si sente legati...
seguendo la dieta yoga invece un pò alla volta ci si scioglie...quante volte avrai visto o detto quella persona è "legata"...si deve sciogliere (perchè ad es. da tanti anni non faceva sport)...
ecco...le persone legate hanno una percezione diversa del corpo rispetto a quelle non...ossia hanno una maggiore sensazione di controllo...
è forse molto più banale di quello che tentavi di spiegare Tu...

è più chiaro?

ciao
A.
:|

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5613
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 13 gennaio 2008, 1:20

Andris ha scritto:
Paolo proietti ha scritto:controllo nervoso della muscolatura?
nel senso che esiste un controllo "tranquillo" o nel senso che gli yogi non hanno controllo"nervoso" della muscolatura?


Carissimo Paolo!

cerco di essere più chiaro :)
Ho fatto 6 anni di palestra (body building) ed ho constatato che facendo carico ossia mangiando più proteine del necessario si sviluppa più massa muscolare ma ci si sente legati...
seguendo la dieta yoga invece un pò alla volta ci si scioglie...quante volte avrai visto o detto quella persona è "legata"...si deve sciogliere (perchè ad es. da tanti anni non faceva sport)...
ecco...le persone legate hanno una percezione diversa del corpo rispetto a quelle non...ossia hanno una maggiore sensazione di controllo...
è forse molto più banale di quello che tentavi di spiegare Tu...

è più chiaro?

ciao
A.
:|

non so andris, parliamo un linguaggio diverso.
pratico yoga da 35 anni e non ho mai fatto nessuna dieta yoga.
credo che se si mangiasse quello che ci va anzichè mangiare quello che decidiamo ci debba far bene forse ci sarebbero meno disturbi alimentari...
chissà...
buona notte.
p.
Il Manzo non Esiste

Lakshmi
brahmana
brahmana
Messaggi: 662
Iscritto il: 22 agosto 2007, 12:47

Messaggioda Lakshmi » 13 gennaio 2008, 5:38

Andris,
per dieta yoga intendi essere vegetariani o .....altro?
Lakshmi

luigi42
vaisya
vaisya
Messaggi: 171
Iscritto il: 17 dicembre 2007, 20:14
Località: Foggia

Messaggioda luigi42 » 13 gennaio 2008, 13:18

grazianozap ha scritto:
luigi42 ha scritto:caro graziano, mi fa piacere rileggerti

le cose che oggi mi dici, però, le ho già lette
e anche rilette più volte avendo avuto, credo, più tempo di te a disposizione(essendo nato prima); e non le ho dimenticate, credimi, anche se può apparire il contrario. Ma, tu mi insegni, essere non è apparire!

quanto al mosaico, scusami tanto, non per correggerti(ho abbandonato la matita rosso e blu dal 1° settembre) ma il mosaico non si completa mai, c'è sempre da imparare e da tutti!

e, non è mai troppo tardi!

un caro saluto e Buon Anno!

Luigi


Ciao Luigi sei una persona molto gentile ed educata (lo scrivo per farti aumentare il tuo ego :mrgreen: )non credo che sia l'età anagrafica importante quanto ciò le esperienze della vita ti hanno permesso di comprendere.
Serve a poco leggere se non pratichi.
Puoi aver letto e condiviso milioni di libri, ma è solo quando entri in acqua che capisci se sai nuotare.
In quanto al mosaico completato, mi riferivo al fatto( almeno credo che sia così) che una volta giunti a casa non ci sia più niente da imparare,insegnare,parlare,vedere,ascoltare.
Un abbraccio Graziano.



caro Graziano

ti rispondo con un pò di ritardo anche per via dei messaggi ripetuti( quello che tu mi hai sritto a proposito è successo anche a me qualche volta); ora ho installato la nuova versione di Internet Esplorer e questo messagio è la prima verifica;speriamo bene.

Dunque, mi pare che anche tu sei molto gentile ed educato. Sono d'accordo con te, non è l'età anagrafica che conta ma le esperienze di vita!
ma io non conosco le tue e tu non conosci le mie e, quindi, pronunciarsi è un pò azzardato.
In generale, questo volevo dire, in più tempo si dovrebbero fare più esperienze; le eccezioni, anche numerose, non smentiscono il fatto generale. Naturalmente tu potrai non essere d'accordo, e non c'è niente da dire.

Non ho letto milioni di libri ma soltanto pochi libri e, forse, quei pochi li avrò letti anche male.

Leggo spesso sul forum la parola "pratica" quasi in contrapposizione con la parola "teoria" (forse è una sensazione sbagliata).Sarai d'accordo anche tu, credo, che Teoria e Pratica, se sono scisse, servono poco.

Quanto al mosaico, forse la casa a cui ti riferisci non è la mia casa; sono un laico, di nessuna chiesa, la mia casa è su questa terra e il mosaico, secondo me, è sempre da completare finchè si vive; anche qui, rispettosamente, la mia visione è diversa dalla tua.

un'ultima cosa

hai scitto:

" Caro Paolo condivido totalmente ciò che dici, e vorrei aggiungere che a volte si crede di sapere e finchè non vieni smentito dai fatti non te neaccorgi"

non ho capito bene cosa volevi dire, se mi aiuti ti ringrazio

un abbraccio condiviso

Luigi

grazianozap
brahmana
brahmana
Messaggi: 1366
Iscritto il: 30 dicembre 2006, 17:45

Messaggioda grazianozap » 13 gennaio 2008, 14:19

luigi42 ha scritto:un'ultima cosa

hai scitto:

" Caro Paolo condivido totalmente ciò che dici, e vorrei aggiungere che a volte si crede di sapere e finchè non vieni smentito dai fatti non te neaccorgi"

non ho capito bene cosa volevi dire, se mi aiuti ti ringrazio

un abbraccio condiviso

Luigi


Mi sembra strano che non ti sia mai successo, di credere fermamente in qualcosa fino a che ti accorgi che quello in cui credevi non era così come pensavi, a me è successo per esempio in politica ,religione, succede soprattutto quando sei poco discriminante o equanime e ti metti un bel paio di occhialoni neri, e/o paraocchi.
Parlo per me, non fraintendermi.
Ciao Graziano.
samastaloka sukhino bhavantu

luigi42
vaisya
vaisya
Messaggi: 171
Iscritto il: 17 dicembre 2007, 20:14
Località: Foggia

Messaggioda luigi42 » 13 gennaio 2008, 14:32

non fraintendo, Graziano

succede a tutti quelli che non hanno certezze assolute

un caro abbraccio

Luigi


Torna a “La fisiologia sottile”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite