Pagina 2 di 3

Inviato: 24 febbraio 2007, 23:31
da onofrio
R9+ ha scritto:Io sono per la semplicità, non per la superficialità,
occorre saper distinguere le due cose.


non esiste superfice più semplice che la totalità..

l'insieme..a piccoli passi..

prima si sentirà solo la melodia..
poi si sentirà la tonalità..
poi la sincronia..
poi le parole..
poi il senso delle parole..
poi la direzione delle parole..
poi l'osservare..
poi l'insieme..
poi la "confidenza"..
poi la naturalezza..
poi diventerà come respirare..
...........................................per poi dimenticare!!

Inviato: 24 febbraio 2007, 23:58
da R9+
Mi dispiace ma con me non attacca!
Prova ad incantare qualcun altro. :)

Inviato: 25 febbraio 2007, 0:10
da onofrio
Io ci ho provato.. :lol:

Inviato: 25 febbraio 2007, 18:26
da cico
R9+ ha scritto:Forse a qualcuno di voi sarà capitato di far girare un mantra sullo stereo e magari dopo un po assistere ad una lite furibonda dei vicini, o di qualche famigliare


non mi risulta che possa succedere una cosa simile per effetto della semplice "esposizione" alle vibrazioni prodotte da uno stereo che si ascolta in lontananza...

un conto è la ripetizione, un altro è il semplice ascolto, il cui effetto è decisamente più debole rispetto alla ripetizione...

spurghi intensi a livello mentale/emozionale, che possono portare a situazioni di crisi, avvengono se si pratica eccessivamente... basta non esagerare...
ma chi non pratica sicuramente non sperimenta gli effetti di cui parli tu...

inoltre... i miei vicini sono persone tranquillissime, anche se ascoltano involontariamente un po' di mantra o kirtan ogni tanto...
Ciao cico :)

Inviato: 25 febbraio 2007, 23:05
da R9+
Lo so Cico, sono tante le cose che a te non risultano, ma dovresti metterti in testa che tante cose esistono anche se non sei in grado di vederle!

Inviato: 26 febbraio 2007, 1:14
da Mellyna
:shock:
A me è successo di far ascoltare ad altri in macchina un cd di kirtan di Jai Uttal (moderno) molto bello, che normalmente mi dà conforto e buon umore.
La prima volta il conducente si è innervosito e ha cominciato a guidare da p... Delle due comari sedute dietro una ha fatto una delle sue insensate sfuriate catto-fanatiche che non faceva da un po' e l'altra si è lamentata ancora più forte e più lagnosamente delle sfighe della sua vita.
L'umore generale si è riversato su di me. Ho spento l'autoradio e dopo un po' si sono calmati tutti.

OK, mi son detta, sarà un caso, come fanno ad agitarsi con una musica così??

Seconda volta qualche giorno dopo: stessa scena.
Terza volta: pure, con altre persone.

Quarta volta: non c'è stata.

Se sono in casa e ci sono i miei familiari (cioè quasi sempre) dopo 20 secondi che sentono bhajan o mantra si innervosiscono e mi dicono che è musica "satanica" o "metallica" (non distinguono le due cose) e che è fatta apposta con uno "scopo". Scopo?? Boh?
Per la cronaca era un bhajan dolce dedicato a Laxmi :shock:

O sono circondata da idioti o qualcosa si smuove o entrambe le cose che è peggio.
:|

Inviato: 26 febbraio 2007, 10:00
da R9+
Come ho spiegato, c'è una parte di energia nelle persone (in quanto duali) che non sopporta le vibrazioni di luce emesse dai Mantra (e non solo), questa parte di energia che è dentro ognuno di noi, seppur in percentuali diverse, è quella parte di noi che per continuare ad esistere deve nutrirsi di vibrazioni negative, e perciò spinge continuamente la persona all'errore, violenza, invidia, menzogna, etc. etc. essa si nutre di queste vibrazioni.
Questa parte di energia oscura tende a diminuire con la pratica dei Mantras e delle tecniche yoga, tecniche che andrebbero sempre dosate senza mai esagerare, proprio per non scatenare queste reazioni.
Solitamente le persone, che in genere non hanno nessuna consapevolezza di quanto sto dicendo, fanno fatica ad accorgersene, e come al solito, a collegare cause ed effetti, ma il fatto che uno non lo veda non significa che non ci sia, come ho gia detto a Cico.

Inviato: 26 febbraio 2007, 20:15
da paolo-ammachi
Mellyna ha scritto::shock:
A me è successo di far ascoltare ad altri in macchina un cd di kirtan di Jai Uttal (moderno) molto bello, che normalmente mi dà conforto e buon umore.
La prima volta il conducente si è innervosito e ha cominciato a guidare da p... Delle due comari sedute dietro una ha fatto una delle sue insensate sfuriate catto-fanatiche che non faceva da un po' e l'altra si è lamentata ancora più forte e più lagnosamente delle sfighe della sua vita.
L'umore generale si è riversato su di me. Ho spento l'autoradio e dopo un po' si sono calmati tutti.

OK, mi son detta, sarà un caso, come fanno ad agitarsi con una musica così??

Seconda volta qualche giorno dopo: stessa scena.
Terza volta: pure, con altre persone.

Quarta volta: non c'è stata.

Se sono in casa e ci sono i miei familiari (cioè quasi sempre) dopo 20 secondi che sentono bhajan o mantra si innervosiscono e mi dicono che è musica "satanica" o "metallica" (non distinguono le due cose) e che è fatta apposta con uno "scopo". Scopo?? Boh?
Per la cronaca era un bhajan dolce dedicato a Laxmi :shock:

O sono circondata da idioti o qualcosa si smuove o entrambe le cose che è peggio.
:|


Ora che ci ripenso anche io ho avuto delle esperienze simili.
Molte persone non reggono l'ascolto dei mantra/bhajan.
Mi ricordo una volta ero nella mia stanza e ascoltavo i miei bhajan preferiti. Avevo il volume abbastanza alto e stavo ascoltando un bhajan molto potente (ritmo incalzante, voce dello swami che faceva un assolo in tonalità molto alta), all'improvviso entro' mia madre e mi disse: "ma come fai ad ascoltare questa roba? Cos'è sta litania?". Oltre al volume che era alto, lei non sopportava il ritmo del bhajan e la tonalità molto alta. Ora quando ascolto i bhajan cerco di non alzare troppo il volume. E' evidente quindi che certe persone non reggono la portata energetica.
Quindi questa è la prova che i mantra e i bhajan lavorano a livello moooolto sottile.

Inviato: 26 febbraio 2007, 20:17
da paolo-ammachi
Mellyna ha scritto::shock:
A me è successo di far ascoltare ad altri in macchina un cd di kirtan di Jai Uttal (moderno) molto bello, che normalmente mi dà conforto e buon umore. :|


Anche a me piace Jai Uttal. Hai mai ascoltato Krishna Das? Sono stupendi.

...

Inviato: 26 febbraio 2007, 22:02
da cico
Ciao,
Secondo me quelli che riportate non sono esempi di effetti causati dalle vibrazioni di un mantra...

Semplicemente si tratta della più che normale ritrosia, volendo anche avversione, da parte di persone che non conoscono il mondo dello yoga, verso qualcosa che per l'appunto non si conosce e non si capisce...

...tali atteggiamenti non sono dovuti alle vibrazioni di un mantra.

Anche io agli inizi della mia pratica yoga non accettavo tutto ciò che aveva a che fare con il sanscrito, non mi piacevano i mantra ed i kirtan... li percepivo come un qualcosa di troppo distante dal mio modo di essere... ma la cosa era indipendente dall'essere sottoposto all'influsso di una vibrazione... era una questione di testa... non vibrazionale.
Ciauz! cico :)

Inviato: 26 febbraio 2007, 22:04
da cico
paolo-ammachi ha scritto: Hai mai ascoltato Krishna Das?


Veramente bravissimo :D

Inviato: 26 febbraio 2007, 22:29
da gimnosofista
paolo-ammachi ha scritto:
Ora che ci ripenso anche io ho avuto delle esperienze simili.
Molte persone non reggono l'ascolto dei mantra/bhajan.
Mi ricordo una volta ero nella mia stanza e ascoltavo i miei bhajan preferiti. Avevo il volume abbastanza alto e stavo ascoltando un bhajan molto potente (ritmo incalzante, voce dello swami che faceva un assolo in tonalità molto alta), all'improvviso entro' mia madre e mi disse: "ma come fai ad ascoltare questa roba? Cos'è sta litania?". Oltre al volume che era alto, lei non sopportava il ritmo del bhajan e la tonalità molto alta. Ora quando ascolto i bhajan cerco di non alzare troppo il volume. E' evidente quindi che certe persone non reggono la portata energetica.
Quindi questa è la prova che i mantra e i bhajan lavorano a livello moooolto sottile.


succede lo stesso a molte persone quando sale il vento. Diventano nervosissimi. Io invece che amo veleggiare divento radioso e corro al mare. Certe cose o le sai amare o ti danno fastidio.

Inviato: 26 febbraio 2007, 22:37
da onofrio
Condivido..
io ascolto mantra di continuo..

Deva Premal..LAMA GYOURME..BAJAN di AMMA..

ascolto invocazioni di purificazione del LAMA GANGCHEN...

E QUELLO CHE SI MUOVE...è dentro di me..

avvertire per chi ne sia predisposto..
energie tutte intorno..

basterà già il cambio di fase lunare.. :wink:
..ola

Inviato: 26 febbraio 2007, 22:48
da R9+
Ripeto ancora, e senza volermi porre al di sopra di nessuno, che non tutti abbiamo la stessa capacità di renderci conto di quello che ci circonda e che ci succede, le cose che dico sono vere, anche se Cico e molti altri non riescono a comprenderle e vederle. Capisco benissimo che sia difficile rendersi conto di cose che per me e per pochi altri sono elementari e vedo anche molto bene cosa le mie parole agitano in alcuni, ma non posso fare a meno di ripetere che le cose che dico esistono, anche se non tutti possono rendersene conto. (per ora)

Inviato: 26 febbraio 2007, 22:55
da R9+
Qualche tempo fa noi umani sostenevamo che la terra fosse piatta, e che era il sole a girare intorno alla terra, chiunque sostenesse il contrario era considerato un eretico.
Questo per sottolineare che spesso le cose non sono come uno ha sempre creduto che fossero, e che il solo modo di scoprirle e quindi di evolvere, è quello di rimanere aperti ad ogni possibilità, di essere elastici, senza fissarsi su quelle quattro cosucce che sappiamo e che abbiamo letto, perchè c'è molto molto di piu da conoscere, ve lo assicuro!
Quello che è possibile scoprire e sapere va ben oltre ciò che è immaginabile, ma se ognuno rimane attaccato al piatto in cui mangia sarà ben difficile fare dei passi in avanti e scoprire l'immensità di particolari che ci riguardano!