AT, e la croce?

altre vie per la realizzazione
Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 719
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Messaggioda Indra » 12 aprile 2012, 20:47

pushan

mostro il senso delle parole
e non la loro forzatura

che ti succede? parli di avvicinarsi all'altro come se ci credessi
è forse così per te?

pace deriva dal sanscrito pak che significa 'legare'
amore dal greco mao che significa 'desiderare'
libertà dal latino lubere che significa ' che fa piacere'

legarsi al desiderare che fa piacere?
che ti succede?
è forse così per te?

fiori? profumi?
che ti succede?
è forse così per te?

il Loto Nero dal profumo mortale
è l'essenza del dissolvere
Con esso il Vira uccide il Sè e danza la tandava

così poco sai dell'inebriarsi dell'Essenza?
che ti succede?
è forse così per te?

Indra
brahmana
brahmana
Messaggi: 719
Iscritto il: 14 agosto 2011, 15:58

Messaggioda Indra » 12 aprile 2012, 21:22

r9
no

le due croci laterali rappresentano la volontà e la forza
le croci sono fatte di legno, infisse nella terra
si ergono verso l'alto come il fuoco e si espandono nelle quattro direzioni come l'aria

qualunque apprendista mago shamano o kabbalista sa queste cose
come sa che non esistono due polarità ma
un' unica energia che l'ignorante crede separate ed opposte

nulla sai di kundalini
oppure dimmi
ida e pingala si intrecciano
perchè?



ti aiuto
non certo per i granthi
infatti sta scritto che i nodi vanno sciolti nello stesso modo con cui sono stati creati

Yogavira
brahmana
brahmana
Messaggi: 1229
Iscritto il: 23 settembre 2006, 21:47

Messaggioda Yogavira » 12 aprile 2012, 21:39

Luce Oscura ha scritto:
(.....)

pace armonia libertà sono termini privi di senso per chi pratichi davvero le vie di conoscenza


certo, ma conoscenza non vuol dire realizzazione : posso conoscere l'elettrone e tutti gi suoi spin e non saper cambiare una lampadina.
Posso conoscere il Vangelo, gli Shastra, il Corano i Veda e tutto il cucuzzaro, ma questo non fa di me un uomo realizzato/illuminato.

Una cosa è il Pundit, una cosa è lo Yogi : puoi essere erudito e conoscere quante cose vuoi ma non per questo - ipso facto - sarai Sapiente (casomai tu volessi giocare a sproposito con le mie parole).
Sapienza = armonia , pace e tutto il resto ....Conoscenza = conoscenza.

Non basta sapere, occorre anche saper fare e saper essere.
:wink:
Immagine mitico ! Immagine

R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 12 aprile 2012, 22:26

Luce Oscura ha scritto:r9
no

le due croci laterali rappresentano la volontà e la forza
le croci sono fatte di legno, infisse nella terra
si ergono verso l'alto come il fuoco e si espandono nelle quattro direzioni come l'aria

qualunque apprendista mago shamano o kabbalista sa queste cose
come sa che non esistono due polarità ma
un' unica energia che l'ignorante crede separate ed opposte

nulla sai di kundalini
oppure dimmi
ida e pingala si intrecciano
perchè?



ti aiuto
non certo per i granthi
infatti sta scritto che i nodi vanno sciolti nello stesso modo con cui sono stati creati


Mi dispiace, ma purtroppo per mio assetto e carattere non posso partecipare al giochino di chi recitando il ruolo di illuminato sapiente, scrive pappardelle lunghe un kilometro senza dire nulla!
Io cerco di essere sempre il piu chiaro e semplice possibile, chi vuole, se vuole, puo prendere in considerazione quello che scrivo come una possibilità in piu, e chi vuole rimanere legato ai propri schemi puo farlo.....

cinque
sudra
sudra
Messaggi: 32
Iscritto il: 20 ottobre 2010, 15:42

Messaggioda cinque » 13 aprile 2012, 9:29

buongiorno

e tutte le croci che i romani mettevano in fila lunga le vie per dimostrare la loro potenza, erano messaggi esoterichi 1 positivo 1 negativo 1 positivo 1 negativo....

chissà quanta energia elettrica riuscivano già a produrre!

non è forse tutto molto più semplice?

namaste

Avatar utente
Sirah
vaisya
vaisya
Messaggi: 100
Iscritto il: 22 marzo 2012, 12:29

Messaggioda Sirah » 13 aprile 2012, 9:35

fuxi ha scritto:
Sirah ha scritto:...A me sembra che se uno come Yogananda ha scritto il seguente testo: Lo Yoga di Gesù
...allora forse questo non è un argomento fuori-tema...


non so se questa è la risposta alla mia domanda, cioè cosa ne pensi tu di quanto hai riportato a proposito del discorso tenuto da Swami Kriyananda...

... più che fuori tema lo trovo un po vaneggiante...


Il nucleo ridottissimo di quello che io penso è che il Cristo,il Messia, l'Uomo Nuovo sia semplicemente uno stato di coscienza e in quello stato di coscienza (avendo già Gesù una formazione essenica ed essendo stato iniziato all'essenismo sicuramente almeno da Giovanni il Battista, che era da fonti storiche certe un esseno buttato fuori dalla setta,perchè non rispettava le regole...- ho partecipato ad un seminario di archeologia biblica sull'argomento-sempre che Gesù non vi appartenesse già prima,e se si leggono i frammenti rimasti dei testi esseni di Qumram sull'iniziazione alla setta, si comprende già tutto sul risultato di questa iniziazione...avendo un po' di competenza sulle tecniche del sacro...ripresa peraltro da alcune sette New-age) Gesù già in quello stato di coscienza particolare e vivendo la cultura dei suoi tempi e quindi l'attesa del Messia, ha letto, studiato, sviscerato il testo di Isaia, se ne è identificato e lo ha interpretato storicamente, come protagonista.
Interpretando per la storia in carne ed ossa, l'ascesi simbolica verso lo Spirito.E quindi anche il concetto di morte e rinascita.

E allora mi viene in mente un colloqui che ho avuto con una novizia tempo fa e che mi ha detto:vuoi vedere il volto del Cristo?
Eccolo...
E mi ha spinto davanti ad uno specchio.
Vivere pienamente, verso l'esterno come verso l'interno, non sacrificare nulla della realtà esterna a beneficio di quella interna, e viceversa: considera tutto ciò come un bel compito per te stessa.

R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 13 aprile 2012, 10:01

cinque ha scritto:buongiorno

e tutte le croci che i romani mettevano in fila lunga le vie per dimostrare la loro potenza, erano messaggi esoterichi 1 positivo 1 negativo 1 positivo 1 negativo....

chissà quanta energia elettrica riuscivano già a produrre!

non è forse tutto molto più semplice?

namaste


Il solo fatto che tu non sia in grado di capire una cosa, non significa che sia falsa, o che debba essere oggetto di scherno.....ricordati che se siamo ancora impantanati nella dimensione materiale è solo ed esclusivamente a causa della nostra ignoranza!
Ti faccio presente che fino a non poco tempo fa si pensava che la terra fosse piatta e che fosse il sole a girarle intorno.....e c'era gente come te che scherniva, o peggio, perseguitava crudelmente, coloro che avevano intuito la verità!
Quindi puoi anche darti una bella ridimensionata!

cinque
sudra
sudra
Messaggi: 32
Iscritto il: 20 ottobre 2010, 15:42

Messaggioda cinque » 13 aprile 2012, 10:25

scusa, non volevo sembrare arrogante, scusa, vorrei solo cercare.

ma il fatto che la terra non sia piatta e il fatto che la croce sia un messaggio esoterico sono sullo stesso piano ?

il fatto che Gesù predichi di essere come i gili del campo è sullo stesso piano della croce?
non è forse la "teologia" la peggior nemica della conoscenza?
ammetto che uno possa anche interpretarlo così, ma credo che sia un piano metafisico, e la dimwensione metafisica non procura nè felicità nè crescita.

sono solo pensieri ad alta voce, solo questo.
non voglio passare per maleducato o arrogante, se sono sembrato tale chiedo ancora scusa.

namaste

R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 13 aprile 2012, 11:04

Non è questione di arroganza....
volevo però farti notare che quello che è un tuo pensiero rimane un tuo pensiero.
Gesù è ben al di là della teologia e della limitatissima mentalità umana!
Guardati attorno e osserva in che condizione vive il genere umano....osserva attentamente....
secondo te noi umani siamo esseri illuminati dal buon senso e dalla conoscenza?
Se cosi fosse si dovrebbe vedere nei fatti non credi?
Quindi come puoi pretendere che la coscienza umana possa comprendere e partecipare della realtà di Essere Elevato come Gesù comprendendone totalmente il valore? Se cosi fosse si dovrebbe vedere....e noi tutti non ci troveremmo in questa condizione!
Percui, il mio dirti datti una ridimensionata significa che prima di giudicare o schernire qualcosa che è ben al di la della tua capacità di comprensione, sarebbe meglio rifletterci un pelo di piu!

cinque
sudra
sudra
Messaggi: 32
Iscritto il: 20 ottobre 2010, 15:42

Messaggioda cinque » 13 aprile 2012, 12:00

ciao

così come il mio anche il tuo è un tuo pensiero e come tale lo accetto, lo osservo e chissà che non diventi mio.

si può allora dire che neanche il messaggio di Buddha non è stato capito.
dell'OM iniziale a noi è rimasto poco, non lo abbiamo capito se è vero che è necessario verificare la bontà di un messaggio in base ai risultati della "società".
non mi interessa ciò che è che è o che fa "la società".
la ricerca è personale, intima. la luce divina è in me, li la devo cercare, il film continua.

(se pensi che i miei siano giudizi personali è forse perchè la scrittura nei forum lo impone) le mie riflessioni sono mie e sono vive

namaste

Avatar utente
Loto
vaisya
vaisya
Messaggi: 96
Iscritto il: 26 agosto 2010, 13:50
Località: Rognes, Francia

Messaggioda Loto » 13 aprile 2012, 13:19

cinque ha scritto:ciao

....
non mi interessa ciò che è che è o che fa "la società".
la ricerca è personale, intima. la luce divina è in me, li la devo cercare, il film continua....

namaste


Ciao.

Storiella: due uomini stanno remando in una barca, in mezzo al mare. Uno é seduto a prua l'altro a poppa. Quello che é seduto davanti comincia à fare un buco nel fondo della barca, "Che fai sei pazzo?" dice l'altro. "Perché ti preoccupi?" risponde il primo "il buco lo sto facendo dalle mia parte...."

La ricerca é personale ed é collettiva (grazie al cielo é anche collettiva!). Se tu usi "namaste" come saluto, allora riconosci il divino che c'é in noi tutti, io ho bisogno anche della tua forza per scoprire la Sorgente....

È quel che penso, la "chiave" si trova nella ricerca comune (dopo aver fatto un bel repulisti in noi....)

Con amore
Loto

R9+
brahmana
brahmana
Messaggi: 1354
Iscritto il: 7 marzo 2006, 22:52
Località: ovunque ci sia mare e amore

Messaggioda R9+ » 13 aprile 2012, 13:23

Vedi.....ti faccio un esempio banale,
se tu dici una cosa in presenza di 10 persone,
quelle persone riporteranno 10 versioni differenti di quello che tu hai detto, perchè ognuno capisce secondo se stesso e la propria capacità di comprendere, che è diversa per ognuno.
Gesù, o qualsiasi Esser di quel livello...dice una cosa,
ma quello che viene riportato è quello che ognuno ha capito, o meglio, è quello che crede di aver capito!
Questo è il motivo per cui tra la verità espressa da un Essere elevato e quello che poi viene compreso e praticato c'è una grossa distanza!
Certo che quello che dici tu è un tuo parere e quindi va rispettato, ma è comonque una tua interpretazione di una realtà ben piu ampia che pretendere di limitare o peggio deridere, è una presunzione non da poco.
E comunque, come ti ho detto, osserva la vita dei grandi Esseri, perchè sono un esempio......se sei in grado di operare come loro, allora vuol dire che hai capito, se invece ti trovi nella condizione di doverti arabattere ogni giorno per superare tutti i vari problemi della vita materiale, allora vuol dire che le tue teorie sono da rivedere!
Sono i fatti che contano!

cinque
sudra
sudra
Messaggi: 32
Iscritto il: 20 ottobre 2010, 15:42

Messaggioda cinque » 13 aprile 2012, 13:56

ciao
ho trovato belle le tue parole, grazie.
il mio percorso personale è ancora "work in progress" e forse lo sarà sempre.

namaste lo scrivo perchè riconosco in tutti la scintilla divina, che non va in contrapposizione con il mio percorso personale.

non ho voluto deridere nessuno.

sto cercando, a volte disperatamente a volte con un barlume di luce.

mi consola che comunque "l'energia vitale" mi attraversa.

namsate

fuxi
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 311
Iscritto il: 10 dicembre 2010, 23:27

Messaggioda fuxi » 13 aprile 2012, 22:14

Sirah ha scritto:
fuxi ha scritto:
Sirah ha scritto:...A me sembra che se uno come Yogananda ha scritto il seguente testo: Lo Yoga di Gesù
...allora forse questo non è un argomento fuori-tema...


non so se questa è la risposta alla mia domanda, cioè cosa ne pensi tu di quanto hai riportato a proposito del discorso tenuto da Swami Kriyananda...

... più che fuori tema lo trovo un po vaneggiante...


Il nucleo ridottissimo di quello che io penso è che il Cristo,il Messia, l'Uomo Nuovo sia semplicemente uno stato di coscienza e in quello stato di coscienza (avendo già Gesù una formazione essenica ed essendo stato iniziato all'essenismo sicuramente almeno da Giovanni il Battista, che era da fonti storiche certe un esseno buttato fuori dalla setta,perchè non rispettava le regole...- ho partecipato ad un seminario di archeologia biblica sull'argomento-sempre che Gesù non vi appartenesse già prima,e se si leggono i frammenti rimasti dei testi esseni di Qumram sull'iniziazione alla setta, si comprende già tutto sul risultato di questa iniziazione...avendo un po' di competenza sulle tecniche del sacro...ripresa peraltro da alcune sette New-age) Gesù già in quello stato di coscienza particolare e vivendo la cultura dei suoi tempi e quindi l'attesa del Messia, ha letto, studiato, sviscerato il testo di Isaia, se ne è identificato e lo ha interpretato storicamente, come protagonista.
Interpretando per la storia in carne ed ossa, l'ascesi simbolica verso lo Spirito.E quindi anche il concetto di morte e rinascita.

E allora mi viene in mente un colloqui che ho avuto con una novizia tempo fa e che mi ha detto:vuoi vedere il volto del Cristo?
Eccolo...
E mi ha spinto davanti ad uno specchio.




“semplicemente uno stato di coscienza” ... si... mi piace... scalda il cuore... è sintesi...

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2509
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Messaggioda AT » 13 aprile 2012, 23:50

cinque ha scritto:buongiorno

e tutte le croci che i romani mettevano in fila lunga le vie per dimostrare la loro potenza, erano messaggi esoterichi 1 positivo 1 negativo 1 positivo 1 negativo....

chissà quanta energia elettrica riuscivano già a produrre!

non è forse tutto molto più semplice?

namaste

La croce è uno strumento di tortura e di morte, ma contemporaneamente è diventata uno dei simboli sacri più importanti. Trovo questo apparente paradosso meravigliosamente profondo. La realtà ha un lato inquietante, terribile, con abissi di orrore e di agonia. E la condizione umana si confronta spessissimo con tale lato terribile. La tradizione Cristiana ha interpretato la vicenda della croce nel senso che Dio ha amato il mondo fino al punto di voler condividere con l'essere umano l'immersione negli abissi più dolorosi della condizione umana. E questa è anche una delle profonde differenze tra Islam e Cristianesimo, dal momento che per l'Islam, Cristo non fu crocifisso, ma qualcun altro fu crocifisso al suo posto. I temi della croce e dell'incarnazione sono assolutamente estranei all'Islam, in cui Dio è solo Onnipotenza e Maestà. Tale idea della non crocifissione di Cristo si ritrova anche in alcuni Vangeli gnostici: in uno di essi, addirittura, qualcun altro viene crocifisso al posto di Gesù, il quale sfugge alla pena e, standosene nascosto, osserva la scena e ride.
Penso che un cristianesimo privato della croce sia banalizzato, depotenziato, in qualche modo censurato.
Il lato terribile della realtà non può essere rimosso: va affrontato. E l'esempio di Cristo mostra che l'elementare, il lato tremendo della realtà, può essere "sostenuto" solo dalla Verità e dall'Amore.


Torna a “Altre discipline spirituali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite