Ecco anche me! :')

presentazioni, segnalazioni personali e discussioni
neethmare
paria
paria
Messaggi: 3
Iscritto il: 10 maggio 2017, 20:57

Ecco anche me! :')

Messaggioda neethmare » 10 maggio 2017, 21:13

Ciao a tutti,

mi chiamo Carmelo (nome che ho sempre detestato, avendo vissuto al nord ed essendo sempre stato vittima di beffeggiamenti, ma che ora accetto), ho ventitre anni e sono domiciliato a quindici minuti da Caltagirone, in provincia di Catania.

Attualmente vivo in una CTA (comunità terapeutica assistita) molto grande e unica nel suo genere in Sicilia, che opera attraverso terapia psicofarmacologica e del lavoro (attività con i bambini, cura della stalla e degli animali, giardinaggio, laboratorio ecoborse riciclate) immersa nel verde e nella campagna.

Sono tendenzialmente chiuso, preferisco passare il tempo da solo che in compagnia di persone che non trovo aperte, introspettive o stimolanti anche se a volte sono al pari mio di problematiche.
Incline a vedere il bicchiere mezzo vuoto (se non totalmente), al condizionamento da parte dell'esterno e dall'interno dei miei stati d'animo (e percezioni distorte della realtà, in cui mi sento immerso), all'autoindulgenza e paradossalmente all'autogiudizio degradante, e al cedimento.

Per un breve periodo (durante il secondo anno di scuola superiore) sono stato al culmine della mia esperienza di vita: pacifico e mentalmente aperto oltre ogni limite, molto amichevole, fantasioso, positivo, passionale e tenace rispetto ai riguardi etici in cui credevo e a cui mi ispiro tutt'ora.
Dopo ne ho passate di tutti i colori, in uno stato complessivamente depressivo esclusi due brevissimi periodi nel febbraio-giugno 2011 e nell'estate 2015 in cui le cose andavano relativamente bene.
Per il resto, cioè dalla prima infanzia alla fine delle medie, sono sempre stato timido ed insicuro, con l'autostima sotto le suole, magro e basso: vittima di ogni bulletto che potessi incrociare, sempre con la testa altrove e inquieto a parte quelle rare e brevi oasi di pace che trovavo nella compagnia con certe persone.

Per concludere l'analisi interiore, sono sempre stato uno che a furia di non sentirsi abbastanza e quindi inadatto si è spesso impegnato poco ed è stato incostante.

Mi introduco approfondendo questo aspetto perché, anche se forse l'interiorità è più parte del Tantra, credo sia fondamentale in questo e perciò ecco la mia esperienza vissuta.
-

Ho terminato gli studi di Ragioniere Informatico ritirandomi a metà in quarto superiore, percependo ancora una volta dopo il primo anno di terzo (che conseguii poi al serale) che l'ambiente scolastico diurno fosse troppo per me.
Ho conseguito con successo un corso (ahimè regalato) di fotoreporter perché non trovando ai tempi l'ispirazione non seguivo più di tanto le lezioni pratiche e non riuscivo a mettermi alla prova, e potendo copiare facilmente azzeccando tutto dopo un certo periodo non ho neanche preso appunti.

Ora mi sono iscritto a un altro corso professionale, più per rimettermi alla prova nello studio e potere l'anno prossimo reiscrivermi a scuola e io spero in seguito all'università.

Non ho esperienze lavorative significative, anche se ne ho fatte; attualmente non ho molti interessi a parte la lettura, l'ascoltare musica di svariato genere e lo stretching, ma ho molte vecchie aspirazioni come imparare qualche lingua, praticare sport estremi, arrampicata e tanto altro che adesso non mi viene in mente.

Ho praticato i cinque tibetani, una pratica per quanto ne so affine allo yoga, per una settimana (non avendo un tappetino ed essendo costretto sul soffice marmo della mia stanza), che pure in così poco tempo mi ha donato un sonno ristoratore con poche ore di sonno e risveglio spontaneo, e la fine del mal di schiena che tanto mi perseguitava.

Ora sono in cerca di qualche pratica per conciliare il sonno, dato che non riesco a svegliarmi in tempo la mattina nè a volte a sentire la sveglia, il che manda in frantumi tutto ciò che a partire dagli ultimi giorni sto cercando di fare per me.
Questo, e dato che ho letto che lo yoga dovrebbe essere prima di tutto rilassamento e ascolto del proprio corpo (e non ricerca immediata di benefici) più dei consigli per i bruciori esagerati che sento dopo le brevi asana che ho provato da me.

Confidando nel non avervi arrecato troppa noia, do la parola a voi. :wink:

Avatar utente
albachiara
brahmana
brahmana
Messaggi: 658
Iscritto il: 18 dicembre 2010, 17:19

Re: Ecco anche me! :')

Messaggioda albachiara » 11 maggio 2017, 7:43

Una cosa fai bene,...scrivere.
Ho letto il tuo post con piacere trovandolo a volte ironico e vivace.
Perché non ci racconti le tue giornate nel posto dove vivi?Carmelo è solo un nome, ciao.

Fabio Valis
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 201
Iscritto il: 17 luglio 2006, 14:14
Località: RAVENNA
Contatta:

Re: Ecco anche me! :')

Messaggioda Fabio Valis » 11 maggio 2017, 10:42

Prendendola alla larga, sicuramente hai già guardato su youtube? Ci sono molte meditazioni guidate, cosa ne pensi? Potrebbero esserti utili per ridare orientamento e slancio? Qui un esempio: http://www.atmanyoga.it/viaggio-dell27-anima-attraverso-i-3-mondi.-meditazione-guidata2c-autore-fabio-valis.mp3

Potremmo parlare anche di alimentazione, ma anche senza entrare nel tema del vegetarianesimo, alla sera per il sonno sono consigliabili i carboidrati (ma pesanti e troppo calorici) quindi insalate ortaggi verdure. Escludendo perciò la carne. Se hai possibilità di fare queste scelte.

Riti yoga per il sonno ne ho preparati, magari ci faccio un video... Benvenuto :D
Essere x Conoscere x Gioire

neethmare
paria
paria
Messaggi: 3
Iscritto il: 10 maggio 2017, 20:57

Re: Ecco anche me! :')

Messaggioda neethmare » 14 maggio 2017, 16:55

albachiara ha scritto:Una cosa fai bene,...scrivere.
Ho letto il tuo post con piacere trovandolo a volte ironico e vivace.
Perché non ci racconti le tue giornate nel posto dove vivi?Carmelo è solo un nome, ciao.


Non vedo vivacità, e ironia solo in uno o due punti; ma grazie per farmi scorgere cose che non noterei da solo.

Ultimamente le mie giornate sono di puro ozio.
Dovrei fare qualcosa di concreto per tirarmi fuori dalle mie problematiche, questo lo so bene, ma le poche volte che ho provato mi sono ritrovato:
- inizialmente, preso dall'entusiasmo, nel provare a inoltrarmi in quel che ci fosse da fare, fino a degradarmi e mollare per quello in cui sbagliavo sempre qualcosa (la trasformazione dei giornali in buste, essendo un prodotto che a parer mio dovesse essere fatto perfettamente); e a resistere in quello che trovavo faticoso o bisognoso di attenzione e concentrazione
- poi, ho cominciato a sentirmi impossibilitato e silenziosamente a mollare ogni contatto col fare
- dopo un po' di tempo, passato a letto, mi sono sentito come rinvigorito e ho ricominciato a scendere, riuscendo prima con successo a reimparare ad assemblare le buste ed avvicinandomi poi al giardinaggio
- non ricordo a che punto ho rismesso e per quale motivo, ma fatto sta che quando ho ricominciato, su insistenza di medici, familiari e personale tutto, ho lavorato di verso per due settimane nel giardinaggio saltando pure l'uscita il sabato pur di esserci
- poi mi sono sentito di nuovo profondamente incompatibile col lavoro e a furia di percepirla come un'inutile sofferenza mi sono ritirato

Ora penso che prima di tutto debba lavorare sulla mia interiorità, superare i miei blocchi più profondi che arrivano e scompaiono sempre inaspettatamente, riuscire a svegliarmi qualunque sia il caso puntualmente e lavorare sulla cura di me perché diventi un'assodata routine e solo poi, mettermi alla prova nel lavoro giornaliero.

A questo proposito mi sono avvicinato al Vigyana Bhairava Tantra tramite una spiegazione analitica ne "Il libro dei segreti", di Osho.

Arrivato all'ultima parte del nono sutra "Sdraiati come morta. Infuriata d'ira, resta così. Oppure guarda fisso senza muovere ciglio. O succhia qualcosa e diventa il succhiare." ho cercato di fare ogni cosa diventando io stesso il fare, non ponendo troppa attenzione a cosa mi donavano le caratteristiche e al contempo non pensandoci troppo, riuscendo infine a muovermi svelto e concentrato. Anche se con questo ho travisato: uno e mezzo dei tre che sembrano prerequisiti fondamentali perché la tecnica adottata sia adatta a sè, ovvero diventare disadattato al mondo e alle cose che si è in procinto di fare e, sentire cessare il conflitto interiore (che era okay, ma forse sostenuto dal rilassamento serale e dalla fiducia maturata il giorno seguente) ma senza silenzio; e, rileggendo, anche il significato di "O succhia e diventa il succhiare" dove avrei dovuto porre attenzione proprio alle caratteristiche dell'azione e non a me come esecutore o al bisogno della stessa.
Comunque ho mantenuto questo ritmo fino a metà del giorno successivo, dove dal risveglio fino alle 9:15 ho in questo preciso ordine: fatto i miei bisogni, lavato le mani, sciacquato il viso con una saponetta di zolfo, fatto baffi e peli e lavato i denti; poi mi sono vestito, sono sceso e ho eseguito a cronometro venti minuti di camminata veloce, ho fatto colazione e in dieci minuti mi sono fatto la doccia per poi asciugarmi e rivestirmi in cinque.

Tutto questo con sveltezza e a cronometro, previo fortunato risveglio spontaneo alle 7 circa e alzatomi alle 7:09.
Dopo aver cessato queste attività, volendo comunque fare le cose per gradi, mi sono fermato e il solito intorpidimento è tornato insieme alla tristezza e non sono riuscito più fare nulla allo stesso modo.
Il giorno dopo la sveglia ha suonato per un'ora, a volume massimo, ad allarme più rumoroso, senza che potessi sentirla finché qualcuno non mi ha scosso.

E da qui il mio bisogno di ritrovare una dimensione serena e un sonno non troppo lungo e ristoratore.

neethmare
paria
paria
Messaggi: 3
Iscritto il: 10 maggio 2017, 20:57

Re: Ecco anche me! :')

Messaggioda neethmare » 14 maggio 2017, 19:12

Fabio Valis ha scritto:Prendendola alla larga, sicuramente hai già guardato su youtube? Ci sono molte meditazioni guidate, cosa ne pensi? Potrebbero esserti utili per ridare orientamento e slancio? Qui un esempio: http://www.atmanyoga.it/viaggio-dell27-anima-attraverso-i-3-mondi.-meditazione-guidata2c-autore-fabio-valis.mp3

Potremmo parlare anche di alimentazione, ma anche senza entrare nel tema del vegetarianesimo, alla sera per il sonno sono consigliabili i carboidrati (ma pesanti e troppo calorici) quindi insalate ortaggi verdure. Escludendo perciò la carne. Se hai possibilità di fare queste scelte.

Riti yoga per il sonno ne ho preparati, magari ci faccio un video... Benvenuto :D


No, non ho mai utilizzato Youtube per questo scopo e in più ultimamente ho solo due giga mensili da smartphone, quindi escludo i video per permettermi un utilizzo continuativo.
Proverò comunque a scaricare quest'mp3 e fare una prova, anche se ora ho serie difficoltà in senso meditativo rispetto a qualche anno fa'.

La dieta non la posso personalizzare, ma potrei evitare di mangiare carne se ce n'è nel piatto, anche se poi a livello di sostanza non so cosa rimarrebbe.

Ho provato solo una volta la meditazione accompagnata di Jennifer Crepuscolo, senza tuttavia avere risultati a livello di contenuti.


Torna a “Community”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti