Sirsasana, difficoltà...

discussioni specifiche sulle posizioni
AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2509
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Messaggioda AT » 18 novembre 2008, 0:39

Io eseguo:
posizioni capovolte:
Shirsasana, Sarvangasana, Adho mukha vrksasana, panca per inversione.
Posizioni semi-capovolte: halasana, uttanasana, ado mukha svanasana.
Sulle posizioni semi-capovolte penso che non ci sia niente da dire.
Per quello che riguarda le posizioni capovolte, penso che rinunciarci introdurrebbe un grave handicap nella mia pratica. Ma quante persone, su milioni che le praticano correttamente, hanno subito danni? La pratica di posizioni capovolte dovrebbe venire meno con l'età avanzata?

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1947
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

ritorno sull'argomento

Messaggioda matasilogo » 19 novembre 2008, 1:11

Stefano80 ha scritto:cosa si intende per "visione nera"?
la cessasione delle illusioni e la visione della realtà così com'è,senza fronzoli vari?

oppure un problema neuronale dovuto alla ripetizione prolungata di postura?

facci sapere.
grazie mille
ste

Ritorno sull'argomento perchè ci tengo ad essere compreso correttamente.
Ad ogni azioni corrisponde una reazione e gli effetti collaterali possono essere funzione della difficoltà e o della preparazione dell'allievo e del maestro. Chi viene a fare yoga lo fa per crescere spiritualmente o migliorare fisicamente. Ci sono allievi atletici, meno atletici, poco atletici, con problemi, giovani od anziani in gamba, percettivi o presuntuosi.
In altra parte ho cercato di far capire che non demonizzo
questa asana, ma che necessita attenzione e che se...se....si hanno dei problemi sarebbe una bella indicazione di qualche deterioramento. Gli allievi nuovi non vengono portati subito alle asana complesse, ce ne sono così tante!!!!!
Finiamola di dire si o no, vero o falso, buono o cattivo. Ci sono mille sfumature. In fisica si dice c'è un campo da....a. Se sono serio ed esauriente, non faccio una condanna a morte od una assoluzione ma do una dimensione del fenomeno, non sono qualitativo, ma quantitativo. E' questo il salto di qualità degli ultimi secoli Galileiani. Povero Galileo cosa ha dovuto subire dalla mentalità del vero o falso.
Pensiamo nel generale ed agiamo nel particolare
Non ci sono solo le asana nello YOGA. OM
P.S. Pensiamoci bene: agire nel particolare (BINDU) è Dharana e il generale (3 dimensioni) è Dyana. E Samadhi? (3d+T). OMom

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1947
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

demonizzazione no

Messaggioda matasilogo » 31 dicembre 2008, 18:42

Wolf ha scritto:Non ho nè conoscenze nè l'esperienza per poter valutare l'attendibilità di ciò che viene detto, però la "demonizzazione" di sirsanasa mi lascia molto perplesso.

Non confondere dem onizzazione con prudenza e gradualità che ho citato
Meglio conoscere che credere OM

Avatar utente
matasilogo
brahmana
brahmana
Messaggi: 1947
Iscritto il: 16 agosto 2008, 11:41
Località: Villa d'Adda Bergamo
Contatta:

Messaggioda matasilogo » 31 dicembre 2008, 18:57

AT ha scritto:Io eseguo:
posizioni capovolte:
Shirsasana, Sarvangasana, Adho mukha vrksasana, panca per inversione.
Posizioni semi-capovolte: halasana, uttanasana, ado mukha svanasana.
Sulle posizioni semi-capovolte penso che non ci sia niente da dire.
Per quello che riguarda le posizioni capovolte, penso che rinunciarci introdurrebbe un grave handicap nella mia pratica. Ma quante persone, su milioni che le praticano correttamente, hanno subito danni? La pratica di posizioni capovolte dovrebbe venire meno con l'età avanzata?

Per smentire che ho fatto demonizzazione , ho anche detto che qualcuno che lo praticava normalmente come me può usarla per verificare se i centri di controllo della pressioone cefalica sono ancora efficenti. In caso contrari si avrebbe un momento di visione nera che (di solito) è transitoria.
dal sito: FISICA E FISIOLOGIA DEL VOLO ACROBATICO
I disturbi circolatori che insorgono sotto carico di G, sono :
n Encefalo e Retina sono temporaneamente deprivati di O2 :
VISIONE GRIGIA (GREY-OUT)
n Dopo un ulteriore aumento di 1G, perdita della visione :
VISIONE NERA (BLACK-OUT)
n Se la manovra continua insorge perdita di coscienza :
G-INDUCED LOSS OF CONSCIOUSNESS
(G-LOC)37
Non avrete mica paura di morire? Impara a giocare. OM

Avatar utente
Andrea AtuttoYoga
sudra
sudra
Messaggi: 31
Iscritto il: 25 maggio 2015, 12:51
Località: Viterbo
Contatta:

Re: Sirsasana, difficoltà...

Messaggioda Andrea AtuttoYoga » 16 settembre 2016, 18:14

Ciao, questa posizione è bellissima ma va presa giustamente con le pinze.

Prima di tutto è giusto apprenderla da un insegnante esperta che ti può visionare mentre la esegui le prime volte. In questo modo si mettono le basi per un esecuzione sicura e poi si può lavorare con calma e pazienza sul farla correttamente e mantenerla.

Inoltre è anche importantissimo ascoltare il proprio corpo. Penso chi se ci si sente troppo pesanti è da prenderlo come un messaggio che ci sta mandando il corpo, allora è giusto evitare questo asana per il momento, alla fine ce ne sono molti altri che si possono fare per preparare Sirsasana e che sono comunque molto benefici. Perché fare per forza questo anche se non si è pronti?

Una volta che lo si è questa posizione viene molto più naturale di quello che si pensa: i piedi si alzano da soli, il peso è sostenuto facilmente dalle spalle e si riesce a mantenerla anche a lungo.
Fondatore del blog http://www.atuttoyoga.it


Torna a “Asana”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron