Come trovare il proprio mantra

il significato, le tecniche
Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 19 aprile 2009, 14:14

pushan ha scritto:
Paolo proietti ha scritto:
La tradizione racconta che l'asceta Dattatreya non dichiarò mai di avere ricevuto l'istruzione da un guru tradizionale, dichiarò invece di avere avuto ventiquattro maestri: l'acqua, il mare, vari animali, un fabbricante di frecce.


il 26° era isvara.

mai pensato che i 24 maestri sono i 24 tattva?

un bacio.
ryu no kokyu

a dire la verità sono piuttosto ignorante su alcune cose, anzi su molte...
a mala pena so che cosa sono i tattva...dunque aspetto l'istruzione con la fronte sui tuoi piedi di loto.

e il 25?
te lo sei mangiato? :mrgreen:
p,

i miei piedi di loto? mi piace essere preso per il ciulo.
serve ad alleggerire il peso del mio gigantesco ego.

farò il maestrino saccente allora ,ruolo che mi riesce sempre bene.

il 25° tattva è purusa, adorata pushan, ed il primo è prakrti.

ma andiamo per ordine:
il riferimento bibliografico "L'uomo ed il suo divenire secondo il Vedanta" di R. Guenon/ed.Adelphi.

il significato di तत्त्व tattva è: assioma,principio, essenza, verità. ma ad occhio tutto ciò che è definito tva è determinazione.
Tat-tva suonerebbe più o meno come determinazione dell'assoluto (Quello).
filosofia in sanscrito si può dire तत्त्वविद्या tattvavidyā e तत्त्वविद् tattvavid o तत्त्वज्ञ tattvajña significa filosofo.

il punto di vista corrispondente alla Realtà, la visione del reale si dice invece तत्त्वदर्शिन् tattvadarśin

I 25 PRINCIPI (TATTVA) DEL SÀMKHYA


1-Prakriti detto anche Mula(radice)
2-Buddhi detto anche Mahat.
3-Ahamkàra , senso dell'io

cinque Tanmatra
4-auditiva o sonora; (shabda)
5-tangibile (sparsha)
6-visibile (rùpa) (forma e colore)
7-sapida (rasa)
8- olfattiva (gandha)

11 facoltà individuali, ovvero:


5 organi di sensi -Buddhindriya o jnanendriya

9-gli orecchi o l’udito (shrota)
10-la pelle e il tatto ((twach)
11-gli occhi o la vista (chakshus)
12-la lingua od il gusto (rasana)
13-il naso o l’odorato (ghràna)


5 organi di azione-karméndriya

14-gli organi di escrezione (pàyu)
15-gli organi generatori (upastha)
16-le mani (pàni)
17-i piedi (pàda)
18-la voce la parola (vàc)


19- Manas mente percettiva o senso interno



I Cinque elementi,Bhuta

20- Etere (Akàsha)
21- Aria (Vàyu)
22- Fuoco (Tèjas)
23- Acqua (Ap)
24- Terra (Prithì)

25- Purusha






come si è visto le 11 facoltà individuali sono :

i 5 organi di sensi -Buddhindriya o jnanendriya

-gli orecchi o l’udito (shrota)
-la pelle e il tatto ((twach)
-gli occhi o la vista (chakshus)
-la lingua od il gusto (rasana)
-il naso o l’odorato (ghràna)


i 5 organi di azione-karméndriya

-gli organi di escrezione (pàyu)
-gli organi generatori (upastha)
-le mani (pàni)
-i piedi (pàda)
-la voce la parola (vàc)


-il Manas mente percettiva (o senso interno)
e rappresentano l'insieme degli strumenti di conoscenza dell'individuo.

a volte si parla di 13 strumenti di conoscenza, perchè vi si aggiungono il senso dell'io, Ahamkàra, e Buddhi.

è interessante notare
1)che ciò che viene rappresentato dagli 11 strumenti di conoscenza è definito "Prana".
2) che con Buddhi o mahat (a volte buddhi superiore) viene indicata talvolta la trimurti.

buddhi quindi intesa come "luce intelligibile" è Shiva,Vishnù, Brahma.

Buddhi è in un certo senso AUM.

Gli undici principi ,che rappresentano le possibilità di conoscenza dell'individuo e la Buddhi sono costituiti da prakrti, sostanza.

si parla di strumenti.

il bastone infuocato che viene ruotato per dare l'impressione del fuoco è uno strumento di azione.

il cerchio di fuoco è lo spettacolo che viene percepito tramite gli strumenti di sensazione (impressione sulla retina).

il giocoliere chi è?

chiunque sia, nel momento in cui si riposa la sensazione del cerchio di fuoco rimane sulla retina dello spettatore.

una stella che muore lancia il suo raggio luminoso a milioni di chilometri di distanza.
quando lo percepiamo la stella non sta più emettendo luce.

lo spettacolo di una notte stellata è meraviglioso, ma l'arteficie dello spettacolo, se si ragiona in termini di organizzazione di tempo e spazio e quindi di maya,nel momento della percezione dello spettacolo stesso, può tranquillamente "dormire".

non agisce, quindi.
pur essendo attore.


un abbraccio.
.ryu no kokyu
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 19 aprile 2009, 21:19

:roll:
prenderti per il ciulo? no, no...dicevo sul serio....
adesso ne so meno di prima dei tattva...
povero te....
ho una incredibile macedonia in testa in cui danzano i guru di Dattatreya insieme ai 24 tattva del sankhya.
Moh devo capire come procedere in questa ragnatela a 24 fili....
grazie, cmq, una spiegazione mirabile.
pushan

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 19 aprile 2009, 21:30

pushan ha scritto: :roll:
prenderti per il ciulo? no, no...dicevo sul serio....
adesso ne so meno di prima dei tattva...
povero te....
ho una incredibile macedonia in testa in cui danzano i guru di Dattatreya insieme ai 24 tattva del sankhya.
Moh devo capire come procedere in questa ragnatela a 24 fili....
grazie, cmq, una spiegazione mirabile.
pushan


perchè non cominci con il metterli nell'ordine giusto?

1) PRITHVI (madre terra)
2) JAL (acqua)
3) AGNI (fuoco)
4) VAYU (vento)
5) AKASHA (spazio - cielo)

sono i tattva del samkhia enumerati come 24-23-22-21-20....


r.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 19 aprile 2009, 22:44

Paolo proietti ha scritto:
pushan ha scritto: :roll:
prenderti per il ciulo? no, no...dicevo sul serio....
adesso ne so meno di prima dei tattva...
povero te....
ho una incredibile macedonia in testa in cui danzano i guru di Dattatreya insieme ai 24 tattva del sankhya.
Moh devo capire come procedere in questa ragnatela a 24 fili....
grazie, cmq, una spiegazione mirabile.
pushan


perchè non cominci con il metterli nell'ordine giusto?

1) PRITHVI (madre terra)
2) JAL (acqua)
3) AGNI (fuoco)
4) VAYU (vento)
5) AKASHA (spazio - cielo)

sono i tattva del samkhia enumerati come 24-23-22-21-20....


r.

non sono portata per questi esercizi compilativi....per leseguenze, gli elenchi e le geometrie.
La matematica della musica mi affascina, la perfezione dei suoni nel ritmo, il loro dilatarsi e restringersi, pur rimanendo negli intervalli...
Sto pensando che anche gli esseri "più piccoli", i bringi (che dovrebbe pronunciarsi bringhi), sono stati maestri a Dattatreya, forse era un medico o uno scienziato ...forse osservava i micro organismi o le danze dei moscerini nel loro ritmico ordine...o i pidocchietti verdi delle rose.
ciao
p.

Lakshmi
brahmana
brahmana
Messaggi: 662
Iscritto il: 22 agosto 2007, 12:47

Messaggioda Lakshmi » 20 aprile 2009, 9:54

Parlando di mantra, mi viene in mente la vecchia storia indiana che narra di quando un ragazzo di campagna ando' da un famoso guru, nel suo Ashram, per ottenere la liberazione.
Come di costume, il famoso guru accetto' il discepolo ma non gli diede subito il mantra, dicendogli di purificarsi attraverso il servizio nell'Ashram , fino a che non sarebbe stato pronto.
Il ragazzo non sapeva leggere ne' scrivere e fu quindi assegnato a pulire le stalle.
Per molti anni il ragazzo si dedico' con amore e focalizzazione completamente alle stalle.
Non era invitato a leggere le scritture perche' era illetterato e tutti gli altri discepoli lo trattavano male, considerandolo uno stupido.
Dopo anni, un giorno il guru ando' alle stalle, per prendere un cavallo ed andare in viaggio.
Il ragazzo si prostro' quando lo vide e subito chiede al guru dopo tanti anni di dargli un mantra - dicendogli che lui era finalmente pronto a riceverlo.
Ma il guru, noncurante del ragazzo gli disse:" Stupido, non vedi che adesso non e' il momento appropriato?", ed in gran fretta parti' per il suo viaggio.

Il ragazzo tutto felice inizio' a ripete le parole del guru: "stupido, non vedi che non e' il momento appropriato","stupido, non vedi che non e' il momento appropriato","stupido, non vedi che non e' il momento appropriato".
Gli altri discepoli pensarono che il ragazzo fosse diventato ancora piu' stupido.
Dopo qualche anno il guru torno' al suo Ashram.
Dopo qualche tempo alcuni discepoli, chiamarono il guru: il ragazzo aveva perso completamente la testa e parlava in una lingua sconosciuta.
Il guru ando' a trovare il ragazzo e subito capi'.
Annuncio' a tutti: il ragazzo aveva ottenuto tutto.
Gli altri discepoli sdegnati chiedesero al maestro, perche' il ragazzo e non loro, che avevano studiato tanto e seguito alla lettera ogni ordine del guru.

Il ragazzo con il suo amore e devozione, aveva ripetuto le parole del guru come un mantra, si era completamente immerso in esse e perso in esse.
Perso ogni piu' piccola parte di individualita' in quel mantra.... e cosi' si era immerso nell'oceano.

E' quindi il mantra che e' importante, o piu' del mantra stesso, l'intenzione e l'attitudine e l'amore verso il mantra?
E' il guru piu' importante del discepolo?
Chi e' il guru e chi e' il discepolo quando ci si immerge nell'oceano della beatitudine?

Lakshmi

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 20 aprile 2009, 10:08

PS: I 24 guru di Dattatreya;
1) PRITHVI (madre terra)
9) AJGAR (cobra)
17) PINGLA (nadi – narice destra)
2) JAL (acqua)
10) SINDU (punto)
18 KURRAPAKSHI (aquila)
3) AGNI (fuoco)
11) PATANGA (insetti)
19) BALAK (bambini)
4) VAYU (vento)
12) BHRAMAR (ape nera)
20) KUMARI (vergine)
5) AKASHA (spazio - cielo)
13) MADHUKSHIKA (miele)
21) SANF (serpente)
6) CHANDRA (luna)
14) GAJ (elefante)
22) SHARAKRIT (arciere)
7) SURYA (sole)
15) MRIG (diamante)
23) MAKADI (ragno)
8 KAPOT (piccione)
16) MIN (pesci)
24) BRINGI (i più piccoli esseri

non avevo letto con molta attenzione....
che strano sanscrito quello che hai riportato!
serpente ad esempio, non si dice सर्प sarpa ?
se fossi in te controllerei le fonti.

a me risultano altri maestri:
1) terra
2) aria
3) spazio (etere)
4) fuoco
5) sole
6) piccione
7) pitone
8) l'oceano (mare)
9) la falena (o la cavalletta)
10) l'elefante
11) la formica
12) il pesce
13) Pingala (ma non è la nadi, è il nome di una prostituta!)
14) un fabbricante di archi.
15) i bambini che giocano
16) la luna
17) l'ape
18) il cervo
19) un uccello da preda (ma si tratta di un particolare rapace che cercava di mangiarsi un topo morto e venne malmenato dagli altri uccelli)
20) una vergine
21) il serpente che non costruisce una propria dimora
22) il ragno
23) il bruco, anzi la larva delle vespe.
24) l'acqua.

ogni guru è collegato ad una riflessione o ad un incontro particolare, quello con la prostitutra, o quello con il fabbricante di archi, che genera una riflessione.

io controllerei le fonti, fossi in te.
un abbraccio.
p.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 20 aprile 2009, 12:10

Paolo proietti ha scritto:
PS: I 24 guru di Dattatreya;
1) PRITHVI (madre terra)
9) AJGAR (cobra)
17) PINGLA (nadi – narice destra)
2) JAL (acqua)
10) SINDU (punto)
18 KURRAPAKSHI (aquila)
3) AGNI (fuoco)
11) PATANGA (insetti)
19) BALAK (bambini)
4) VAYU (vento)
12) BHRAMAR (ape nera)
20) KUMARI (vergine)
5) AKASHA (spazio - cielo)
13) MADHUKSHIKA (miele)
21) SANF (serpente)
6) CHANDRA (luna)
14) GAJ (elefante)
22) SHARAKRIT (arciere)
7) SURYA (sole)
15) MRIG (diamante)
23) MAKADI (ragno)
8 KAPOT (piccione)
16) MIN (pesci)
24) BRINGI (i più piccoli esseri

non avevo letto con molta attenzione....
che strano sanscrito quello che hai riportato!
serpente ad esempio, non si dice सर्प sarpa ?
se fossi in te controllerei le fonti.

a me risultano altri maestri:
1) terra
2) aria
3) spazio (etere)
4) fuoco
5) sole
6) piccione
7) pitone
8) l'oceano (mare)
9) la falena (o la cavalletta)
10) l'elefante
11) la formica
12) il pesce
13) Pingala (ma non è la nadi, è il nome di una prostituta!)
14) un fabbricante di archi.
15) i bambini che giocano
16) la luna
17) l'ape
18) il cervo
19) un uccello da preda (ma si tratta di un particolare rapace che cercava di mangiarsi un topo morto e venne malmenato dagli altri uccelli)
20) una vergine
21) il serpente che non costruisce una propria dimora
22) il ragno
23) il bruco, anzi la larva delle vespe.
24) l'acqua.

ogni guru è collegato ad una riflessione o ad un incontro particolare, quello con la prostitutra, o quello con il fabbricante di archi, che genera una riflessione.

io controllerei le fonti, fossi in te.
un abbraccio.
p.

c'è poco da controllare....mi spiaceva lasciare in sospeso i 24 guru e sono andata con google a cercare i primi che ho trovato, ho trasformato la tabella in elenco per poterla postare (ed è per questo che non sono in ordine numerico, non avevo tempo/voglia di riordinarli)
dunque....
se lo si ritiene interressante per tutti si potrebbe approfondire un po' di più e cercare le fonti attendibili o soffermarsi sui collegamenti tra i diversi "guru" di Dattatreya e le esperienze connesse ad ogni incontro ...
siccome d'inglese sono una capra dubito di potermi rendere utile, visto che in italiano sul web non paiono esserci fonti "pure" sui 24 guru...di conseguenza non potrò offrire un contributo affidabile...

C'è anche da dire che su Dattatreya non c'è molto, così come in generale sugli avadhuta (in italiano, in inglese c'è molto di più)
pushan

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 20 aprile 2009, 22:32

ah.
va bene.
il testo a cui fai riferimento è tratto dalla srimad bhagavatam, 11 canto (detto anche uddhava gita ovvero gli insegnamenti di krisna ad uddhava), 7à capitolo sutra 33 e successivi.
il sito da cui hai tratto l'elenco dei 24 maestri mi pare , purtroppo, poco attendibile.

Pingala ad esempio è una danzatrice sacra ( prostituta) alla quale è dedicato l'intero 8 capitolo dell'11 canto della S.B.
ognuno dei 24 maestri è in realtà il titolo di un breve racconto e/o riflessione.

il collegamento con i 24 tattva credo lo faccia ramana maharishi.

sse trovi il testo in italiano, se vuoi, si può provare a commentarlo insieme per cercare di capire cosa c'azzeccano, eventualmente, i 24 tattva del samkhia con i 24 guru dell'Avaduta e del re Yadu di cui parla krisna nella S.B.


un abbraccio.
p.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 21 aprile 2009, 8:48

Paolo proietti ha scritto:ah.
va bene.
il testo a cui fai riferimento è tratto dalla srimad bhagavatam, 11 canto (detto anche uddhava gita ovvero gli insegnamenti di krisna ad uddhava), 7à capitolo sutra 33 e successivi.
il sito da cui hai tratto l'elenco dei 24 maestri mi pare , purtroppo, poco attendibile.

Pingala ad esempio è una danzatrice sacra ( prostituta) alla quale è dedicato l'intero 8 capitolo dell'11 canto della S.B.
ognuno dei 24 maestri è in realtà il titolo di un breve racconto e/o riflessione.

il collegamento con i 24 tattva credo lo faccia ramana maharishi.

sse trovi il testo in italiano, se vuoi, si può provare a commentarlo insieme per cercare di capire cosa c'azzeccano, eventualmente, i 24 tattva del samkhia con i 24 guru dell'Avaduta e del re Yadu di cui parla krisna nella S.B.


un abbraccio.
p.

dunque...ho una bhagavatam gita raccontata da Sai Baba (la storia del re Parikshit, destinato a morire per morso di serpente, a cui i sadhu raccontano gli episodi della vita di krishna, ancora vivo ma vecchio), ma non ricordo questa parte, è possibile o che me la sia dimenticata o che il racconto non sia integrale o che sia proprio un'altra cosa...
Io pensavo di fare così, se ti va...
metto a posto (col tuo aiuto) l'elenco, dando per buono il tuo, anche se alcune cose vorrei approfondirle un po' perchè ci sono delle differenze sconcertanti e curiose che vorrei valutare con un po' più di tempo, nell'elenco che ho postato io ci sono i nomi in sanscrito nel tuo no, dunque vorrei avere il sanscrito corretto e rifletterci su.
Ad esempio, nell'elenco postato da me, SINDU tradotto come punto è sbagliato certamente, visto che il punto è BINDU...difatti nel tuo elenco il guru punto non c'è....
poi vorrei esaminare qualche singolo guru, alla luce dei commenti che si possono reperire anche sul web (dunque poco attendibili quasi tutti) e su altre fonti.
in particolare mi farei qualche animale: l'elefante, il piccione (? che sto iniziando a osservare con maggior rispetto invece che con impazienza...) i bringi (gli esseri più piccoli)....che però non si sa più se ci sono in elenco. :shock:
le figure umane e non solo le lascerei tutte a te.
pushan

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 21 aprile 2009, 10:10

ti incollo la parte relativa alla prostituta Pingala come la riporta sivananda nel testo" LORD KRISHNA
His Lilas and Teachings
"(DIVINE LIFE SOCIETY PUBLICATION).
la lascio in inglese, ma si tratta di un inglese semplice e comprensibile.
anche leggiucchiando qua e là potrai, credere, comprendere il tono dell'insegnamento.
public woma sta per prostituta.
videha è il regno di Janaka, padre di Sita, ma tieni presente che विदेह videha significa anche "morto" "privo del corpo" ma visto che देह deha significa corpo e वि vi è usato come rafforzativo può voler dire anche super corpo, corpo superiore ecc.
Pingala riflettendo sul corpo, sul desiderio e sul cuore raggiunge la pace e scopre che vairaya (distacco) è la radice della beatitudine:

“There was formerly in the city of Videhas a public woman called Pingala. I have learnt
something from her. Listen to it, O King! One day she put on beautiful dress and waited at the door
of her house in the evening, to receive and bargain customers for the night. She invited some
persons but sent them away as she thought some other wealthy man would richly pay her.
With this inordinate desire she waited sleepless at the door, now going in, now coming out, till it was
midnight.
Through this anxious expectation of money, she spent the night in a fever of hope, worry
and disappointment.
She felt extreme disgust for her life of greed and desire which made her unhappy.
“In her utter disappointment she sang, ‘Indifference to worldly objects is like a sword to cut asunder a man’s fetters of expectation or cords of desires.
One does not wish to get rid of the
bondage of the body until he has become disgusted, just as no man without insight into the truth or
knowledge could rid himself of the notions of “I” and “Mine” or the clinging to the objects.’
Pingala said, ‘Lo! How deluded am I for want of control over my mind!
How foolish am I to seek the
satisfaction of desires from such creatures as men!
“Discarding Lord Narayana or the Eternal Atman, seated near in my heart, who is a fit lover
and can satisfy me, who can give me everlasting bliss and wealth, I am courting a puny man who
cannot satisfy my desires and who causes misery, fear, disease, grief and infatuation. I have been
indeed very stupid.

“Oh! In vain I have afflicted my soul by this most reproachable mode of living, viz., that of a
public woman;

I have sought wealth and pleasure from pitiable mortals, who are greedy and slaves
of women, by selling my body to them....

“Who, other than myself, would be taken to this house which is built of bones which are like
beams, rafters and posts of a house, which is covered over with skin, hair and nails, which is
furnished with nine openings for discharging filth and filled with offal and urine?
“In this town of Videha, full of wise beings, I am the only woman who has tied her hopes,
happiness and desire, to the body. I am the only silly being or wicked woman who seeks any other
source of enjoyment or object of desire than the Lord who bestows Self-realisation.
“He is the true friend, protector, Lord, most beloved one, the master and the very Self or
Atman of all embodied beings; winning Him over, by giving up the body to Him, I shall enjoy His
company like Lakshmi and find everlasting happiness in Him alone.
“What is the use of serving others? The favours of gods and mortals are limited by time,
capacity and various other obstacles. What delight can the sense-objects, men or the gods confer on
women? All have a beginning and an end.
“Surely I must have done something in my previous births to propitiate Vishnu, for it is by
His grace alone that this Vairagya (dispassion or disgust) cutting at the root of all unholy desires,
has arisen in my mind. Through His grace only, I have attained the way to everlasting happiness and
peace.
“If the Lord had not been propitious to me, such disappointments, as lead to renunciation
and dispassion, would not have arisen, which enable one to abandon all attachments and attain
happiness.
“I accept, with humble devotion, this gift of the Lord on my head. I now abandon all vain
expectations and evil desires and take refuge in the Supreme Lord. Contented, full of faith in the
Lord, living on what chance brings to me, I shall enjoy the eternal bliss of the Lord, Paramatman.
Who else but the Lord can save this Jiva who has fallen into the deep pit of Samsara (births and
deaths), with eyes blinded by the objects, with the vision robbed by the senses, and who is
swallowed up by the serpent of Time.
“When one realises the evanescence of this universe, when he beholds the universe in the
jaws of the serpent of Time, he will surely and firmly scorn the fleeting, doubtful, worthless,
illusory pleasures of this world and the next. He will become very cautious, turn himself away from
the illusory sense-objects and will seek repose in the eternal bliss of his own Atman. When one
becomes disgusted with everything else, Atman is the protector of Atman, the Self alone is the
saviour of oneself.”
The Brahmin said, “Pingala having thus determined in her mind, and fixed her mind on the
Lord, gave up all hopes and expectations due to hankering for lovers, sat on her bed with a serene
mind. She abandoned all unholy desires that troubled her and became happy. She slept soundly with

a tranquil mind. It is hope that gives us trouble. Without hope we are happy. Desires, hopes and
expectations are the source of grief. Abandonment of all expectations and desires is the greatest
bliss. It is the happiest state. Vairagya is the source of bliss as can be seen from Pingala who slept
happily, casting aside the hankering for lovers.



un abbraccio.
p.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 21 aprile 2009, 11:15

Paolo proietti ha scritto:ti incollo la parte relativa alla prostituta Pingala come la riporta sivananda nel testo" LORD KRISHNA
His Lilas and Teachings
"(DIVINE LIFE SOCIETY PUBLICATION).
la lascio in inglese, ma si tratta di un inglese semplice e comprensibile.
anche leggiucchiando qua e là potrai, credere, comprendere il tono dell'insegnamento.
public woman sta per prostituta.
videha è il regno di Janaka, padre di Sita, ma tieni presente che विदेह videha significa anche "morto" "privo del corpo" ma visto che देह deha significa corpo e वि vi è usato come rafforzativo può voler dire anche super corpo, corpo superiore ecc.
Pingala riflettendo sul corpo, sul desiderio e sul cuore raggiunge la pace e scopre che vairaya (distacco) è la radice della beatitudine:
un abbraccio.
p.

l'inglese facile non esiste!
nel brano che ho trovato io, molto molto più corto, si parla di una danzatrice, ma il medesimo brano si trova anche con una sola parola diversa "prostitute", ma io ho preferito invece mantenere dancing girl, e pensare a una bella e flessuosa danzatrice che ogni tanto si concedeva (per bisogno o avidità) Siccome il pezzo è molto breve l'ho messo un po' a punto, ma non so se correttamente, te lo incollo per valutazioni (durante il mese di ferie poi mi traduco il tuo.... :mrgreen: che ho tolto, e mi scuso per evitare un post troppo lungo da scorrere )

13. 13. Pingala:
The thirteenth guru that has awakened my spirit is a danging girl named Pingala.
One day, she eagerly awaited a particular client in the hope that he would pay her amply. She waited and waited till late in the night. When he did not turn up, she was at last disillusioned and reflected thus: "Alas! How stupid I am! Neglecting the divine spirit within, who is of the nature of bliss eternal, I foolishly awaited a debauchee (sensualist) who inspires my lust and greed. Henceforth, I shall expend myself on the Self, unite with Him and win eternal joy. Through such repentance, she attained blessedness. Besides, reflecting on its obvious purport, I also realized that a spiritual aspirant should likewise reject the lure of lesser spiritual powers, which are mere by-products of sadhana (spiritual practice). I learned that the temptation to secure things from other’s hands are the seeds of misery; that renunciation of these is the sole means of realizing infinite joy.


Il tredicesimo guru che ha risvegliato il mio spirito è una danzatrice di nome Pingala.
Un giorno Pingala rimase avidamente in attesa di un particolare cliente, nella speranza che avrebbe pagato il suo corpo molto generosamente.
Rimase ad aspettarlo fino a tarda notte e, quando fu certa che non si presentasse più perse finalmente le sue illusioni e pensò:
"Ahimè! Come sono stupida! Ho trascurato lo spirito divino, che è della natura della beatitudine eterna, per attendere stupidamente un debosciato lussurioso che ispira solamente la mia lussuria e avidità. D'ora in poi vorrei spendere tutta me stessa per raggiungere il Sé, unirmi a lui e ottenere la gioia eterna.
Attraverso tale pentimento, Pingala raggiunse la beatitudine.

Inoltre, riflettendo sull' evidente proposito di Pingala, ho anche capito che un aspirante spirituale deve respingere nel medesimo modo in cui si distacca dalla lussuria e l’avidità, la tentazione di ottenere i poteri spirituali minori che sono solo i risultati della sadhana (pratica spirituale).
Ho imparato che la tentazione di difendere le cose dalle mani degli altri fa crescere i semi della miseria, mentre la rinuncia alle cose è l'unico modo di realizzare la gioia infinita.

Non ho tanto capito la faccenda del corpo superiore, quello della dancing girl?
ciao
pushan

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 22 aprile 2009, 12:18

le danzatrici dei templi di raja raja erano prostitute sacre

Immagine

per ciò che riguarda videha è il regno del padre di sita.

in che epoca è ambientato il ramayana?

occorrerebbe riflettere, forse, sul rapporto tra ere(yuga) e stati di coscienza.

e pensare che le vicende di rama, krishna ecc. hanno dei significati diversi.
forse occorre tener presente che रम rama significa sentimento e che सित sita significa bianco.

chissà, magari viene fuori qualche spunto interessante.
un abbraccio.
p.
Il Manzo non Esiste

grazianozap
brahmana
brahmana
Messaggi: 1366
Iscritto il: 30 dicembre 2006, 17:45

Messaggioda grazianozap » 23 aprile 2009, 10:03

Paolo proietti ha scritto:le danzatrici dei templi di raja raja erano prostitute sacre

Immagine

per ciò che riguarda videha è il regno del padre di sita.

in che epoca è ambientato il ramayana?

occorrerebbe riflettere, forse, sul rapporto tra ere(yuga) e stati di coscienza.

e pensare che le vicende di rama, krishna ecc. hanno dei significati diversi.
forse occorre tener presente che रम rama significa sentimento e che सित sita significa bianco.

chissà, magari viene fuori qualche spunto interessante.
un abbraccio.
p.


posso accontentarti su che epoca è ambientato il ramayana secondo S.B. 20000 anni fa come da questo video http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=i ... re=related
samastaloka sukhino bhavantu

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 23 aprile 2009, 10:36

grazianozap ha scritto:posso accontentarti su che epoca è ambientato il ramayana secondo S.B. 20000 anni fa come da questo video http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=i ... re=related


era domanda retorica, ma grazie ugualmente.
un abbraccio.
p.
Il Manzo non Esiste

grazianozap
brahmana
brahmana
Messaggi: 1366
Iscritto il: 30 dicembre 2006, 17:45

Messaggioda grazianozap » 23 aprile 2009, 10:47

se vuoi approfondiamo.
non credo che possa esistere qualcosa all'esterno che non si sia già verificato all'interno.
samastaloka sukhino bhavantu


Torna a “Mantra”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite