yoga e cattolicesimo

misticismo, esoterismo, riflessioni e temi vari
Vasa

Relazione tra yoga e religione

Messaggioda Vasa » 25 settembre 2004, 22:35

Salve quel'e' la relazione tra yoga e religione cattolica
sono in contrapposizione o esite una spiegazne della convonvenza delle 2 filosofie?
la domanada nasce perche' fino circa 4 anni fa ho praticato per quasi 3 anni lo yoga. esperienza Importante, ma un forte senso di colpa o disagio conteporanemante si affaciava essendo io di credenza cattolica - non certo un bigotto, ne un praticante - ma filofosicamente mi sentivo in contrasto al punto di abbaondonare entrambe le pratiche anche se le riflessionin rimangono.
qualcuno sa darmi qualche delucidazione.

Ciao e grazie a tutti

roby58
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 26 settembre 2004, 10:44
Località: Brescia

Messaggioda roby58 » 26 settembre 2004, 11:00

Ciao sono roby58,non credo di avere la presunzione di chiarirti le idee in merito,però una cosa posso dirtela.Anch'io ho vissuto questo dualismo, proprio come te,ma poi ad un certo punto nella mia vita ho incontrato Paramahansa Yogananda,(mi auguro che tu lo conosca) e leggendo i suoi testi(in 2 parole)ho capito che la religione,la differenza etnica,il razzismo non esistono,non esiste nulla esiste solo ed esclusivamente " DIO" e lui non è dualista.

Avatar utente
dott. FiBi
sudra
sudra
Messaggi: 46
Iscritto il: 23 settembre 2004, 12:18
Località: Pavia

lo Yoga non è una religione

Messaggioda dott. FiBi » 26 settembre 2004, 11:26

ciao a tutti,

quello che esprimi è un dubbio che ho sentito da molti cattolici, tuttavia è importante chiarire che lo Yoga non è una religione.

Lo Yoga è essenzialmente una scienza pratica, una scienza dell'anima se vuoi, che fornisce strumenti per potersi avvicinare a Dio; il fatto che sia nato in India non significa che sia appannaggio dei soli induisti, anzi: la credenza che lo Yoga sia molto diffuso fra gli induisti è errata!

Non ti impone dogmi, non ti impone divinità, non ti impone rituali: lo Yoga è questo, libertà.

Ho conosciuto molti preti cattolici che praticano lo Yoga: quelli che ne parlano male è solo perchè non lo hanno mai sperimentato e, perdonami, non sanno di cosa parlano :)

Spero che potrai abbandonare i sensi di colpa e trovare nello Yoga uno strumento efficace per avvicinarti a Dio.

pinco pallo

yoga e cattolicesimo

Messaggioda pinco pallo » 29 settembre 2004, 13:38

vivo anche io questa situazione E la cosa che penso sia basilare è la considerazione che Dio è AMORE....
Yoga non è in contratso con ciò, anzi...
ho cercato su intenet collegamenti tra la figura di Gesù e lo Yoga e mi è parso di capire che gli stessi Maestri Yoga vedono in Lui una figura Santa...

Se qualcuno potesse darmi conferme "dotte" tanto meglio...

Avatar utente
ganesha
amministratore
Messaggi: 831
Iscritto il: 23 settembre 2004, 12:18

Gesù come Maestro

Messaggioda ganesha » 29 settembre 2004, 22:54

è vero quanto dici; per chi ha raggiunto la piena consapevolezza non esistono più distinzioni di alcun tipo.

Gesù è stato un grande Maestro realizzato, un illuminato, riconosciuto come tale da molti yogi; i suoi insegnamenti sono universali, rivolti a tutti gli uomini in grado di ascoltare.
Sii il cambiamento che vuoi vedere nella società. M. K. Gandhi

Avatar utente
sergio 72
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 309
Iscritto il: 29 settembre 2004, 13:14
Località: Torino

UNO

Messaggioda sergio 72 » 30 settembre 2004, 11:52

siamo UNO.....

2000 anni di "civiltà" ci vogliono fare credere che non è così...

la DIVISIONE nasce dalla paura di accettare innanzitutto noi stessi e poi gli altri....

Yoga per me è un tornare a casa, a me, a TUTTI...

grazie di essermi accanto....

Vasa

Grazie a tutti

Messaggioda Vasa » 1 ottobre 2004, 22:46

Grazie a tutti per le vostre opinioni riguardo yoga e religione cattolica. mi piacerebbe inocntrare qualche sacerdote che pratica lo yoga per una verifica spirituale.
Io non ho nessun pregiudizio e so che lo yoga non e' una religione, me se avvicina realmete cosi a se stessi e a Dio
perche' nessun cattolico praticante, meglio, nessun prete
riesce a spiegermi questo mio senso di disagio e piacere.

Il privilegio che ognuno di noi incotra nella pratica dello yoga diventa per me fonte di frustrazione.

vorrei capire e crescere.

Comunque grazie a tutti
questo sembra veramente un buonissimo forum

a presto

Avatar utente
SalMessina
sudra
sudra
Messaggi: 21
Iscritto il: 1 ottobre 2004, 7:55
Località: Valdagno (Vicenza)
Contatta:

Per Vasa

Messaggioda SalMessina » 2 ottobre 2004, 11:27

Ne ho viste talmente tante nella vita che oggi non credo più a nessuno. Mi affido al succo del mio cuore che sento nascere sempre più forte quando m'innalzo alle montagne.
Felicità !
Di tutti i crimini neri che l'uomo commette contro Dio e il Creato la vivisezione è il più nero.

Gandhi

Vasa

Per Salvatore Messina a tutti gli altr

Messaggioda Vasa » 2 ottobre 2004, 22:49

Caro Salvatore, la tua risposta e' ideale , nel senso che farebbe prorprio a caso mio, ma non sempre si deve ascoltare il cuore o il cervello, a meno che , si si voglioa rischiare una sorte di soindrome maniacale. Mi spiego, credo l'esperienza altrui vada prese in considerazione al pari delle prorprie idee. ascoltare solo se stessi puo' essere rischioso nel senso che siamo sempre noi a rispondere alle nostre domende. E' anche vero la risposta piu' vicina al nostro dubbio nascera' sempre e comunque da noi stessi.

Se qualcunon non e' d'accordo, ne sarei felice

Avatar utente
SalMessina
sudra
sudra
Messaggi: 21
Iscritto il: 1 ottobre 2004, 7:55
Località: Valdagno (Vicenza)
Contatta:

Per Vasa.

Messaggioda SalMessina » 4 ottobre 2004, 9:14

Ciao Vasa,
è anche vero quanto affermi !

Quando alla montagna
assorbo li sapori
l'anima s'invola
tra cielo e mare.

SalutiBelli
Di tutti i crimini neri che l'uomo commette contro Dio e il Creato la vivisezione è il più nero.



Gandhi

Avatar utente
sergio 72
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 309
Iscritto il: 29 settembre 2004, 13:14
Località: Torino

vasa e l'esperienza altrui

Messaggioda sergio 72 » 5 ottobre 2004, 13:51

Caro Vasa,
l'esperienza altrui penso sia utile fino ad un certo punto...
Perchè ognuno SENTE in maniera diversa e la stessa cosa può avere valenze OPPOSTE...
Ti dico questo non per pessimismo ma anzi per affermare l'illimitatezza dei possibili modi di vivere e sentire...
Per cui l'esperienza degli altri ci è di sicuro utile per valutare e avere la "sensazione" di alcune situazioni MA penso che sia molto difficile entrare nella testa altrui e comprendere il significato che una esperienza abbia avuto...
Mi viene in mente una affermazione tipica militare per cui IMBOSCATO E' COLUI CHE NON CONDIVIDE LA STESSA ESPERIENZA....in tal senso l'imboscato non ha vissuto/ non vive le stesse cose pertanto non può comprendere appieno la situazione...
Sono certo che saprai leggere tra le righe....

Acoltiamo gli altri, di certo ci possono arricchire...al tempo stesso però SPERIMENTIAMO IN PRIMA PERSONA....

ciao

Avatar utente
Faber
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 284
Iscritto il: 24 novembre 2004, 13:44
Località: roma
Contatta:

Re: Relazione tra yoga e religione

Messaggioda Faber » 3 febbraio 2005, 11:44

Il problema nasce dal fatto che lo yoga puo' accoglire l'elemento spirituale presente in ogni religione ma non la su codifica in sistema e la sua pretesa di verita' rivelata, l'istituzione, la concettualizzazione e la divisione ecc.. in quanto sono vissuti come un limite al progresso spirituale e alla conoscenza (intesa come esperienza diretta e personale) del divino, ma questi sono elementi che si rivelano indispensabili o quantomeno predominanti per chi appartiene a una religione organizzata..
la difficolta sta qui... :|

Avatar utente
sergio 72
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 309
Iscritto il: 29 settembre 2004, 13:14
Località: Torino

religione e finalità

Messaggioda sergio 72 » 7 febbraio 2005, 13:37

la finalità della religione è LIBERARE, o meglio far ritornare alla LIBERTA'...

yoga ti porta a liberarti,
a metterti in discussione,
a costruirti la Tua personalissima Visione...

diversamente c'è il dogma,
il trovarsi dele verità precostuite a cui aggrapparsi,
un delegare agli altri il nostro potere, la nostra Responsabilità...

un cattolico praticando yoga sarà un migliore cattolico,
così come un protestante e via di seguito...


perchè sconfiggerà la presunzione di POSSEDERE la Verità: essa è di tutto e non ha "Fede", è un fatto...

ciapo

Messaggioda ciapo » 21 luglio 2005, 12:04

Esiste una disciplina dello yoga interna al cristianesimo.
E' un pò la tradizione ascetica dei padri del deserto, un pò quella raccontata nei celebri racconti di un pellegrino russo..il nome specifico è esicasmo, cerca qualcosa su internet e troverai molte cose.

Ciao!

Avatar utente
sergio 72
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 309
Iscritto il: 29 settembre 2004, 13:14
Località: Torino

grazie !

Messaggioda sergio 72 » 21 luglio 2005, 12:36

grazie !


Torna a “Riflessioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti