Pagina 2 di 2

Re: Fare Yoga o realizzare lo Yoga?

Inviato: 27 dicembre 2010, 22:27
da Paolo proietti
Yogaforlife ha scritto:Bè ragazzi, avevo intuito che voi avete avuto l'impressione che io fossi un lunatico, anzi penso che lo studio dell'influenza degli astri sugli esseri umani sarebbe da intraprendere seriamente, lo Jotisha è una branca dei Veda ma purtroppo non ho mai avuto il tempo materiale di studiarlo ed approfondirlo, ma non è mai troppo tardi.

Ma sè guardate bene i miei post mi pare che non abbia detto delle bestialità, ho solo messo in luce degli aspetti, che forse erano presenti anche nei tempi antichi. Mi pare che ci sia un detto di un grande Maestro di Yoga Indiano che più o meno recita: Sono pochi i Guru che danno molto ai loro discepoli, e tanti che chiedono molto e danno poco. Inoltre durante il mio cammino, si è fatta strada l'idea che lo Yoga abbia una teoria, un'interpretazione della realtà umana rispetto al suo ambiente, e di conseguenza lo sviluppo di tecniche pragmatiche per arrivare alla liberazione, o quantomeno ad uno sviluppo dell'essere umano tale da avvicinarsi ad uno stato di essere più elevato e meno soggetto alla legge (rif. Epistole di Paolo di Tarso), ma queste tecniche non sono lo Yoga, lo Yoga è il punto di arrivo "Yoga Chitta Vritti Nirodha". Voglio dire non è un'arte come può essere la Danza, ma una scienza. Però è vero che quello che dico puo essere anche messo in discussione da coloro che oggi considerano la pratica Yoga fine a sè stessa, in particolare le scuole moderne di cui abbiamo parlato prima. Non ho visto la risposta di Onkar, comunque prendo lo spunto per far notare come lo yoga si presenti in quasi tutte le religioni, ad esempio quella Sikh a cui appartiene Onkar, e vediamo come il suo Yoga insegnato da yogi Bajan sia così particolare, così diverso ad esempio da quello di Krishnamacharya che era un Vishnuita, e vogliamo ammetterlo? Lui è il GURU dello Yoga-fitness Occidentale, suo allievo nonchè cognato era BKS IYengar, poi Johis, e poi molti altri, Krish comunque il cui mahasamhadi l'ha avuto a 110 anni
era molto versato anche in altre discipline, come VEDA, Mantra, Medicina Ajyurvedica...etc, aveva studiato anche con Guru Tibetani, poi guarda il caso zitto..zitto all'inizio degli anni 70 arriva all'Istituto orientale di Napoli un Lama "Norbu" il quale insegna lo Yantra Yoga della scuola di Vairochana, andate a vederlo e troverete molte Asanas che si ritrovano nella tradizione di Krish/Iyengar, solamente che sono messe in sequenze particolari (del resto lo fà anche Krish..con il Vinyasa) più pranayama e varie altre tecniche, ma che cosa singolare....


che vuoi vendere?

Inviato: 27 dicembre 2010, 22:56
da gb
Forse l'immagine/rappresentazione che ha di se'

Inviato: 27 dicembre 2010, 23:14
da Paolo proietti
gb ha scritto:Forse l'immagine/rappresentazione che ha di se'

non so.
senza mettere in discussione la assoluta buona fede di y.f.l. mi pare che ci sia nelle sue parole come un avvisaglia di proselitismo.

ma è un impressione personale, naturalmente.


un sorriso,
r.

Re: Fare Yoga o realizzare lo Yoga?

Inviato: 13 gennaio 2011, 19:28
da Yogaforlife2
Paolo proietti ha scritto:che vuoi vendere?


Quando ottengo queste risposte, capisco l'importanza dell'Ideale Eremitico !