Come trovare il proprio mantra

il significato, le tecniche
Bruno88
sudra
sudra
Messaggi: 14
Iscritto il: 8 luglio 2008, 13:19
Località: Trapani

Messaggioda Bruno88 » 11 luglio 2008, 18:03

nel senso che la new age mette tutto per oro colato, ti dice fai quello per diventare bella e fai quell'altro per dimagrire (questo è un esempio molto sottile).
Oltre a ciò parla di tematiche serie, molto superficialmente, e molte volte sbagliate!

Un altro esempio nei miei studi, su un libro vi era scritto ti costruire le rune (per chi non sa cosa sono spiego qualcosa più giù) dipingendole con il sangue. molto sbagliato per vari motivi.

cmq le rune sono dei segni di potere del popolo nordico (scandinavo), che venivano usati ha scopo spirituale, bellico e letterale (do anche qui una spiegazione minuscola per motivi di tempo, ma c'è da dire molto di più)

Lakshmi
brahmana
brahmana
Messaggi: 662
Iscritto il: 22 agosto 2007, 12:47

Re: Come trovare il proprio mantra

Messaggioda Lakshmi » 12 luglio 2008, 6:15

pushan ha scritto::lol:
canto da 13 anni e suono i cimbalini (ma non mentre canto io) e il tamburello, a volte.
Ogni tanto suono anche "a muzzu" il flauto dolce o, se mi capita un'occasione propizia, il pianoforte, ma in questo caso devo impegnarmi molto per indurmi una trans yogica particolarmente intensa :mrgreen: in modo che le mani suonino da sole sconnettendosi dal cervello attuale di pushan che non ricorda mentalmente come si suona il piano...

tu che fai? canti e suoni, sola e in gruppo?
ciao
pushan


Suonavo anch'io il piano :mrgreen:
Ora l'harmonium da sola ed in gruppo.
Preferisco i testi (Rudram, Shiva Mahimna, etc.), ma anche nama sankirtana ed altro, da cantare e suonare.
Faccio un sacco si scoperte cantando i testi.
Ormai sono drogata e non posso piu' farne a meno...... :twisted:
Facciamo una bella cantatina insieme se mai verro' in vacanza di nuovo?
:P
Lakshmi

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Re: Come trovare il proprio mantra

Messaggioda pushan » 12 luglio 2008, 13:23

Lakshmi ha scritto:
pushan ha scritto::lol:
canto da 13 anni e suono i cimbalini (ma non mentre canto io) e il tamburello, a volte.
Ogni tanto suono anche "a muzzu" il flauto dolce o, se mi capita un'occasione propizia, il pianoforte, ma in questo caso devo impegnarmi molto per indurmi una trans yogica particolarmente intensa :mrgreen: in modo che le mani suonino da sole sconnettendosi dal cervello attuale di pushan che non ricorda mentalmente come si suona il piano...

tu che fai? canti e suoni, sola e in gruppo?
ciao
pushan


Suonavo anch'io il piano :mrgreen:
Ora l'harmonium da sola ed in gruppo.
Preferisco i testi (Rudram, Shiva Mahimna, etc.), ma anche nama sankirtana ed altro, da cantare e suonare.
Faccio un sacco si scoperte cantando i testi.
Ormai sono drogata e non posso piu' farne a meno...... :twisted:
Facciamo una bella cantatina insieme se mai verro' in vacanza di nuovo?
:P
Lakshmi

certo, volentieri.
La musica sacra è un'importante sadhana terapeutica, una droga benefica!
ciao
pushan

Vivy
vaisya
vaisya
Messaggi: 178
Iscritto il: 22 maggio 2007, 18:41

Messaggioda Vivy » 17 aprile 2009, 13:43

Ma voi avete chiesto il mantra al vostro maestro o è lui che ve l'ha detto quando era il momento?

Lakshmi
brahmana
brahmana
Messaggi: 662
Iscritto il: 22 agosto 2007, 12:47

Messaggioda Lakshmi » 17 aprile 2009, 17:13

Vivy ha scritto:Ma voi avete chiesto il mantra al vostro maestro o è lui che ve l'ha detto quando era il momento?


Io l'ho letto sui libri del mio guru.
Poi andando nei suoi Ashram era inscritto su certi edifici.

Lakshmi

Vivy
vaisya
vaisya
Messaggi: 178
Iscritto il: 22 maggio 2007, 18:41

Messaggioda Vivy » 17 aprile 2009, 17:20

Ma il mantra non dovrebbe essere personale?

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5597
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 17 aprile 2009, 21:45

Vivy ha scritto:Ma il mantra non dovrebbe essere personale?

per non fare confusione , vorrei tentare di chiarire.
tu fai riferimento alla scuola della meditazione trascendentale, che comunque proviene da un allievo dello samkaracharya guru dev, e , almeno come origine, è tradizionale, che consiste nel dare ad ogni allievo una particolare sillaba o parola tratta dai veda.
in realtà il mantra è il guru,
il mantra è la divinità.
esiste un mantra per ogni forma del divino e per ogni potere.
e la sorgente dei mantra sono i veda, i purana ed i tantra, che sono detti addirittura, mantra shastra, cioè scrittura dei mantra.
i mantra cosiddetti tantrici sono quelli chiamati bija che rappresentano la radice di tutti i mantra.
i bija sono sillabe prive di un significato letterale (hring, Shriing, Klim,Hum, Ham,Yam, Ram, vam....)
bija significa seme, perchè il mantra, piantato nella terra/ corpo sottile, produce il frutto dei siddhi.
ogni divinità ha un mula mantra che significa mantra radice e rappresenta il kama kala (il corpo sottile) della divinità.
Om sriing hring klim mahalaksmi namah
è mantra di mahalaksmi ad esempio.

om namah sivaya
è mantra di siva
Om krim kalikaye namah
è mantra di kali
om Shri Ganeshaya Namah
è mantra di ganesha
Shri Ram Jai Ram Jai Jai Ram
è mantra di rama ecc ecc

una dettagliata spiegazione anche filologica del mantra la puoi trovare nell'introduzione del Tantra della grande liberazione, di arthur avalon, edizione mediterranee.
ma anche sul forum , se scorri i vecchi messaggi trovi parecchia roba.


un abbraccio.
p.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
anais
brahmana
brahmana
Messaggi: 1239
Iscritto il: 25 gennaio 2007, 23:13
Località: ovunque e da nessuna parte

Messaggioda anais » 18 aprile 2009, 11:05

ma quante ne sai paoletto!!! :shock: :mrgreen:
Se per la gioia cammini a un metro da terra, niente ti farà inciampare.

Vivy
vaisya
vaisya
Messaggi: 178
Iscritto il: 22 maggio 2007, 18:41

Messaggioda Vivy » 18 aprile 2009, 11:16

:shock:
Bhe.. ma in questo forum si è sempre detto che è meglio che il mantra lo dia il maestro...

Paolo, sto leggendo uno dei libri che mi hai consigliato "Il tantra della grande liberazione", ti ringrazio della fiducia data alla mia intelligenza consigliandomi un libro così, ma è veramente DIFFICILE!!

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5597
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 18 aprile 2009, 13:38

Vivy ha scritto::shock:
Bhe.. ma in questo forum si è sempre detto che è meglio che il mantra lo dia il maestro...

Paolo, sto leggendo uno dei libri che mi hai consigliato "Il tantra della grande liberazione", ti ringrazio della fiducia data alla mia intelligenza consigliandomi un libro così, ma è veramente DIFFICILE!!

prova kundalini yoga di swamisivananda(DIVINE LIFE SOCIETY PUBLICATION) in inglese si trova anche i e.book (prova a scrivere il titolo sulla casella di ricerca di internet aggiungendo " .pdf ".

un abbraccio.
p.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

pratica

Messaggioda pushan » 18 aprile 2009, 22:56

Vivy ha scritto::shock:
Bhe.. ma in questo forum si è sempre detto che è meglio che il mantra lo dia il maestro...


forse sarebbe opportuna una riflessione sul "maestro".
Chi è il maestro che dona il mantra, che testimonia per noi la catena della trasmissione che lo trasporta nel tempo?
Forse uno stimato e serio istruttore di hatha yoga?
forse un famoso guru indiano lanciandoci uno sguardo?
forse una famosa guru indiana sussurrandocelo nell'orecchio?
forse lo riceviamo in sogno?
O da un amico o da un gruppo che lo recita abitualmente come pratica/sadhana per la "realizzazione"?
risposta difficile...
La tradizione racconta che l'asceta Dattatreya non dichiarò mai di avere ricevuto l'istruzione da un guru tradizionale, dichiarò invece di avere avuto ventiquattro maestri: l'acqua, il mare, vari animali, un fabbricante di frecce.
Da ognuno di essi apprese le varie tipologie di virtù:
"La Pazienza dalla Terra, la Luminosità dal Fuoco, l'Imperscrutabilità dall'Oceano, la Solitudine dalla Foresta e così via, fino a sintetizzare tutte queste diverse virtù nella sua straordinaria vita" (XI. 7 Srimad Bhagavata ).
Dattatreya, il vestito di cielo, trovò così l'istruzione spirituale attraverso i fenomeni naturali, gli animali e gli uomini.
Dunque anche il mantra, se lo consideriamo mezzo per la nostra istruzione spirituale, potrebbe essere trovato attraverso i "guru" indicati da Dattatreya...

Perchè non iniziare con la semplice ripetizione del pranava, dell'Om, cantato e sussurrato mentre si è a contatto con la natura, mentre si lavora, mentre si passeggia?
Un'ape che ronza produce la om, la risacca del mare pure, il vento...la vibrazione silenziosa della notte, il crepitio del fuoco.

Poi, con tempo, qualcosa succederà...

Considera che Dattatreya dice:
"Non sottovalutare il tuo Guru se dovesse essere carente di lettere e di erudizione. Prendi la Verità che ti sta insegnando e ignora tutto il resto. Ricorda bene che un'imbarcazione dipinta e decorata ti farà certamente attraversare il fiume, ma altrettanto farà una barca semplice e disadorna."
e ricorda, dopo aver sperimentato l'incontro con i suoi 24 guru:
"Non credere che coloro che sembrano immaturi, creduli, sciocchi, lenti, profani o falliti non abbiano nulla da insegnarti. Tutti loro insegnano qualcosa, impara dunque da essi."

La Om è universale, è il suono stesso della vita.
pushan

PS: I 24 guru di Dattatreya;
1) PRITHVI (madre terra)
9) AJGAR (cobra)
17) PINGLA (nadi – narice destra)
2) JAL (acqua)
10) SINDU (punto)
18 KURRAPAKSHI (aquila)
3) AGNI (fuoco)
11) PATANGA (insetti)
19) BALAK (bambini)
4) VAYU (vento)
12) BHRAMAR (ape nera)
20) KUMARI (vergine)
5) AKASHA (spazio - cielo)
13) MADHUKSHIKA (miele)
21) SANF (serpente)
6) CHANDRA (luna)
14) GAJ (elefante)
22) SHARAKRIT (arciere)
7) SURYA (sole)
15) MRIG (diamante)
23) MAKADI (ragno)
8 KAPOT (piccione)
16) MIN (pesci)
24) BRINGI (i più piccoli esseri)


Immagine

Avatar utente
anais
brahmana
brahmana
Messaggi: 1239
Iscritto il: 25 gennaio 2007, 23:13
Località: ovunque e da nessuna parte

Messaggioda anais » 19 aprile 2009, 10:11

ciao pushhhhan..........
è mooolto interessante ciò che hai scritto...
ho una curiosità.........
cosa avrebbe insegnato la narice dx???
e perchè non la sx?? (sono mancina e ci tengo alla parità!)
perchè le mie narici mi hanno insegnato che quando sono raffreddata ogni tot ore si otturano in modo alternato...
prima una poi l'altra e via di seguito...come se mi prendessero in giro.. :shock:
ma a parte questo non ho mai avuto altri contatti con le narici........ :shock: :shock: :shock:
baci.
anais
Se per la gioia cammini a un metro da terra, niente ti farà inciampare.

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 19 aprile 2009, 12:00

anais ha scritto:ciao pushhhhan..........
è mooolto interessante ciò che hai scritto...
ho una curiosità.........
cosa avrebbe insegnato la narice dx???
e perchè non la sx?? (sono mancina e ci tengo alla parità!)
perchè le mie narici mi hanno insegnato che quando sono raffreddata ogni tot ore si otturano in modo alternato...
prima una poi l'altra e via di seguito...come se mi prendessero in giro.. :shock:
ma a parte questo non ho mai avuto altri contatti con le narici........ :shock: :shock: :shock:
baci.
anais

la narice destra è il Sole: dalla luce splendente e vificante.
Quella sinistra è quella della Luna, dalla luce attenuata e rinfrescante.
Forse Dattatreya intendeva tutte e due le narici come guru...bisognerebbe chiedere a lui...
o leggere in sanscrito i 24 guru...
magari ci pensa Paolo.
ciao

PS: curare il raffreddore e le narici turate è un'arte raffinata...ci vuole tempo e costanza, io comincerei con i lavaggi con l'acqua di mare (si trova nei negozi in fialette già pronte per l'uso, a meno che tu ti voglia lanciare con la lota...)

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5597
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 19 aprile 2009, 12:18

La tradizione racconta che l'asceta Dattatreya non dichiarò mai di avere ricevuto l'istruzione da un guru tradizionale, dichiarò invece di avere avuto ventiquattro maestri: l'acqua, il mare, vari animali, un fabbricante di frecce.


il 26° era isvara.

mai pensato che i 24 maestri sono i 24 tattva?

un bacio.
ryu no kokyu
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
pushan
brahmana
brahmana
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 11:57

Messaggioda pushan » 19 aprile 2009, 12:26

Paolo proietti ha scritto:
La tradizione racconta che l'asceta Dattatreya non dichiarò mai di avere ricevuto l'istruzione da un guru tradizionale, dichiarò invece di avere avuto ventiquattro maestri: l'acqua, il mare, vari animali, un fabbricante di frecce.


il 26° era isvara.

mai pensato che i 24 maestri sono i 24 tattva?

un bacio.
ryu no kokyu

a dire la verità sono piuttosto ignorante su alcune cose, anzi su molte...
a mala pena so che cosa sono i tattva...dunque aspetto l'istruzione con la fronte sui tuoi piedi di loto.

e il 25?
te lo sei mangiato? :mrgreen:
p,


Torna a “Mantra”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite