organizzare una lezione

le lezioni, gli alunni, la formazione, il lavoro dell'insegnante
Avatar utente
yogajap
vaisya
vaisya
Messaggi: 62
Iscritto il: 13 dicembre 2009, 7:50
Località: Roma
Contatta:

Re: organizzare una lezione

Messaggioda yogajap » 19 dicembre 2009, 8:38

Paolo proietti ha scritto: veramente non sto contestando niente. sto solo dicendo che..........


Dopo molti messaggi e una prima sintesi (le "famose cinque domande") ora arrivi ad un'altra (dallo spadino ai massimi sistemi yogici! :) ) che però mi sembra anche questa poco precisa.

Poco male, ci saranno altri spazi e altre occasioni per un confronto (aperto anche a chi non ha avuto modo di appassionarsi a questo tread) :wink:

Buon fine settimana!

Sat Nam,

Sujan S.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: organizzare una lezione

Messaggioda Paolo proietti » 19 dicembre 2009, 15:35

yogajap ha scritto:
Paolo proietti ha scritto: veramente non sto contestando niente. sto solo dicendo che..........


Dopo molti messaggi e una prima sintesi (le "famose cinque domande") ora arrivi ad un'altra (dallo spadino ai massimi sistemi yogici! :) ) che però mi sembra anche questa poco precisa.

Poco male, ci saranno altri spazi e altre occasioni per un confronto (aperto anche a chi non ha avuto modo di appassionarsi a questo tread) :wink:

Buon fine settimana!

Sat Nam,

Sujan S.

il problema principale della nostra epoca, dal punto di vista degli aspiranti alla filosofia realizzativa, non è tanto l'ignoranza metafisica, quanto l'ignoranza ordinaria.
leggo su internet che in molti centri di kundalini yoga di Yoga bhajan , ad esempio, sstanno andando di moda "i cinque tibetani".
i Cinque tibetani sono un'operazione astuta messa in piedi da un americano (dopo il successo editoriale ne ha scoperto un sesto e sta per pubblicare il settimo).
si tratta di cinque variazioni di cinque asana.
nessun monaco tibetano che conosce sa cosa siano i cinque tibetani.
lo hatha yoga tibetano esiste ed è assai particolare (il riferimento è a gorakanath passando per padmasambhava) per noi occidentali abituati alla new age,.
è caratterizzato da movimenti assai energici, veloci, che ricordano molto le pratiche dei monaci shaolin .

basterebbe andare a leggere un pò di testi o fare delle ricerche non dico a lhasa, ma anche su wikipedia per scoprire che i cinque tibetani sono una sola.

purtroppo le ragioni di mercato spingono verso il verosimile più che verso il veritiero.

per concludere la nostra discussione. per kundalini yoga si intendono esclusivamente le tecniche psicofisiche quattro grandi gruppi (lignaggi) che fanno riferimento al sanathana dharma e principalmente due di essi: ovvero saiva e sakta.
parlare di kundali shakti senza riconoscere i tre isvara , le tre isvari e la Dea come la bella dei tre mondi 8responsabile di tutta la manifestazione) significa dare una forma di insegnamento incompleta.

naturalmente se il mercato , l'ignoranza ordinaria, le credenze religiose mascherate da filosofia spingono altrove vuol dire che è giusto che sia così.

ma così come prima di prendere una medicina è cosa saggia leggere le indicazioni, le contrindicazioni e gli ingredienti, sarebbe auspicabile se, primna di affrontare una tecnica di alchimia interiore, si ascoltassero varie campane.

ho insegnato chimica per cinque anni.
nella chimica organica una reazione(un processo) che ha un rendimento del 90% è un caso abbastanza raro.

in altre parole facendo reagire due composti organici solitamente si ottiene al 70-80% il risultato (prodotto) previsto al 20-30% qualcosa che non si può prevedere.

sfrugugliare con le energie del corpo senza sapere bene dove si va a parare può essere controproducente.

ho letto sul tuo sito (o no' si chiama Yoga jap) che l'apertura di Ajna cakra corrisponde allo stato del medium.

temo di aver capito cosa intendi.
e spero che non sia così.

il medium nella filosofia tradizionale non è in contatto con energie superiori ma con svadhistana cakra, le acqiue inferiori, ovvero l'istinto.

credere che il manifestarsi delle energie generative di svadhistana inmulsate dal manas e dalla mente emozionale (manipura cakra) sia il risultato di uno stato superiore di coscienza non significa solo illudere certi praticante, ma rischiare di mettere in moto processi assai pericolosi.

insegnare certe tecniche operative al di fuori del loro naturale alveo deprivandole delle valvole di sicurezza è come consegnare ad un bambino una p38.

può darsi che con quella riesca a salvare la vita della sorellina attaccata da una tigre, ma può darsi anche che finisca per spararsi inavvertitamente o ferire qualcuno che non c'entra niente.

ci vorrebbe molta cautela.

platone parla di di doxa e di Episteme.

doxa sono le opinioni e riguardano il mondo del divenire.
episteme riguarda il mondo dell'essere.



doxa (opinione) si divide a sua volta in Eikasia, ovvero congettura-immaginazione.
e pistis ovvero fede-credenza.

Epistème a sua volta viene suddivisa in
Diànoia ( Conoscenza ragionata o mediana) e Nòesis cioè intellezione (comprensione non mediata.

in qualche modo Nòesis (conoscenza intuitiva sovraconscia) si riflette in Pistis (fede credenza)

e diànoia (conoscenza razionale superiore) si riflette in Eikasia (dubbio ed opinione manasica).

quando si è completamente immersi nella Pistis (fede cieca) e si ha l'illusione di aver avuto accesso alla Nòesis si rischia di rompere qualche tazza e qualche teiera.

mai abbandonare l'intelligenza comune e la capacità critica prima del tempo.
come diceva il buon Frangisco Goya "Il sonno della ragione genera mostri"


un abbraccio,
ryu no kokyu
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
yogajap
vaisya
vaisya
Messaggi: 62
Iscritto il: 13 dicembre 2009, 7:50
Località: Roma
Contatta:

Re: organizzare una lezione

Messaggioda yogajap » 19 dicembre 2009, 18:09

:D

Sat Nam,

Sujan S.

Avatar utente
Onkar Singh
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dicembre 2008, 22:10
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Onkar Singh » 19 dicembre 2009, 23:38

Permettimi Paolo,

quello che tu dici, "potrebbe" anche essere corretto. Imprecisioni, distorsioni, superficialità, ecc.. Nel mondo c'è anche tutto questo.

Esatto ..... nel mondo. Qui, su questo piano umano, terrestre. C'è l'imperfezione. Lo sentiamo, la percepiamo, in qualche misura ne abbiamo coscienza.

E allora ? Che si fà ?
Malamente si pratica e si insegna Yoga.

E cosa si scopre praticando Yoga ?
Che c'è un piano diverso, un livello di coscienza altro dal consueto, dall'umano.

Trascendiamo quindi le parole, i testi, le interpretazioni, le tradizioni, le scuole, le filosofie, i corsi, i 5 Tibetani, la corretta pronuncia dei Mantra, ho ragione io, hai ragione tu, siamo d'accordo, non siamo d'accordo, il denaro, la pubblicità, i tre anni di corso, gli Illuminati, i non-iluminati, i cialtroni, le Scritture che derivano dalle non-scritture prima che fosse inventata la scrittura.

Erano solo un gioco, una scusa, dei ciottoli da scalciare lungo il sentiero. Da scalciare .... appunto. Benedetti ciottoli, vi ringrazio.

Ti auguro serenità e prosperità.
Onkar Singh

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3075
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 20 dicembre 2009, 17:33

Onkar Singh ha scritto:Trascendiamo quindi le parole, i testi, le interpretazioni, le tradizioni, le scuole, le filosofie, i corsi, i 5 Tibetani, la corretta pronuncia dei Mantra, ho ragione io, hai ragione tu, siamo d'accordo, non siamo d'accordo, il denaro, la pubblicità, i tre anni di corso, gli Illuminati, i non-iluminati, i cialtroni, le Scritture che derivano dalle non-scritture prima che fosse inventata la scrittura.



mi sembra che sia più o meno quello che accade normalmente. più che trascendere avrei usato il termine disinteressa. ci si disinteressa, per superficialità, per pigrizia, per credenze tutto ciò che hai sottolineato. ma un ricercatore, un ricercatore di tracce, perchè mai dovrebbe disinteressarsi della realtà delle cose? se pago per una tecnica che si chiama i 5 tibetani, e poi non conosci un solo tibetano che sappia cosa significa... francamente lo trovo triste.
e cara grazia ci sono persone come Ryu no kokyu che senza nulla chiedere (MAI) aprono gli occhi. ma non è un aprire gli occhi come se paolo fosse un grande maestro che col tocco della fronte dissipa i dubbi. paolo è un uomo. un uomo che cerca, studia, approfondisce. e regala tutto ciò. e ti dice come vanno le cose. se non sei d'accordo puoi semplicemente, con la logica discorsiva, controbattere. ma finora non si è visto nessuno con un mente così sottile che appare quella di una lama.

OM TARE TUTTARE TURE SOHA
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
Onkar Singh
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dicembre 2008, 22:10
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Onkar Singh » 21 dicembre 2009, 9:43

No Fabio,

ho usato il termine "trascendere", il cui significato è "superare i limiti dell'esperienza sensibile, della realtà tangibile".

Ti prego, rileggi il mio messaggio in quest'ottica e ti accorgerai che ..... non scarto nulla.

Ti auguro serenità e prosperità.
Onkar Singh

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 21 dicembre 2009, 10:21

Onkar Singh ha scritto:Permettimi Paolo,

quello che tu dici, "potrebbe" anche essere corretto. Imprecisioni, distorsioni, superficialità, ecc.. Nel mondo c'è anche tutto questo.

Esatto ..... nel mondo. Qui, su questo piano umano, terrestre. C'è l'imperfezione. Lo sentiamo, la percepiamo, in qualche misura ne abbiamo coscienza.

E allora ? Che si fà ?
Malamente si pratica e si insegna Yoga.

E cosa si scopre praticando Yoga ?
Che c'è un piano diverso, un livello di coscienza altro dal consueto, dall'umano.

Trascendiamo quindi le parole, i testi, le interpretazioni, le tradizioni, le scuole, le filosofie, i corsi, i 5 Tibetani, la corretta pronuncia dei Mantra, ho ragione io, hai ragione tu, siamo d'accordo, non siamo d'accordo, il denaro, la pubblicità, i tre anni di corso, gli Illuminati, i non-iluminati, i cialtroni, le Scritture che derivano dalle non-scritture prima che fosse inventata la scrittura.

Erano solo un gioco, una scusa, dei ciottoli da scalciare lungo il sentiero. Da scalciare .... appunto. Benedetti ciottoli, vi ringrazio.

Ti auguro serenità e prosperità.
Onkar Singh


permettimi onkar leone di Dio:

di quale yoga si sta parlando?

sono un pò perplesso nel leggere le tue parole.

ti faccio un esempio pratico:
convenzionalmente le pratiche di magia naturale, legate alla tradizione sciamanica, di alcuni gruppi di shakta e di alcuni tibetani sono definite tantra nero.
il resto sempre convenzionalmente , è definito tantra bianco.
il mio amico Marco Rotonda in questo momento è in India.
sta seguendo un percorso di istruzione con un maestro Tantrico.
quando apprende sono solo in due, lui e il suo maestro.
è persona preparata marco, sia dal punto di vista della scienza occidentale, sia dal punto di vista dottrinale, sia dal punto di vista della conoscenza del sanscrito.

supponiamo(non lo farebbe mai in realtà, ma supponiamolo) che torni e per condividere la sua esperienza, dopo essere stato autorizzato dal suo guru, decida di aprire una scuola chiamandola tantra yoga bianco.
secondo te potrebbe farlo?

secondo me no.
avrebbe dei problemi legali.
perchè tantra yoga bianco è un Brand registrato dai seguaci di Yogi bhajan.
un marchio.
come palmolive o prosciutto di parma.

è una cosa abbastanza strana.
in occidente, ma soprattutto in italia, tantra bianco e kundalini yoga sono diventati sinonimo di cultura sikh.

tra le "millemila"(come direbbe yoga jap) pagine che si aprono su google facendo una ricerca su "corso di kundalini yoga" il 99,99% sono curate direttamente da o sono riferite a esponenti del potentissimo IKITA ,International Kundalini Yoga Teacher Association.
tra quelli di cui ho potuto controllare i dati ed i curricula non ve ne è uno solo che appartenga ad un lignaggio shakta o saiva.
ciò non mi sorprende.
innanzitutto perchè uno shakta non si farebbe mai pubblicità e difficilmente si farebbe pagare per insegnare a chiunque delle tecniche operative.
in secondo luogo perchè IKITA è associazione legata per ragioni politiche e di fede al sikhismo.

ciò non significa che non faccia opere meritorie e che i suoi responsabili non siano ottime persone.
non si sta certo giudicando una religione o una persona.
per carità.

significa però che , anche grazie all'attivismo degli insegnanti italiani, si è arrivati al punto da far credere, magari involontariamente, ad una grande massa di persone che per Kundalini yoga si intenda esclusivamente l'insegnamento di yogi bhajan.

è questo sarebbe una falsità.

yoga kundalini per bambini.
yoga kundalini a domicilio.
corsi di tantra per manager allo sheraton hotel.
yoga kundalini per donne in cinta
.

ne ho letti così tanti di avvisi pubblicitari in questi giorni...
e tutti erano riferiti ad insegnanti della IKYTA.

va benissimo per carità.

ma mi chiedo: hai mai riflettuto su ciò che per gli insegnanti del metodo bhajan è kundalini yoga e ciò che invece è kundalini yoga per i Nath o i kaula?

siamo sicuri che sia corretto scrivere cose come:
Il Kundalini Yoga, lo Yoga della Consapevolezza, venne portato in Occidente da Yogi Bhajan nel 1968. ?
in europa si parla di yoga kundalini dal 1680 credo.
in Italia all'interno del gruppo di Ur (evola, servadio ecc) se ne parlava negli anni 30.
L'edizione in inglese del mahanivana tantra con l'introduzione di Avalon/Woodroffe è del 1913.
Il Potere del Serpente di Avalon e Metafisica del Sesso e Yoga della Potenza di Evola sono stati pubblicati in Italia quando Yogi bhajan aveva ancora i pantaloni corti.

come si fa a dire che lo Yoga Kundalini è stato stato introdotto in Italia nel 1968 da yogi bhajan?
è una falsità.

oppure ci si riferisce a qualcosa d'altro.
si chiama cioè con lo stesso nome una cosa diversa.

e lo si può fare perchè mai nessuno, prima dei seguaci di yogi bhajan, ha pensato di registrare il marchio kundalini yoga o yoga del tantra bianco.

yoga kundalini è una delle vie degli shakta fa parte del Nivritti marga la via del ritorno e della rinuncia.

come si fa a scrivere che se fai Yoga kundalini "Guadagni vitalita' interiore, utile per compensare gli effetti negativi dello stress e quindi eccellere nella vita"?
un kaula rifiuta le regole e gli agi della vita sociale.

eccellere nella vita mediante la pratica yoga?
si tratta di uno degli scopi dei gradi inferiori del fedele secondo il sanathana dharma , il grado detto artartha.
è qusi un'eresia.


sarebbe utile secondo me che ci si fermasse si riflettesse su quest'orgia di offerte di corsi di kundalini yoga, sulla sua commercializzazione e sull'effettiva preparazione di tanti insegnanti.

kundali shakti è la dea.
non appartiene a nessuno.

promuovere la causa politica dei sikh e la loro cultura credo che sia un opera meritoria.
accade lo stesso con i tibetani.

ma sarebbe meglio, secondo me, cominciare a misurare le parole e a dar loro il loro autentico significato

sarebbe meglio , secondo me cominciare un confronto con i praticanti ed i ricercatori al di là dei raduni autoreferenziali, dei fans club, dei face book e delle trovate pubblicitarie.

c'è molto frastuono secondo me.
non aiuta la ricerca del silenzio.
ed è un frastuono che assomiglia molto, sempre secondo me, al proselitismo.

perchè non rubare un pochino di tempo alla promozione ed alle campagne pubblicitarie per riflettere silenziosamente su ciò si sta facendo, sui motivi di ciò che si sta facendo e sulla parola Verità?

parola che non appartiene a nessuno ma semplicemente é.
esattamente come kundalishakti, la Dea.


aum kring kalikaye namah.

r.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3075
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 21 dicembre 2009, 13:40

Onkar Singh ha scritto:No Fabio,

ho usato il termine "trascendere", il cui significato è "superare i limiti dell'esperienza sensibile, della realtà tangibile".

Ti prego, rileggi il mio messaggio in quest'ottica e ti accorgerai che ..... non scarto nulla.

Ti auguro serenità e prosperità.
Onkar Singh


hai usato un termine secondo me sbagliato. io non posso trascendere un bel niente. non posso e basta. non posso "decidere" di superare i limiti dell'esperienza sensibile, della realtà tangibile. se succede succede. ma non è cosa che possa essere decisa razionalmente e a priori. altrimenti credo che io avrei già trasceso da un pò determinate realtà tangibili nelle quali sono invece molto invischiato.
oppure posso fingere di trascendere, aggiungendo una maschera sottile alle già innumerevoli che indosso...

anch'io auguro a te serenità e prosperità.
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
Onkar Singh
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dicembre 2008, 22:10
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Onkar Singh » 21 dicembre 2009, 14:20

Fabio,

ci sono evidenti difficoltà comunicative con la parola scritta, quindi mi appresto, se ci riesco, a chiarire meglio il concetto:

Trascendere è una conseguenza della pratica yogica, non è certamente una decisione della volontà. E' il frutto della pratica. Sempre se, accade.

Ti auguro serenità e prosperità.
Onkar Singh

Avatar utente
Onkar Singh
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dicembre 2008, 22:10
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Onkar Singh » 21 dicembre 2009, 15:08

Per Paolo,

riporto un estratto di un discorso di Yogi Bhajan:

" .................. we exist to grow and to help those who need assistance. That is why Kundalini Yoga teachers are not initiated. We serve and share, we do not push and proselytize. Truth and authentic growth do not happen that way. I feel that pushing knowledge on people is still pushing. I don't want to be a pusher of anything. I have never done that in my life. I'm not going to push deep, sacred knowledge on you. I do want to share this secret science of Kundalini Yoga openly and widely so that we can experience certain things and grow as human beings.
In Kundalini Yoga the most important thing is experience. Your experience goes right into your heart. No words can replace that experience. Your mind may accept the words or it may not, but your consciousness will not accept just words. The purpose of all our efforts is simply to extend your awareness in your consciousness so you can have this foundation in experience and a base in positive habits. Then you can smoothly plan your life to any extent you like. You can radiate creativity and Infinity in all aspects of your life.
That is the practical result of yoga. It is the capacity and right to live a healthy, happy, and holy life. That is why we called our yoga family 3HO (Healthy, Happy, Holy Organization).
---------------------------
Non l'ho tradotto in Italiano perchè potrei distorcerne il contenuto con il filtro della mia mente, della mia esperienza, del mio ego.
Ognuno se ne faccia la sua "verità".

Ti auguro serenità e prosperità.
Onkar Singh

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 21 dicembre 2009, 20:22

Onkar Singh ha scritto:Per Paolo,

riporto un estratto di un discorso di Yogi Bhajan:

" .................. we exist to grow and to help those who need assistance. That is why Kundalini Yoga teachers are not initiated. We serve and share, we do not push and proselytize. Truth and authentic growth do not happen that way. I feel that pushing knowledge on people is still pushing. I don't want to be a pusher of anything. I have never done that in my life. I'm not going to push deep, sacred knowledge on you. I do want to share this secret science of Kundalini Yoga openly and widely so that we can experience certain things and grow as human beings.
In Kundalini Yoga the most important thing is experience. Your experience goes right into your heart. No words can replace that experience. Your mind may accept the words or it may not, but your consciousness will not accept just words. The purpose of all our efforts is simply to extend your awareness in your consciousness so you can have this foundation in experience and a base in positive habits. Then you can smoothly plan your life to any extent you like. You can radiate creativity and Infinity in all aspects of your life.
That is the practical result of yoga. It is the capacity and right to live a healthy, happy, and holy life. That is why we called our yoga family 3HO (Healthy, Happy, Holy Organization).
---------------------------
Non l'ho tradotto in Italiano perchè potrei distorcerne il contenuto con il filtro della mia mente, della mia esperienza, del mio ego.
Ognuno se ne faccia la sua "verità".

Ti auguro serenità e prosperità.
Onkar Singh

questa (la tua) secondo me è fede.

lo yoga, secondo me è scienza.
non capisco cosa c'entri, tuttavia, il discorso di yogi bajhan con quanto si diceva sopra sull'attivismo incredibile degli insegnanti dell IKYTA ed il fatto che i seguaci di yogi bhajan abbiano registrato i maerchi di yoga tantra ecc.
che c'entra con il discorso che hai postato la tendenza a commercializzare ed a dare notizie dubbie per certe?
se tu scrivi che lo yoga kundalini, per esempio, è stato portato in Italia nel 1968 da Yogi bhajan è notizia infondata.

il proselitismo può avere dei lati positivi ma si dovrebbero, lo ripeto , chiamare le cose con il loro nome.
Kundalini Yoga è tecnica operativa dei lignaggi che vengono definiti sakta e saiva.
lignaggi che fanno parte del sanathana dharma e che riconoscono la Dea come sovrano dei tre regni.

togli l'impianto tradizionale el'aspetto universale ad una tecnica operativa e te la troverai snaturata.

con tutta la buona fede possibile state propagandando con il nome di una tecnica operativa vedica sistematizzata in una delle 108 upanishad principali una tecnica moderna ideata da un maestro che non si riconosce nei veda nè nelle upanishad.

credo che sarebbe onesto specificare che il vostro kundalini yoga non è quello upanishadico.
ma naturalmente è un mio punto di vista personale.

ma credo pure che non ce ne sia bisogno.
una carota è una carota ed un cavolo è un cavolo.
anche se chiami la carota cavolo resta sempre una carota e chi ha esperienza della puzza del cavolo bollito saprà riconoscere il cavolo cavolo dalla carota battezzata cavolo.

spero ad ogni modo che tu possa riflettere su quanto detto.



ti allego un brano della yoga kundalini upanishad tradotto (credo)da sivananda, si tratta della lode a Tripurasundari, la bella dei tre mondi:

DEVI STOTRA

kadambavanamadhyagàü kanakamaõóalopasthità.N
ùaóaüburuhavàsinãü satatasiddhasaudàminãm |
vióaübitajapàruciü vikacacandracåóàmaõiü
trilocanakuñuübinãü tripurasundarãmà÷raye ||

“I seek refuge in Tripurasundari, the wife of the three-eyed One, who lives in the Kadamba
forest, who is seated on the golden disc and dwells in the six lotuses of the Yogins, ever flashing like
lightning in the heart of the perfected ones, whose beauty excels that of the Japa flower and whose
forehead is adorned by the full-moon.”
Immagine


Yoga kundalini upanishad III,1:

1. Melana-Mantra: Hrim, Bham, Sam, Pam, Pham, Sam, Ksham.
Il nato dal loto disse : o samkara (tra) la nuna nuova e la luna piena quale di questi segni è detto?



credo che sarebbe auspicabile che un insegnante di kundalini yoga studiasse la yoga kundalini upanishad.

un abbraccio pieno di speranza.
ryu no kokyu
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
Onkar Singh
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dicembre 2008, 22:10
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Onkar Singh » 21 dicembre 2009, 23:14

Paolo proietti ha scritto:
Onkar Singh ha scritto:Per Paolo,

riporto un estratto di un discorso di Yogi Bhajan:

" .................. we exist to grow and to help those who need assistance. That is why Kundalini Yoga teachers are not initiated. We serve and share, we do not push and proselytize. Truth and authentic growth do not happen that way. I feel that pushing knowledge on people is still pushing. I don't want to be a pusher of anything. I have never done that in my life. I'm not going to push deep, sacred knowledge on you. I do want to share this secret science of Kundalini Yoga openly and widely so that we can experience certain things and grow as human beings.
In Kundalini Yoga the most important thing is experience. Your experience goes right into your heart. No words can replace that experience. Your mind may accept the words or it may not, but your consciousness will not accept just words. The purpose of all our efforts is simply to extend your awareness in your consciousness so you can have this foundation in experience and a base in positive habits. Then you can smoothly plan your life to any extent you like. You can radiate creativity and Infinity in all aspects of your life.
That is the practical result of yoga. It is the capacity and right to live a healthy, happy, and holy life. That is why we called our yoga family 3HO (Healthy, Happy, Holy Organization).
---------------------------
Non l'ho tradotto in Italiano perchè potrei distorcerne il contenuto con il filtro della mia mente, della mia esperienza, del mio ego.
Ognuno se ne faccia la sua "verità".

Ti auguro serenità e prosperità.
Onkar Singh

questa (la tua) secondo me è fede.

lo yoga, secondo me è scienza.
non capisco cosa c'entri, tuttavia, il discorso di yogi bajhan con quanto si diceva sopra sull'attivismo incredibile degli insegnanti dell IKYTA ed il fatto che i seguaci di yogi bhajan abbiano registrato i maerchi di yoga tantra ecc.
che c'entra con il discorso che hai postato la tendenza a commercializzare ed a dare notizie dubbie per certe?
se tu scrivi che lo yoga kundalini, per esempio, è stato portato in Italia nel 1968 da Yogi bhajan è notizia infondata.

il proselitismo può avere dei lati positivi ma si dovrebbero, lo ripeto , chiamare le cose con il loro nome.
Kundalini Yoga è tecnica operativa dei lignaggi che vengono definiti sakta e saiva.
lignaggi che fanno parte del sanathana dharma e che riconoscono la Dea come sovrano dei tre regni.

togli l'impianto tradizionale el'aspetto universale ad una tecnica operativa e te la troverai snaturata.

con tutta la buona fede possibile state propagandando con il nome di una tecnica operativa vedica sistematizzata in una delle 108 upanishad principali una tecnica moderna ideata da un maestro che non si riconosce nei veda nè nelle upanishad.

credo che sarebbe onesto specificare che il vostro kundalini yoga non è quello upanishadico.
ma naturalmente è un mio punto di vista personale.

ma credo pure che non ce ne sia bisogno.
una carota è una carota ed un cavolo è un cavolo.
anche se chiami la carota cavolo resta sempre una carota e chi ha esperienza della puzza del cavolo bollito saprà riconoscere il cavolo cavolo dalla carota battezzata cavolo.

spero ad ogni modo che tu possa riflettere su quanto detto.



ti allego un brano della yoga kundalini upanishad tradotto (credo)da sivananda, si tratta della lode a Tripurasundari, la bella dei tre mondi:

DEVI STOTRA

kadambavanamadhyagàü kanakamaõóalopasthità.N
ùaóaüburuhavàsinãü satatasiddhasaudàminãm |
vióaübitajapàruciü vikacacandracåóàmaõiü
trilocanakuñuübinãü tripurasundarãmà÷raye ||

“I seek refuge in Tripurasundari, the wife of the three-eyed One, who lives in the Kadamba
forest, who is seated on the golden disc and dwells in the six lotuses of the Yogins, ever flashing like
lightning in the heart of the perfected ones, whose beauty excels that of the Japa flower and whose
forehead is adorned by the full-moon.”
Immagine


Yoga kundalini upanishad III,1:

1. Melana-Mantra: Hrim, Bham, Sam, Pam, Pham, Sam, Ksham.
Il nato dal loto disse : o samkara (tra) la nuna nuova e la luna piena quale di questi segni è detto?



credo che sarebbe auspicabile che un insegnante di kundalini yoga studiasse la yoga kundalini upanishad.

un abbraccio pieno di speranza.
ryu no kokyu


Paolo,

se tu provassi ad andare un po' oltre la mera disquisizione dottrinale sarebbe molto interessante proseguire il discorso. Invece pare che il tuo intento sia solo quello di denigrare, travisare, interpretare, credere.

Parli di "fede", di attivismo incredibile, di seguaci, di proselitismo, di propaganda, di mancanza di onesta'. Giochicchi con i nomi spirituali degli altri .... .

Come mai tutta questa avversione ?
Perchè tutto questo astio ?

Potresti fare delle domande invece che dare delle risposte. Potresti domandare ad esempio: "la Yoga Kundalini Upanishad è contemplata nel Kundali Yoga di Yogi Bhajan ?", "gli Yoga Sutra di Patanjali sono contemplati nel Kundalini Yoga di Yogi Bhajan ?".
Macche' ..... manco a parlarne.

E poi se nel discorso di Yogi Bhajan che ho postato non cogli alcun nesso, alcuna indicazione, alcun senso .... che ti devo dire ?
Pratica un po' di piu'. Otterrai maggiore capacità di intuizione.

Statte bene.
Onkar Singh

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 22 dicembre 2009, 0:44

se tu provassi ad andare un po' oltre la mera disquisizione dottrinale sarebbe molto interessante proseguire il discorso. Invece pare che il tuo intento sia solo quello di denigrare, travisare, interpretare, credere.

Parli di "fede", di attivismo incredibile, di seguaci, di proselitismo, di propaganda, di mancanza di onesta'. Giochicchi con i nomi spirituali degli altri .... .

Come mai tutta questa avversione ?
Perchè tutto questo astio ?


mannaggia::: com'è che ogni volta che si documenta un'opinione si viene accusati di astio, denigrazione o altro.
oppure di giocare con le parole?



sto continuando questa discussione perchè mi pare assai interessante.
sto scoprendo un mondo nuovo.

a me se si registra il marchio kundalini o tantra bianco come fossero saponette non importante assolutamente niente.
.


ma resta un dato di fatto .
nel senso che qualcuno ha pensato che fosse cosa buona e giusta.

la mia opinione è che non sia cosa buona e giusta.
ma la mia opinione, mi pare ovvio, non vale il due di briscola.
non sono un insegnate di yoga.
non rappresento nessun gruppo o setta o istituzione.
non ho interessi economici in nessuna casa editrice o di gadget.

quindi sono nella condizione di dire quello che penso e sento , nei limiti del buon gusto e del comune senso del pudore.
in piena libertà.

vediamo: perchè mi accusi di denigrare?
se tu scrivi su un sito che il kundalini yoga è stato introdotto in Italia nel 1968 da yogi bhajan è una balla.

se non ti piace la parola balla dirò che è una inesattezza.
ma il risultato è il medesimo.
non è vero.
questo non mi pare che sia denigrare, ma che sia dire una cosa che è facilmente dimostrabile.

se tu dici che il kundalini yoga serve per avere successo nella vita ti risponde che dal punto di vista di uno shakta è (sarebbe 8) un'eresia(anche se ad uno shakta non gliene potrebbe fregà de meno)

e questo non è denigrare: è un fatto documentabile.

dire le cose come stanno significa essere astiosi e denigratori ?
strano concetto.

tra l'altro in questa discussione sono stato chiamato da Yoga jap che giudicava inesatte le informazioni presenti in un vecchio post di paolo.

vi si diceva più o meno che certe insegnanti di yoga kundalini contattate da paolo lo avevano sorpreso per la loro scarsa conoscenza dell'anatomia e dei "fondamentali dello yoga" e che sembravano prediligevano l'aspetto esteriore (sorrisi buddhici, turbante bianco e spadino) di un insegnamento che non era induista, ma sikh, piuttosto che la pratica .

da lì è nato questo scambio.
uno scambio di opinioni.
(le tradizioni indiana , tibetana e zen sono piene di dibattiti e discussioni sui principi fondamentali.
ai tempi di samkara litigavano anche per tre o quattro giorni su un dettaglio interpretativo...)

opinioni che ti ribadisco:

il kundalini yoga è tecnica operativa dei lignaggi sakta e saiva , sistematizzata nella Yoga kundalini upanishad e facente parte del tantra uno dei tre strumenti operativi del sanathana dharma (gli altri sono mantra e yantra)
per tecnica operativa si intende l'insegnamento particolare (individuale) che accompagna l'insegnamento universale.
se si depaupera la tecnica operativa dall'ambito per il quale è nata la si snatura.
lo yoga kundalini insegnato dalla maggior parte delle scuole e palestre italiane non è yoga kundalini vedantico, ma è tecnica anzi "tecnologia per la salute fisica e psichica" creata nel '900 da yogi bhajan.

non nego assolutamente le valenze positive della tecnica creata da yogi bhajan.
ma non è il kundalini yoga che fa riferimento alla smirti e alla sruti.

cosa anche questa di cui mi interessa abbastanza poco, in realtà.

ciò che mi interessa invece è il leggere le tue argomentazioni.
e mi piacerebbe assai che mi rispondesti con argomentazioni logiche, citazioni documentate e testimonianze dirette.

per adesso , in questo senso, non mi sembra un gran dibattito: non fai altro che darmi, indirettamente , ragione.
e non lo trovo affatto divertente.

se scrivo che un tantrista potrebbe avere dei problemi ad aprire una scuola con il nome di yoga del tantra bianco tu non dici che non è vero.
sorvoli e mi giudichi astioso e denigratore.
sembra quasi che stia usando quella elementare tecnica dialettica che consiste nello schivare una domanda a cui non si sa o non si vuole rispondere attaccando l'interlocutore sul piano personale in modo da tentare di scatenare una sua reazione ed allontanare così la domanda perigliosa.

stravagante.

la verità invece dove sta, onkar leone di dio ( non è un gioco di parole irrispettoso, sul tuo nome spirituale, l'ho preso da un tuo articolo)?
è vero o no, per esempio, che tantra bianco è un marchio registrato?

e non ti pare stravagante mettere un marchio commerciale su qualcosa che appartiene a tutta l'umanità?

probabilmente per te sarà cosa buona e giusta, ma mi piacerebbe che lo motivassi(naturalmente non è un obbligo, è un invito)

per ciò che riguarda la kundalini upanishad ho letto con attenzione alcune pagine nel tuo sito e francamente non ne ho trovato traccia.

può darsi che tu l'abbia studiata.
ne sarei lieto.
in quel caso mi piacerebbe sapere la tua interpretazione di sutra come :

Gli yogi ottengono il nettare dell'equanimità solo attraverso il samadhi.

oppure

(III-21...)
I tre, visva, taijasa e Prajna.
Virat hiranyagharaba e isvara nell'universo[....] sono assorbiti nel Sè interiore (Pratyagatman) in seguito all'assorbimento dei loro rispettivi veicoli.



e la disquisizione dottrinale qui , scusami, oltre che mera sarebbe anche essenziale.

perchè se nella yoga kundalini upanishad si dice, in pratica che lo yoga è la pratica del samadhi e si afferma che l'impianto cosmologico è esattamente quello del vedanta, è assai difficile, secondo me, coniugare i suoi insegnamenti con quelli di yogi bhajan.

a prescindere dalle qualità di yogi bhajan e delle valenze positive del suo insegnamento, più che qualificare gli altri come astiosi e denigratori sarebbe più interessante che affrontassimo queste problematiche.
è possibile coniugare lo yoga sikh con il tantra inteso come religione della Dea?

parliamo di questo senza scendere nel personale.
credo che sia meglio e più interessante.

parliamo di patanjali se vuoi, magari osservando bene la sua acconciatura, il cordone brahmanico la coda di serpente e l'incredibile somiglianza con samkara e sri narasimbha di sringeri.

parliamo di tecniche e di simboli (yantra).
di mantra e sillabe seme.
e soprattutto parliamo da ricercatori.
mente libera.
detesto le posizioni codificate

(musashi- il libro dei cinque anelli)

credo che sarebbe più interessante per tutti, non trovi?

un sorriso,
ryu no kokyu
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
Onkar Singh
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dicembre 2008, 22:10
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Onkar Singh » 22 dicembre 2009, 9:56

Paolo proietti ha scritto:
se tu provassi ad andare un po' oltre la mera disquisizione dottrinale sarebbe molto interessante proseguire il discorso. Invece pare che il tuo intento sia solo quello di denigrare, travisare, interpretare, credere.

Parli di "fede", di attivismo incredibile, di seguaci, di proselitismo, di propaganda, di mancanza di onesta'. Giochicchi con i nomi spirituali degli altri .... .

Come mai tutta questa avversione ?
Perchè tutto questo astio ?


mannaggia::: com'è che ogni volta che si documenta un'opinione si viene accusati di astio, denigrazione o altro.
oppure di giocare con le parole?



sto continuando questa discussione perchè mi pare assai interessante.
sto scoprendo un mondo nuovo.

a me se si registra il marchio kundalini o tantra bianco come fossero saponette non importante assolutamente niente.
.


ma resta un dato di fatto .
nel senso che qualcuno ha pensato che fosse cosa buona e giusta.

la mia opinione è che non sia cosa buona e giusta.
ma la mia opinione, mi pare ovvio, non vale il due di briscola.
non sono un insegnate di yoga.
non rappresento nessun gruppo o setta o istituzione.
non ho interessi economici in nessuna casa editrice o di gadget.

quindi sono nella condizione di dire quello che penso e sento , nei limiti del buon gusto e del comune senso del pudore.
in piena libertà.

vediamo: perchè mi accusi di denigrare?
se tu scrivi su un sito che il kundalini yoga è stato introdotto in Italia nel 1968 da yogi bhajan è una balla.

se non ti piace la parola balla dirò che è una inesattezza.
ma il risultato è il medesimo.
non è vero.
questo non mi pare che sia denigrare, ma che sia dire una cosa che è facilmente dimostrabile.

se tu dici che il kundalini yoga serve per avere successo nella vita ti risponde che dal punto di vista di uno shakta è (sarebbe 8) un'eresia(anche se ad uno shakta non gliene potrebbe fregà de meno)

e questo non è denigrare: è un fatto documentabile.

dire le cose come stanno significa essere astiosi e denigratori ?
strano concetto.

tra l'altro in questa discussione sono stato chiamato da Yoga jap che giudicava inesatte le informazioni presenti in un vecchio post di paolo.

vi si diceva più o meno che certe insegnanti di yoga kundalini contattate da paolo lo avevano sorpreso per la loro scarsa conoscenza dell'anatomia e dei "fondamentali dello yoga" e che sembravano prediligevano l'aspetto esteriore (sorrisi buddhici, turbante bianco e spadino) di un insegnamento che non era induista, ma sikh, piuttosto che la pratica .

da lì è nato questo scambio.
uno scambio di opinioni.
(le tradizioni indiana , tibetana e zen sono piene di dibattiti e discussioni sui principi fondamentali.
ai tempi di samkara litigavano anche per tre o quattro giorni su un dettaglio interpretativo...)

opinioni che ti ribadisco:

il kundalini yoga è tecnica operativa dei lignaggi sakta e saiva , sistematizzata nella Yoga kundalini upanishad e facente parte del tantra uno dei tre strumenti operativi del sanathana dharma (gli altri sono mantra e yantra)
per tecnica operativa si intende l'insegnamento particolare (individuale) che accompagna l'insegnamento universale.
se si depaupera la tecnica operativa dall'ambito per il quale è nata la si snatura.
lo yoga kundalini insegnato dalla maggior parte delle scuole e palestre italiane non è yoga kundalini vedantico, ma è tecnica anzi "tecnologia per la salute fisica e psichica" creata nel '900 da yogi bhajan.

non nego assolutamente le valenze positive della tecnica creata da yogi bhajan.
ma non è il kundalini yoga che fa riferimento alla smirti e alla sruti.

cosa anche questa di cui mi interessa abbastanza poco, in realtà.

ciò che mi interessa invece è il leggere le tue argomentazioni.
e mi piacerebbe assai che mi rispondesti con argomentazioni logiche, citazioni documentate e testimonianze dirette.

per adesso , in questo senso, non mi sembra un gran dibattito: non fai altro che darmi, indirettamente , ragione.
e non lo trovo affatto divertente.

se scrivo che un tantrista potrebbe avere dei problemi ad aprire una scuola con il nome di yoga del tantra bianco tu non dici che non è vero.
sorvoli e mi giudichi astioso e denigratore.
sembra quasi che stia usando quella elementare tecnica dialettica che consiste nello schivare una domanda a cui non si sa o non si vuole rispondere attaccando l'interlocutore sul piano personale in modo da tentare di scatenare una sua reazione ed allontanare così la domanda perigliosa.

stravagante.

la verità invece dove sta, onkar leone di dio ( non è un gioco di parole irrispettoso, sul tuo nome spirituale, l'ho preso da un tuo articolo)?
è vero o no, per esempio, che tantra bianco è un marchio registrato?

e non ti pare stravagante mettere un marchio commerciale su qualcosa che appartiene a tutta l'umanità?

probabilmente per te sarà cosa buona e giusta, ma mi piacerebbe che lo motivassi(naturalmente non è un obbligo, è un invito)

per ciò che riguarda la kundalini upanishad ho letto con attenzione alcune pagine nel tuo sito e francamente non ne ho trovato traccia.

può darsi che tu l'abbia studiata.
ne sarei lieto.
in quel caso mi piacerebbe sapere la tua interpretazione di sutra come :

Gli yogi ottengono il nettare dell'equanimità solo attraverso il samadhi.

oppure

(III-21...)
I tre, visva, taijasa e Prajna.
Virat hiranyagharaba e isvara nell'universo[....] sono assorbiti nel Sè interiore (Pratyagatman) in seguito all'assorbimento dei loro rispettivi veicoli.



e la disquisizione dottrinale qui , scusami, oltre che mera sarebbe anche essenziale.

perchè se nella yoga kundalini upanishad si dice, in pratica che lo yoga è la pratica del samadhi e si afferma che l'impianto cosmologico è esattamente quello del vedanta, è assai difficile, secondo me, coniugare i suoi insegnamenti con quelli di yogi bhajan.

a prescindere dalle qualità di yogi bhajan e delle valenze positive del suo insegnamento, più che qualificare gli altri come astiosi e denigratori sarebbe più interessante che affrontassimo queste problematiche.
è possibile coniugare lo yoga sikh con il tantra inteso come religione della Dea?

parliamo di questo senza scendere nel personale.
credo che sia meglio e più interessante.

parliamo di patanjali se vuoi, magari osservando bene la sua acconciatura, il cordone brahmanico la coda di serpente e l'incredibile somiglianza con samkara e sri narasimbha di sringeri.

parliamo di tecniche e di simboli (yantra).
di mantra e sillabe seme.
e soprattutto parliamo da ricercatori.
mente libera.
detesto le posizioni codificate

(musashi- il libro dei cinque anelli)

credo che sarebbe più interessante per tutti, non trovi?

un sorriso,
ryu no kokyu


Ufff !!!
come si fa a rispondere ad uno che, nonostante gli si diano delle precisazioni, continua a riportare delle inesattezze ?
E che soprattutto risottolinea delle inesattezze ?

Pare ci sia un intento denigratorio in tale comportamento. Il tutto poi, facendo un bel minestrone di mille ingredienti, tra citazioni e interpretazioni.

- Sul sito in questione http://centroyogasatnam.blogspot.com NON si dice che Yogi Bhajan ha portato in Italia il KY nel '68.
- Si puo' essere liberi ed onesti intellettualmente anche se si fa parte di un "gruppo" (il termine setta è palesemente denigratorio)
- Lo stato psicofisico e il risultato testimoniato dal 99,9% di chi pratica KY è quello descritto nel sito: incremento di vitalita' interiore, incremento di calma interiore, successo nella propria vita interiore e di relazione, scoperta di una dimensione spirituale della vita.
- Tutte le tradizioni spirituali del mondo prima di diventare "del mondo", erano "particolari", "locali", nate in un contesto sociale, culturale, specifico. Anche tutto quello che tu menzioni ...... non e' tuo. Perche' lo citi ? E' innominabile, e' intraducibile soprattutto.
Chi ti da la certezza che certe traduzioni siano completamente rispondenti all'originale ? E l'originale da dove nasce ? Dalla tradizione orale ? E chi ha riportato oralmente certi concetti ? Li ha riportati correttamente ?
C'e' certezza di qualcosa ?

Per questo ti spingo a sperimentare in prima persona. Le chiacchiere stanno a zero, si tratta di mettere il sedere a terra e lavorare ...... poi forse si comprende cos'e' lo Yoga.
Questo vale anche per i Cinque Riti Tibetani.
Appartengono veramente al Tibet o e' una balla ? Sono solo il frutto dell'immaginazione di uno scrittore del '900 ?
Chi se ne frega.
Li pratico, li sperimento, osservo cosa hanno prodotto nel mio corpo-mente.
Funzionano ? Bene !

Continui a mischiare la religione Sikh con il Kundalini Yoga di Yogi Bhajan. E dici che l'insegnamento è Sikh e non Vedanta. Io ti dico che è anche Cristiano, Buddista, Mussulmano. E' universale. E' non duale.

Ora vado, non ho tempo per commentare i Sutra da te menzionati. Ho lezione. A me interessa aiutare gli altri a crescere, a scoprire lo Yoga, a rendere il mondo migliore.

E a te ? Interessa che tutte le persone del mondo pratichino lo Yoga ?
Ho seri dubbi in merito, anche perche', non so se lo sai, ma ad insegnare Yoga si fa la fame.

Wahe Guru.
Onkar Singh

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3075
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 22 dicembre 2009, 12:26

Onkar Singh ha scritto:[- Lo stato psicofisico e il risultato testimoniato dal 99,9% di chi pratica KY è quello descritto nel sito: incremento di vitalita' interiore, incremento di calma interiore, successo nella propria vita interiore e di relazione, scoperta di una dimensione spirituale della vita.

Ho seri dubbi in merito, anche perche', non so se lo sai, ma ad insegnare Yoga si fa la fame.

Wahe Guru.
Onkar Singh


:shock: beh sulla calma, nonostante insegni, hai da lavorare. sembri abbastanza irritato/agitato.

riguardo far la fame, se è per questo si fa la fame anche facendo molti altri mestieri. E poi perdonami assomiglia ad una giustificazione. Suona un pò come dire. "Sono così buono, bravo e bello che nonostante si faccia la fame mi presto ad insegnare yoga. quindi faccio un bel servizio".
Chissà poi se qualcuno te l'ha chiesto.
però vedi, un conto è un mestiere. un conto è lo yoga. lo yoga è la pratica del samadhi, e penso in tutta sincerità (ma è opinione/credenza personale) che chi vive ed esperimenta tali stati non abbia tutta sta voglia di insegnare. e nel caso debba farlo a volte diventa un vero servizio. comunque ridurre lo yoga ad un mestiere per vivere francamente lo trovo un pò triste...posso dirlo? io faccio la fame facendo altro. se poi ci tieni a far stare meglio le persone che ti circondano, perchè invece non fare delle belle sedute di psicologia? lo yoga non è proprio un metodo per stare bene con se stessi e gli altri. lo yoga (forse per come lo capisco io) è un abisso. è la falena che si brucia nel fuoco.
IL GRANDE CONTROLLORE


Torna a “Discussioni fra insegnanti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite