yoga

misticismo, esoterismo, riflessioni e temi vari
ire_ne
sudra
sudra
Messaggi: 16
Iscritto il: 25 luglio 2016, 9:00

Re: yoga

Messaggioda ire_ne » 14 ottobre 2016, 15:07

Paolo proietti ha scritto:
tamerlano ha scritto:
Indra ha scritto:un vira non si siede ai piedi di nessun maestro o dio od altro e non essendo legato a nulla da nulla non ha alcun bisogno di


Indra mi spiegheresti per piacere una cosa? Stando a quello che dici un vira non
dovrebbe mai pronunciare un mantra come "Om namah Shivaya" , in quanto
si starebbe "sedendo ai piedi" ? Ho capito male? Grazie in anticipo.

Tamerlano bricconcello!!!!
:lol: :lol:
e dove è che nei post degli ultimi giorni Mauro avrebbe parlato di Vira che non dovrebbe pronunciare Om namaha Shivaya?
Mi daresti le citazioni please?
Ti ringrazio in anticipo.
:D


indra ha scritto:un vira non ha devozione verso nessuno
nello specifico : om non è il pranava ma semplice formula augurale vedica che si adoperava all'inizio dei riti e a volte anche alla fine
pranava è il cigno bianco ed il cigno nero
namah va bene per i pashu
siva significa ' il benevolo' ed è una divinità vedica sovrapposta all'asura rudra che è tutt'altro che benevolo


Non capisco il motivo di queste strane interpretazioni di una domandina semplice semplice.
Me lo spieghi per piacere?

Lo sai quale è il problema?
In un momento in cui si inserisce la PNL come materia di studio anche nei corsi di uncinetto i tuoi giochini di manipolazione appaiono assai puerili.
1) la ultima discussione verteva sui Nath e sulle loro quattro parole chiave: Svecchachara- Sama- samarasa- sahaja.
2) tu te ne freghi altamenete (segno che il tuo scopo è altro dal discutere l'argomento) e svii l'attenzione sulla devozione
3) usi argomenti che stanno a cuore a molti, la devozione e il mantra Om Namaha Shivaya che non erano assolutamente stati sfiorati.

Quale è dunque il tuo scopo reale ?
Ovviamente far dire a Mauro cose che non ha detto per metterlo in conflitto con coloro che seguono la via della devozione e amano il mantra Om namaha Shivaya.

Se lo scopo di questo Forum è la condivisione , con discussioni a volte assai accese su temi e pratiche, il tuo scopo è ovviamente creare divisione.
Non è bello.

Ti interessa la discussione su Svecchachara?
Parlane.

Dici che non è vero che usi tecniche di manipolazione linguistica per creare divisione e scalpore e mettere in cattiva luce altri?
Rispondimi: tu hai mai praticato il mantra Om Namaha Shivaya?

Hai mai esplorato i suoi significati (ve ne sono a quattro livelli)?

Lo sai che Shiva non è un nome ma un aggettivo?

Lo sai che Shiva/hara è il bene dell'universo inteso come flusso vitale che attraverso il cordone ombelicale Vishnu/hari porta la coscienza nella Materia Oscura rendendo chiara la LUCE OSCURA?
OM SHIVA LINGAYA NAMAHA!
Harahari Om!

Parliamone, ma ti prego,parliamo di Filosofia e di Yoga che i giochini mentali ci hanno stancato assai: sviluppano solo un'energia fredda, metallica che allontana dalla luce/coscienza.

Sviluppano un fuocherello fittizio che alcuni idioti scambiano per il fuoco incolore.
Lo yoga si pratica non si pensa.

ire_ne
sudra
sudra
Messaggi: 16
Iscritto il: 25 luglio 2016, 9:00

Re: yoga

Messaggioda ire_ne » 14 ottobre 2016, 15:18

Indra ha scritto:ire_ne
il mahanirvana nasce in ambito sakta che riconosce i veda e quindi brahman come fine ultimo pieno di 'non è questo nè quello ecc'
ci credono? cosa loro
esiste solo un hatha yoga ed è prevedico ed antico quanto l'uomo ed ubiquitario


Ci credi? cosa tua.
Però non hai spiegato perché hai citato il Mahanirvana tantra a sostegno delle tue idee sul fai-come-ti-pare-yoga per poi ritrattare.


in india è stato sistematizzato quasi integralmente da patanjali mentre vari maestri siddhanath introdussero personalizzazioni a seconda delle loro inclinazioni come era uso


Stai dicendo che Patanjali era un hatha yogi? contento te...
Io la so diversa.
Potresti per piacere portarmi l'esempio anche di un solo testo dove sta scritta questa cosa?

perdona questo vecchio serpente ma ho scritto che ' sono la Tessitrice' o l'egizia Nut dal corpo di stelle che era Colei che Tutto intesse
quindi sono colei che intesse tutte le vie creandone i Disegni poichè esistono già tutte in Me poichè IO sono Colei che crea mantiene e distrugge


Non la prendere a male, ognuno ha le sue fisse, pure io credo di essere Selena Gomez.
;-)


ancora con le domandine alla ramana?
IO sono IO
chi è IO? IO è IO e colui che è e signore di se stesso e colui che è ciò che sceglie di essere
è l'incubo delle ore diurne per colui che ignora ed il sogno delle ore notturne per chi è sveglio
è colui che è consapevole
IO è IO


Da quanto scrivi IO sembrerebbe il Sè almeno qui e là.
Perché dovrebbe essere un incubo per gli ignoranti?
Ultima modifica di ire_ne il 14 ottobre 2016, 15:47, modificato 1 volta in totale.

tamerlano
vaisya
vaisya
Messaggi: 77
Iscritto il: 9 dicembre 2015, 13:07

Re: yoga

Messaggioda tamerlano » 14 ottobre 2016, 15:46

ire_ne ha scritto:
Paolo proietti ha scritto:
tamerlano ha scritto:
Indra mi spiegheresti per piacere una cosa? Stando a quello che dici un vira non
dovrebbe mai pronunciare un mantra come "Om namah Shivaya" , in quanto
si starebbe "sedendo ai piedi" ? Ho capito male? Grazie in anticipo.

Tamerlano bricconcello!!!!
:lol: :lol:
e dove è che nei post degli ultimi giorni Mauro avrebbe parlato di Vira che non dovrebbe pronunciare Om namaha Shivaya?
Mi daresti le citazioni please?
Ti ringrazio in anticipo.
:D


indra ha scritto:un vira non ha devozione verso nessuno
nello specifico : om non è il pranava ma semplice formula augurale vedica che si adoperava all'inizio dei riti e a volte anche alla fine
pranava è il cigno bianco ed il cigno nero
namah va bene per i pashu
siva significa ' il benevolo' ed è una divinità vedica sovrapposta all'asura rudra che è tutt'altro che benevolo


Non capisco il motivo di queste strane interpretazioni di una domandina semplice semplice.
Me lo spieghi per piacere?



Ma che ti metti pure a chiedere le spiegazioni? :lol:
Non l'ha proprio capita la domandina semplice semplice, neanche
avrà visto il punto interrogativo...e neanche avrà notato il neretto che hai usato
:lol: :lol:

ire_ne
sudra
sudra
Messaggi: 16
Iscritto il: 25 luglio 2016, 9:00

Re: yoga

Messaggioda ire_ne » 14 ottobre 2016, 16:27

tamerlano ha scritto:
ire_ne ha scritto:
Paolo proietti ha scritto:Tamerlano bricconcello!!!!
:lol: :lol:
e dove è che nei post degli ultimi giorni Mauro avrebbe parlato di Vira che non dovrebbe pronunciare Om namaha Shivaya?
Mi daresti le citazioni please?
Ti ringrazio in anticipo.
:D


indra ha scritto:un vira non ha devozione verso nessuno
nello specifico : om non è il pranava ma semplice formula augurale vedica che si adoperava all'inizio dei riti e a volte anche alla fine
pranava è il cigno bianco ed il cigno nero
namah va bene per i pashu
siva significa ' il benevolo' ed è una divinità vedica sovrapposta all'asura rudra che è tutt'altro che benevolo


Non capisco il motivo di queste strane interpretazioni di una domandina semplice semplice.
Me lo spieghi per piacere?



Ma che ti metti pure a chiedere le spiegazioni? :lol:
Non l'ha proprio capita la domandina semplice semplice, neanche
avrà visto il punto interrogativo...e neanche avrà notato il neretto che hai usato
:lol: :lol:



Tamerlano io qua sono novizia, se vedo dinamiche strane m'intrigo e cerco di capire.
:lol:
Ammetterai che è strano che uno (tu) fa una domanda e l'altro (non il destinatario della domanda) se ne esce con uno sproloquio sulla pnl, le energie calde e fredde e tutta una serie di motivazioni che starebbero dietro quella domanda.
Non si capisce e allora chiedo.

È strano pure che Indra dice che il vira non è devoto a niente e nessuno quando i tantra sono devozionali per definizione, infatti anche i testi attribuiti a Gorakhnath, che qui vanno forte, sono pieni di devozione, al maestro, a Shiva, alla dea, etc.
Quindi Gorakhnath non era un vira? Eppure i suoi seguaci lo ritengono addirittura un deva.
Non si capisce, ci sono contraddizioni tali che non si può non chiedere.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3075
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: yoga

Messaggioda fabio » 14 ottobre 2016, 16:35

Gentilmente chiedo a tutti gli utenti di concentrarsi sui contenuti ed evitare offese e/o attacchi personali. Grazie
IL GRANDE CONTROLLORE

tamerlano
vaisya
vaisya
Messaggi: 77
Iscritto il: 9 dicembre 2015, 13:07

Re: yoga

Messaggioda tamerlano » 14 ottobre 2016, 16:48

Tamerlano io qua sono novizia, se vedo dinamiche strane m'intrigo e cerco di capire.
:lol:
Ammetterai che è strano che uno (tu) fa una domanda e l'altro (non il destinatario della domanda) se ne esce con uno sproloquio sulla pnl, le energie calde e fredde e tutta una serie di motivazioni che starebbero dietro quella domanda.
Non si capisce e allora chiedo.


Sì è molto più che strano, ma che te devo dì? :( Tra l'altro io di pnl non ne so niente nella pratica, visto che ho studiato (anche) scienze della comunicazione, dove viene solo criticata o ignorata.
Però non mi tirare dentro :) , poi inizia con discussioni sterminate e ...per quello avevo scritto di lasciare
perdere( e ho cancellato proprio per lasciare perdere). :D

ire_ne
sudra
sudra
Messaggi: 16
Iscritto il: 25 luglio 2016, 9:00

Re: yoga

Messaggioda ire_ne » 14 ottobre 2016, 17:10

tamerlano ha scritto:
Tamerlano io qua sono novizia, se vedo dinamiche strane m'intrigo e cerco di capire.
:lol:
Ammetterai che è strano che uno (tu) fa una domanda e l'altro (non il destinatario della domanda) se ne esce con uno sproloquio sulla pnl, le energie calde e fredde e tutta una serie di motivazioni che starebbero dietro quella domanda.
Non si capisce e allora chiedo.


Sì è molto più che strano, ma che te devo dì? :( Tra l'altro io di pnl non ne so niente nella pratica, visto che ho studiato (anche) scienze della comunicazione, dove viene solo criticata o ignorata.
Però non mi tirare dentro :) , poi inizia con discussioni sterminate e ...per quello avevo scritto di lasciare
perdere( e ho cancellato proprio per lasciare perdere). :D


No tranquillo non ti tiro dentro, rispondevo solo.
Ma dentro dove? :shock:

Che è successo qua dentro che state tutti con i peli erti come gatti del Bengala sotto attacco?
:roll: :D

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: yoga

Messaggioda Paolo proietti » 14 ottobre 2016, 17:48

Che cuccioli!!! :D :D :D
Svami Vivekananda, se non ricordo male, afferma che uno dei maggiori pericoli dello yogin è la malizia, che non è il film con Laura Antonelli, ma l'uso del linguaggio obliquo.
Vedi Tamerlano, da alcuni anni ci sono delle persone che si iscrivono al forum in gruppo ( forse è casuale) e intervengono con una certa periodicità e, di solito senza esprimere opinioni o testimoniare le pratiche, con lo scopo di creare conflitti.
Le tecniche dialettiche sono sempre le stesse, tanto che a volte mi viene il dubbio che siano sempre le stesse persone che seguono le stesse indicazioni di massima: si interviene con educazione e gentilezza su argomenti apparentementi inoffensivi e si cerca, evitando di esporsi personalmente, di trovare delle contraddizioni nel dire di tizio e caio facendo riferimento ad un sapere da eruditi, di testi, e di wikipedia.

Si interviene non con lo scopo di condividere e testimoniare, ma ripeto, con quello di mettere in cattiva luce questo o quell'utente e creare conflitti anche là dove non avrebbero ragione di essere.

Spesso questi periodici interventi hanno assunto l'aspetto di vere e proprie punizioni punitive, con quattro, cinque utenti per volta che apparivano all'improvviso si scagliavano contro un altro utente per poi scomparivano senza lasciare traccia.

Ignoro le motivazioni di questi personaggi, e non mi interessa affatto approfondire.
Mi diverte solo il notarlo.

Trovo molto buffo che ancora oggi si ripetano le medesime dinamiche.
Mauro ha lasciato da tempo il suo linguaggio oscuro e si è rivelato per quello che è: un praticante di yoga che ha avuto determinate intuizioni, iniziazioni e realizzazioni.

Perché argomentare sulla base di ciò che ha scritto 10 o 200 mesi fa? A che serve?

Mi paioni solo giochi mentali.

Buddha Shakyamuni diceva che è meglio immedesimarsi nel corpo che nella mente.
Il corpo dura 50 o 100 anni, la mente muta ad ogni istante, come una scimmia che salta di ramo in ramo.

Ognuno fa le sue scelte.
Ognuno decide della sua vita come può e deve.
Ma in queste provocazioni, in questo cercare di dimostrare che Mauro non ha rispetto per la devozione o che si spaccia per avadhuta, senza tener conto di ciò che ha scritto nei post a cui voi, teoricamente vorreste rispondere, mi pare di leggere una malizia inutile.

Affilare lo strumento della mente senza tener conto delle emozioni che muovono le azioni e i pensieri umani, a mio parere, può produrre risultati assai negativi.

Ma ovviamente è un mio parere.

Mi piacerebbe che una volta, in un tempo futuro tutti questi nick immaginifici mostrassero la loro faccia e il nome che gli hanno dato i genitori.

Dietro ai personaggi c'è sempre e solo l'essere umano.

E l'essere umano con tutti i suoi difetti, meschinità, errori, è una creatura meravigliosa perchè è nato dall'Amore .

Yogin, avadhuta, sadhaka, sono solo titoli che indicano un ruolo, un personaggio appunto.
nel Tantra si dice:
Nessun Maestro, nessun Guru: solo Amore, e l'unica maniera di vivere nell'Amore è quella di arrendersi alla Vita.

Concludo scusandomi con Mauro per invaso il suo spazio.

Adesso torno al lavoro...
Un sorriso,
Paolo
Il Manzo non Esiste

ire_ne
sudra
sudra
Messaggi: 16
Iscritto il: 25 luglio 2016, 9:00

Re: yoga

Messaggioda ire_ne » 14 ottobre 2016, 20:02

Paolo proietti ha scritto:Che cuccioli!!! :D :D :D

... di tigre :P

Svami Vivekananda, se non ricordo male, afferma che uno dei maggiori pericoli dello yogin è la malizia, che non è il film con Laura Antonelli, ma l'uso del linguaggio obliquo.
Vedi Tamerlano, da alcuni anni ci sono delle persone che si iscrivono al forum in gruppo ( forse è casuale) e intervengono con una certa periodicità e, di solito senza esprimere opinioni o testimoniare le pratiche, con lo scopo di creare conflitti.
Le tecniche dialettiche sono sempre le stesse, tanto che a volte mi viene il dubbio che siano sempre le stesse persone che seguono le stesse indicazioni di massima: si interviene con educazione e gentilezza su argomenti apparentementi inoffensivi e si cerca, evitando di esporsi personalmente, di trovare delle contraddizioni nel dire di tizio e caio facendo riferimento ad un sapere da eruditi, di testi, e di wikipedia.

Si interviene non con lo scopo di condividere e testimoniare, ma ripeto, con quello di mettere in cattiva luce questo o quell'utente e creare conflitti anche là dove non avrebbero ragione di essere.

Spesso questi periodici interventi hanno assunto l'aspetto di vere e proprie punizioni punitive, con quattro, cinque utenti per volta che apparivano all'improvviso si scagliavano contro un altro utente per poi scomparivano senza lasciare traccia.

Ignoro le motivazioni di questi personaggi, e non mi interessa affatto approfondire.
Mi diverte solo il notarlo.

Trovo molto buffo che ancora oggi si ripetano le medesime dinamiche.
Mauro ha lasciato da tempo il suo linguaggio oscuro e si è rivelato per quello che è: un praticante di yoga che ha avuto determinate intuizioni, iniziazioni e realizzazioni.

Perché argomentare sulla base di ciò che ha scritto 10 o 200 mesi fa? A che serve?

Mi paioni solo giochi mentali.


Tu hai chiesto dove negli ultimi giorni Indra ha scritto che il vira non pratica devozione e ho postato la citazione dove l'ha scritto.
Non è che fai giochini mentali?


Buddha Shakyamuni diceva che è meglio immedesimarsi nel corpo che nella mente.
Il corpo dura 50 o 100 anni, la mente muta ad ogni istante, come una scimmia che salta di ramo in ramo.

Ognuno fa le sue scelte.
Ognuno decide della sua vita come può e deve.
Ma in queste provocazioni, in questo cercare di dimostrare che Mauro non ha rispetto per la devozione o che si spaccia per avadhuta, senza tener conto di ciò che ha scritto nei post a cui voi, teoricamente vorreste rispondere, mi pare di leggere una malizia inutile.


Tranquillo, ho tenuto conto di tutto ciò che è stato scritto.
Perché vedi provocazioni, malizia e tentativi di creare conflitti in semplici domande?
Non si capisce.
Succede che si vede negli altri ciò che sta acquattato zitto zitto dentro di noi.



Affilare lo strumento della mente senza tener conto delle emozioni che muovono le azioni e i pensieri umani, a mio parere, può produrre risultati assai negativi.

Ma ovviamente è un mio parere.

Mi piacerebbe che una volta, in un tempo futuro tutti questi nick immaginifici mostrassero la loro faccia e il nome che gli hanno dato i genitori.


Nick immaginifici? Mi sono iscritta come Irene perché sono Irene, solo che il nick era già preso e ho dovuto mettere un trattino.
[modificato da un moderatore]

Dietro ai personaggi c'è sempre e solo l'essere umano.

E l'essere umano con tutti i suoi difetti, meschinità, errori, è una creatura meravigliosa perchè è nato dall'Amore .

Yogin, avadhuta, sadhaka, sono solo titoli che indicano un ruolo, un personaggio appunto.
nel Tantra si dice:
Nessun Maestro, nessun Guru: solo Amore, e l'unica maniera di vivere nell'Amore è quella di arrendersi alla Vita.


Quale tantra lo dice? Mai sentito.


ogni tanto si potrebbe pure rispondere a qualche domanda, oltre a immaginarsi quello che non c'è.

Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 730
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Re: yoga

Messaggioda Indra » 14 ottobre 2016, 20:27

interessante..vediamo di proseguire ma prima chiariamo alcune cose che avevo lasciato scorrere
paolo è un Hathayogi praticante che applica lo svecchachara e lo fa correttamente nel suo proprio modo
ha scritto che quella vecchia strygia di indra non ha detto che un vira non dovrebbe pronunciare l'omnamah cosa vera basta rileggere
il resto sono inferenze
un vira fa come vuole e se sceglie di giocherellare con i mantra lo fa e non è legato nè alla coerenza nè all' incoerenza
ire_ne rileggi il mio post sullo sveccha e troverai che da subito ho parlato di Hatha yoga nath e per il mahanirvana l 'ho citato come testo di yoga nath dove si parla dello sveccha che era il fulcro della discussione e diverso dallo yoga upanisadico come finalità e metodo quindi nessun ritrattare
patanjali parla di yoga del corpo e della mente che è l'Hatha e non parla certo di brahman vedico e in india è noto come un grandissimo alkhemista ed il primo ad aver ottenuto la solidificazione del mercurio che è tecnica hatha yoga e dei nath e lo trovi nel rasayana
gorakhnath è un personaggio leggendario e si dice fosse in gioventù buddhista e poi vedantino ed infine allievo di matsyendranath ancor più leggendario e di cui si dice di tutto
il tantra è tutto devozionale? non la mano sinistra dove non ci sono nè sacratissimi testi nè maestri nè rituali nè dei nè altro da sè stessi
si ritiene che gli scritti attribuiti a gorakhnath siano circa del 11-14simo secolo dc mentre patanjali viene situato tra il 1 ac-6 secolo dc
di pratiche hatha si parla in alcune upanisad vedantine che vanno dal 12-3 secolo ac e l'hatha si ritrova da sempre in tutta la magia shamanica del mondo se conosci la magia shamanica sai di cosa parlo
solo chi ignora la propria vera essenza ha paura dell'ego e ne fa un incubo da esorcizzare con un Sè indimostrabile ed inconoscibile a cui si DEVE credere per fede peccato che un vira non abbia alcuna fede nè mantiene credenze
tu la sai diversamente? bene vediamo cosa sai e se hai coraggio
non mi deludere..
Ultima modifica di Indra il 15 ottobre 2016, 9:03, modificato 1 volta in totale.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: yoga

Messaggioda Paolo proietti » 14 ottobre 2016, 23:29

Indra ha scritto:solo chi ignora la propria vera essenza ha paura dell'ego e ne fa un incubo da esorcizzare con un Sè indimostrabile ed inconoscibile a cui si DEVE credere per fede peccato che un vira non abbia alcuna fede nè mantiene credenze


negli ultimi stage e conferenze ho parlato molto di questo.
Penso sia argomento da approfondire, Mauro.
Il Manzo non Esiste

ire_ne
sudra
sudra
Messaggi: 16
Iscritto il: 25 luglio 2016, 9:00

Re: yoga

Messaggioda ire_ne » 15 ottobre 2016, 10:48

Indra ha scritto:interessante..vediamo di proseguire ma prima chiariamo alcune cose che avevo lasciato scorrere
paolo è un Hathayogi praticante che applica lo svecchachara e lo fa correttamente nel suo proprio modo
ha scritto che quella vecchia strygia di indra non ha detto che un vira non dovrebbe pronunciare l'omnamah cosa vera basta rileggere
il resto sono inferenze
un vira fa come vuole e se sceglie di giocherellare con i mantra lo fa e non è legato nè alla coerenza nè all' incoerenza
ire_ne rileggi il mio post sullo sveccha e troverai che da subito ho parlato di Hatha yoga nath e per il mahanirvana l 'ho citato come testo di yoga nath dove si parla dello sveccha che era il fulcro della discussione e diverso dallo yoga upanisadico come finalità e metodo quindi nessun ritrattare
patanjali parla di yoga del corpo e della mente che è l'Hatha e non parla certo di brahman vedico e in india è noto come un grandissimo alkhemista ed il primo ad aver ottenuto la solidificazione del mercurio che è tecnica hatha yoga e dei nath e lo trovi nel rasayana
gorakhnath è un personaggio leggendario e si dice fosse in gioventù buddhista e poi vedantino ed infine allievo di matsyendranath ancor più leggendario e di cui si dice di tutto
il tantra è tutto devozionale? non la mano sinistra dove non ci sono nè sacratissimi testi nè maestri nè rituali nè dei nè altro da sè stessi
si ritiene che gli scritti attribuiti a gorakhnath siano circa del 11-14simo secolo dc mentre patanjali viene situato tra il 1 ac-6 secolo dc
di pratiche hatha si parla in alcune upanisad vedantine che vanno dal 12-3 secolo ac e l'hatha si ritrova da sempre in tutta la magia shamanica del mondo se conosci la magia shamanica sai di cosa parlo
solo chi ignora la propria vera essenza ha paura dell'ego e ne fa un incubo da esorcizzare con un Sè indimostrabile ed inconoscibile a cui si DEVE credere per fede peccato che un vira non abbia alcuna fede nè mantiene credenze
tu la sai diversamente? bene vediamo cosa sai e se hai coraggio
non mi deludere..



Ehi prof che fai m'interroghi?
Intanto però nessuno ha risposto alle molte domande poste.
:lol:

Il fatto è che propini le tue convinzioni come se fossero vere. Non c'è niente di male a inventarsi qualcosa, purché ci sia l'onestà intellettuale di dichiararlo apertamente. A me piace così, quindi faccio così.
Poco male se le tue convinzioni contraddicono gli shastra induisti e i sutra buddhisti. Sai perché li contraddicono? Perché pur nella diversità dei mezzi e delle mete tre parole li accomunano tutti: guru, devozione, disciplina.
Capita anche nei migliori bar che i baristi preparano un miscuglio prendendo quel che piace e scartando quel che non piace. Non è vietato se evitano di somministrare il cocktail facendolo passare per altro da quello che è e pretendendo pure che gli avventori se lo bevono senza fiatare.

Ricorda l'antica leggenda tibetana di Matam Rutra e ascolta Parvati (Mahanirvana tantra, I 67):
Temo, o Signore, che anche quello che Tu hai ordinato per il bene degli uomini attraverso di essi si volgerà al male.


Un saluto

Irene

Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 730
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Re: yoga

Messaggioda Indra » 15 ottobre 2016, 13:10

irene sei interessante ed anche preparata su una cosa rara
indicami dove non ti ho risposto ho detto che patanjali era un alkhemista trasmutativo nath come dal rasayana e per il mahanirvana credo sia sufficiente ma hai scritto che tu sai altrimenti e ti ho chiesto di argomentare dove si dica che lo Yoga Sutra non sia testo di yoga di corpo e mente e dove citi guru devozione disciplina(?) e quale fosse il corretto sampradaya di patanjali e che tutte le vie riconoscano guru devozione disciplina
a proposito quale via pratichi?
hai salutato come se non ti interessasse continuare per cui aggiungo brevemente
saprai che in india ci sono vie che riconoscono l'autorità dei veda e quelle che non lo fanno ma nei secoli si sono quasi tutte influenzate tra loro e commiste
quindi hai ragione sulla triade tradizionale 'guru devozione disciplina' che accomuna quasi tutte le vie meno la mano sinistra tantrica che non è quella tradizionale dei saivasiddhanta o trika o vajra o kaula sia siva che sakta che sono mutate nel tempo
parlo dello yoga tantrico originario shamanico pre e dravidico della trasmutazione dell'energia interna che viene ancora adoperato da alcuni circoli iniziatici o da singoli
sono pochi hathayogi che adoperano tecniche sistematizzate nello YS di patanjali ed anche nel rasayana nath e qualche naga o sahrbhang e le frange più estreme ed ortodosse degli aghori che rappresentano tre dita della mano sinistra più l'indice e la mia via o l'opponente poichè considerata eccessiva
queste vie non riconoscono nè maestri nè testi sacri nè devozione ma usano tutto quello che ritengono utile al momento e poi lo lasciano
nel tantra sono definiti vira che sta per 'ardenti' o coloro che inceneriscono tutto o 'eroi' nella derivazione da 'eros' o coloro che adoperano l'energia interna
un vira è uno svecchacharin poichè sceglie e conseguentemente fa ciò che vuole
semplice ma non facile

non mi deludere..
mauro

Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 730
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Re: yoga

Messaggioda Indra » 15 ottobre 2016, 17:23

paolo
ego è assumersi la responsabilità delle proprie azioni
per giustificare la sua mancanza l'uomo creò il male ed il bene
per giustificarne l'esistenza creò un Sè indimostrabile inconoscibile impensabile
per giustificarne la realtà creò la fede
per giustificare la fede creò la devozione
per giustificare la devozione creò i maestri
per giustificare sè stesso demonizzò l'ego
l'ego divenne il non accettare di assumersi la responsabilità delle proprie azioni

Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 730
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Re: yoga

Messaggioda Indra » 17 ottobre 2016, 8:56

sfatiamo un altro luogo comune
la famosa conoscenza tradizionale in india si basa sui veda la cui autorità era indiscutibile ed anche nel resto del mondo la tradizione non si discute ma ci si DEVE credere per fede ed obbedire e servire i cosiddetti maestri ovviamente nominati e validati dalla casta dominante
il resto è antitradizionale quindi sbagliato ed eretico e da punire guarda caso perchè mina il potere costituito
in india la tradizione sotto l'enorme spallata del buddhismo per sopravvivere codificò arbitrariamente le sei filosofie tradizionali che ovviamente non erano affatto d'accordo
delle sei solo il mimansa e il vedanta sono nell'ambito vedico ed infatti prevedono fede obbedienza servizio e soprattutto la presenzaassenza del Sè o brahman o Dio
le altre vie sono atee
lo yoga originale codificato nello YS è ateo e non prevede nè dio nè brahman nè devozione nè obbedienza nè maestri
lo yoga è equilibrare Corpo e Mente
per esso il corpo è importante quanto la mente poichè sono entrambi veicoli e strumenti ed il fine è quello di equilibrare le dis-Attrazioni dell'unica mente che esista o quella che conosce e discrimina ed agire in conseguenza dello scegliere in modo consapevole
i giocherelli e le vorticazioni variopinte della mente colorata dalle sensazioni e dalle emozioni che insorgono inconsapevolmente non sono yoga ma altro

semplice e lineare

se non si concorda si argomenti con esperienze PERSONALI e non con vuote ciance dette da cosiddetti maestri che si riconoscono e validano tra loro


Torna a “Riflessioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti