Tendini stiramenti e connessi

suggerimenti per chi vuole iniziare o per autodidatti
KTZ
sudra
sudra
Messaggi: 7
Iscritto il: 21 marzo 2015, 21:53

Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda KTZ » 21 aprile 2016, 22:11

Ciao a tutti pratico da un paio di anni, autonomamente e con diversi insegnanti..purtroppo ho dovuto smettere a causa degli eccessivi e sempre più frequenti traumi che debilitavano anche la vita quotidiana... Sono sempre stato molto prudente eppure a differenza di molti il mio corpo si logora con estrema facilità. La frustrazione di essere legato ad un corpo troppo precario per poter praticare e quindi noin poter trarre giovamento dalla pratica in cui avevo intravisto un barlume di luce mi ha portato a fermarmi e praticare esclusivamente la meditazione seduta e allenamenti aerobici più dolci quali il mito e la corsa..
Spero tuttavia di poter ritrovare la forma è il senso delle asana anche per me un giorno..
Si accettano consigli di ogni genere...
Anche sul come trattare nello specifico le infiammazioni e gli stiramenti. Grazie

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3074
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda fabio » 22 aprile 2016, 10:00

KTZ ha scritto:Ciao a tutti pratico da un paio di anni, autonomamente e con diversi insegnanti..purtroppo ho dovuto smettere a causa degli eccessivi e sempre più frequenti traumi che debilitavano anche la vita quotidiana... Sono sempre stato molto prudente eppure a differenza di molti il mio corpo si logora con estrema facilità. La frustrazione di essere legato ad un corpo troppo precario per poter praticare e quindi noin poter trarre giovamento dalla pratica in cui avevo intravisto un barlume di luce mi ha portato a fermarmi e praticare esclusivamente la meditazione seduta e allenamenti aerobici più dolci quali il mito e la corsa..
Spero tuttavia di poter ritrovare la forma è il senso delle asana anche per me un giorno..
Si accettano consigli di ogni genere...
Anche sul come trattare nello specifico le infiammazioni e gli stiramenti. Grazie


Non ho capito come hai fatto a farti male durante la pratica yoga, e come invece il tuo corpo possa reggere uno sport traumaticamente pesante come la corsa.
Pratico entrambi, e se mi sono mai fatto male è proprio durante la corsa. Lo yoga semmai mi aiuta a sciogliere traumi e contratture. La mia esperienza è esattamente il contrario.

Puoi dare qualche notizia in più?
IL GRANDE CONTROLLORE

KTZ
sudra
sudra
Messaggi: 7
Iscritto il: 21 marzo 2015, 21:53

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda KTZ » 28 aprile 2016, 9:02

Opss, intendevo il nuoto e la corsa...
Forse il fatto che ho iniziato molto giovane a correre livello agonistico mi ha un Po temprato su quei movimenti..non saprei.. molti mi dicono che é normale avere tutti questi problemi ma poi nellapratica mi pare proprio di essere l'unico..alcuni insegnanti dicono di praticare comunque nonostante il dolore e prima o poi passera ma sinceramente non me la sento di rischiare traumi ancora più profondi...

tamerlano
vaisya
vaisya
Messaggi: 77
Iscritto il: 9 dicembre 2015, 13:07

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda tamerlano » 28 aprile 2016, 13:41

Ciao,
francamente quando ho letto la tua risposta a Fabio pensavo fossi un fake....
poi mi sono ricordato di ragionieri e geometri diventati "istruttori yoga" in
un anno e mi sono ricreduto.

Leggere "alcuni insegnanti dicono di praticare comunque
nonostante il dolore e prima o poi passera" fa venire il mal di stomaco,
ma purtroppo è così. Quando dico che dovrebbero essere tutti laureati in scienze
motorie o fisioterapia per insegnare, mi becco i peggiori insulti ma poi la realtà
è quella che è.

Tornando a bomba, in realtà non ci hai detto nulla, quali asana pratichi, quanto pesi, a quanto corri
al km...

Nei runners è molto comune una poca flessibilità (che però in genere non è un problema vista la buona
elasticità), è una storia lunga, diciamo inizialmente non è una grande idea abbinarla alle asana,
a meno che tu non pesi molto poco e possa correre sull'erba. Il vero trauma della corsa ( che sarebbe
in realtà uno dei movimenti più naturali nell'uomo, insieme all'arrampicarsi e al lanciare...) sta nei
microtraumi provocati dal cemento, e quei microtraumi ti rendono impossibili anche le(o gli) asana più semplici.

Se fossi un mio cliente ti consiglierei per qualche tempo di dedicarti allo yoga mantenendo l'efficienza aerobica
con un movimento ugualmente molto dispendioso ma a basso impatto o nullo. Ad esempio usare uno step abbastanza
alto (25-30 cm) con gli esercizi base, ti farà mantenere i benefici che hai dalla ottenuto dalla corsa , senza
microtraumi e aumentando l'elasticità . Prova un mese.

KTZ
sudra
sudra
Messaggi: 7
Iscritto il: 21 marzo 2015, 21:53

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda KTZ » 29 aprile 2016, 2:04

Grazie per le dritte,
Ricapitolando ho 34 anni, peso 64 kg,sono abbastanza rigido a livello articolare, ma traumi direttamente connessi alla corse non ne ho mai avuti che io ricordi, neanche in periodo agonistico (ero molto giovane). Attualmente faccio un jogging molto leggero di mezzora ogni 3 giorni circa, i dolori sono sempre iniziati dopo la pratica e in punti in cui la corsa non puo creare problemi (per esempio il gomito)
Faccio ashtanga, le principali asana della prima serie, non completa, con tutti i propedeutici iniziali.
Davvero sono l'unico ad avere tutti questi problemi con lo yoga?

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3074
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda fabio » 29 aprile 2016, 9:21

KTZ ha scritto:Grazie per le dritte,
Ricapitolando ho 34 anni, peso 64 kg,sono abbastanza rigido a livello articolare, ma traumi direttamente connessi alla corse non ne ho mai avuti che io ricordi, neanche in periodo agonistico (ero molto giovane). Attualmente faccio un jogging molto leggero di mezzora ogni 3 giorni circa, i dolori sono sempre iniziati dopo la pratica e in punti in cui la corsa non puo creare problemi (per esempio il gomito)
Faccio ashtanga, le principali asana della prima serie, non completa, con tutti i propedeutici iniziali.
Davvero sono l'unico ad avere tutti questi problemi con lo yoga?


Non saprei. Anch'io sono "rigido", non sono certo un esempio di flessibilità (anche di testa :) ) nonostante abbia praticato anche tanti anni di arti marziali.
Certamente quello che ti posso dire è di ricercare una pratica che deve essere sempre "piacevole".
Certamente esistono anche particolari persone che hanno piacere nel dolore, ma parlando di cose normali ti direi di cercare sempre una pratica che deve essere dolce e mai dolorosa.
Tralasciando un attimo lo yoga, parlando di corsa e stretching. Quando finisco una sessione di corsa (sarebbe da fare anche prima), è corretto fare un pò di stretching per migliorare l'elasticità muscolo tendinea, ma devi cercare quel limite che NON è dolore, ma un piacere perchè capisci che stai allungando qualcosa di contratto.
Non arrivi alla punta dei piedi? Chissenefrega, prendi le caviglie e lavora sul respiro. Il respiro, l'allungamento dei tempi del respiro, è un grande maestro nello scioglimento di alcune rigidità. E non forzare mai, se non fino a quel limite che non puoi che conoscere tu.
Più ci lavori, e più la consapevolezza del tuo corpo (e di te) migliorerà.
In generale, a 34 anni, 64 kg e un passato sportivo, non puoi pensare di fare solo meditazione seduta.
Considera poi che alcuni dolori che niente hanno a che vedere (secondo te) con la corsa e lo stretching, potrebbero essere di natura posturale, e dovuti magari ad un eccessivo carico solo in alcune zone. Un buon massofisioterapista potrebbe semplicemente guardandoti darti qualche indicazione e/o qualche esercizio specifico.

http://www.albanesi.it/arearossa/articoli/04str12ese31.htm
IL GRANDE CONTROLLORE

KTZ
sudra
sudra
Messaggi: 7
Iscritto il: 21 marzo 2015, 21:53

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda KTZ » 29 aprile 2016, 12:04

La cosa particolare è che da solo non mi sono mai fatto male...proprio per il fatto di poter ascoltare il corpo e fermarmi un po prima del trauma.
Durante la classe questo non lo posso fare, gli insegnanti spingono e schiacciano le posizioni, e fermarsi un po prima è molto piu difficile.
Ma dubito che la soluzione sia praticare da soli.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3074
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda fabio » 29 aprile 2016, 13:31

KTZ ha scritto:La cosa particolare è che da solo non mi sono mai fatto male...proprio per il fatto di poter ascoltare il corpo e fermarmi un po prima del trauma.
Durante la classe questo non lo posso fare, gli insegnanti spingono e schiacciano le posizioni, e fermarsi un po prima è molto piu difficile.
Ma dubito che la soluzione sia praticare da soli.


KTZ non ho motivo di dubitare delle tue parole, ma giuro in tanti anni non mi è mai capitato di sentire una cosa simile. Se pensi non sia possibile parlarne con loro (credo si possa fare, fra persone normopensanti) cambia insegnanti.
Comprendo correggere una posizione ad un allievo, spingere e schiacciare lo trovo alquanto sbagliato.
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1390
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda jasmin » 29 aprile 2016, 14:20

KTZ ha scritto:La cosa particolare è che da solo non mi sono mai fatto male...proprio per il fatto di poter ascoltare il corpo e fermarmi un po prima del trauma.
Durante la classe questo non lo posso fare, gli insegnanti spingono e schiacciano le posizioni, e fermarsi un po prima è molto piu difficile.
Ma dubito che la soluzione sia praticare da soli.


ciao KTZ, sono d'accordo che la soluzione non sia praticare da soli, ma scegliere una scuola più adatta a te. Al tuo posto eviterei pratiche troppo dinamiche e preferirei una pratica molto più lenta ma non per questo meno efficace.
Al contrario della tua pratica attuale potrai sostare nell'asana e tramite il rilassamento e una forte attenzione al respiro scoprirai degli spazi fino a quel momento ignorati.
Certo che ci vuole tempo e costanza ma una pratica di questo tipo dovrebbe anche eliminare il tuo timore di farti del male o di sentire dolore.

KTZ
sudra
sudra
Messaggi: 7
Iscritto il: 21 marzo 2015, 21:53

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda KTZ » 30 aprile 2016, 17:16

Grazie, credo sarà quello che farò..
Purtroppo da queste parti spopola solo l'ashtanga, se qualcuno conosce qualche insegnante non troppo invasato in zona torino mi avvisi!
grazie

jasmin ha scritto:
KTZ ha scritto:La cosa particolare è che da solo non mi sono mai fatto male...proprio per il fatto di poter ascoltare il corpo e fermarmi un po prima del trauma.
Durante la classe questo non lo posso fare, gli insegnanti spingono e schiacciano le posizioni, e fermarsi un po prima è molto piu difficile.
Ma dubito che la soluzione sia praticare da soli.


ciao KTZ, sono d'accordo che la soluzione non sia praticare da soli, ma scegliere una scuola più adatta a te. Al tuo posto eviterei pratiche troppo dinamiche e preferirei una pratica molto più lenta ma non per questo meno efficace.
Al contrario della tua pratica attuale potrai sostare nell'asana e tramite il rilassamento e una forte attenzione al respiro scoprirai degli spazi fino a quel momento ignorati.
Certo che ci vuole tempo e costanza ma una pratica di questo tipo dovrebbe anche eliminare il tuo timore di farti del male o di sentire dolore.

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1390
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda jasmin » 30 aprile 2016, 19:35

KTZ ha scritto:Grazie, credo sarà quello che farò..
Purtroppo da queste parti spopola solo l'ashtanga, se qualcuno conosce qualche insegnante non troppo invasato in zona torino mi avvisi!
grazie



puoi provare a dare un'occhiata nella home page del forum in alto a destra, selezionando la città che ti interessa potrai avere alcun indirizzi e chiedere info.

KTZ
sudra
sudra
Messaggi: 7
Iscritto il: 21 marzo 2015, 21:53

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda KTZ » 6 maggio 2016, 9:37

Cosa mi consigliate di fare al momento?
mi ritrovo con una lesione al legamento del gomito, dolore alla testa del femore e uno stiramento a una gamba.
di fatto ogni movimento di qualunque sequenza mi porta dolore e rischio di peggiorare..sono a riposo da 5 mesi per il momento (escludendo il nuoto)

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Re: Tendini stiramenti e connessi

Messaggioda gb » 6 maggio 2016, 9:47

KTZ ha scritto:Cosa mi consigliate di fare al momento?
mi ritrovo con una lesione al legamento del gomito, dolore alla testa del femore e uno stiramento a una gamba.
di fatto ogni movimento di qualunque sequenza mi porta dolore e rischio di peggiorare..sono a riposo da 5 mesi per il momento (escludendo il nuoto)


Se sei ridotto così per la pratica c'è veramente qualcosa che non va in quello che stai praticando.

In queste condizioni vai da un medico, fatti fare accettamenti diagnostici e impostare le terapia necessaria.

Tra l'altro 5 mesi di riposo senza miglioramenti non credo sia una situazione normale: senti il tuo medico di riferimento, io dal canto mio consiglierei anche una visita da un reumatologo oltre che da un'ortopedico o specialista dell'osso.

Poi consultandoti col medico stesso e seguendo le sue indicazioni, vedrai che cosa fare.
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci


Torna a “Avvicinarsi allo Yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti