Avvicinarsi al Kundalini Yoga in India

esperienze di vita in Ashram, viaggi e seminari
GiulioDAlessandro
paria
paria
Messaggi: 2
Iscritto il: 17 febbraio 2015, 15:45

Avvicinarsi al Kundalini Yoga in India

Messaggioda GiulioDAlessandro » 17 febbraio 2015, 16:03

Salve a tutti, mi chiamo Giulio, ho 22 anni piacere di conoscervi. Questo è un argomento da cui sono attratto in maniera particolare, purtroppo lo stile di vita "civile" in cui sono immerso non mi ha mai permesso di avvicinarmici veramente. Adesso mi sento pronto a tuffarmici anima e corpo, lasciandomi tutto alle spalle. Vi scrivo per chiedervi un consiglio che ritengo molto importante per il mio avvicinamento a questo nuovo stile di vita. Il mio progetto è quello di partire alla volta dell'India, o anche del Tibet, in realtà qualsiasi luogo dove possa vivere il Kundalini Yoga come uno stile di vita e non come un hobby. Mi sono trovato anche troppo spesso a vedere corsi frequentati da ricchi annoiati e condotti da "maestri" interessati solo a fare soldi sfruttando il richiamo che può avere una così affascinante pratica. Ho letto che anche in loco (India ecc..) molti corsi sono più che altro "turistici" e mirano ad intascarsi qualche bel quattrino. Quello che ho sempre creduto è che un vero maestro non è interessato a farsi pagare, ma esclusivamente ad insegnare e a trasmettere la sua saggezza. Sarei disposto anche a passarci un paio d'anni. Quello di cui ho bisogno è qualcuno che mi possa indirizzare verso quello che sto cercando, evitandomi il problema di dover andare in giro per tutta l'Asia alla ricerca di veri Maestri. Vi ringrazio in anticipo, un saluto!

neuromante
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 209
Iscritto il: 25 giugno 2007, 14:05
Località: London
Contatta:

Re: Avvicinarsi al Kundalini Yoga in India

Messaggioda neuromante » 17 febbraio 2015, 23:10

GiulioDAlessandro ha scritto:Salve a tutti, mi chiamo Giulio, ho 22 anni piacere di conoscervi. Questo è un argomento da cui sono attratto in maniera particolare, purtroppo lo stile di vita "civile" in cui sono immerso non mi ha mai permesso di avvicinarmici veramente. Adesso mi sento pronto a tuffarmici anima e corpo, lasciandomi tutto alle spalle. Vi scrivo per chiedervi un consiglio che ritengo molto importante per il mio avvicinamento a questo nuovo stile di vita. Il mio progetto è quello di partire alla volta dell'India, o anche del Tibet, in realtà qualsiasi luogo dove possa vivere il Kundalini Yoga come uno stile di vita e non come un hobby. Mi sono trovato anche troppo spesso a vedere corsi frequentati da ricchi annoiati e condotti da "maestri" interessati solo a fare soldi sfruttando il richiamo che può avere una così affascinante pratica. Ho letto che anche in loco (India ecc..) molti corsi sono più che altro "turistici" e mirano ad intascarsi qualche bel quattrino. Quello che ho sempre creduto è che un vero maestro non è interessato a farsi pagare, ma esclusivamente ad insegnare e a trasmettere la sua saggezza. Sarei disposto anche a passarci un paio d'anni. Quello di cui ho bisogno è qualcuno che mi possa indirizzare verso quello che sto cercando, evitandomi il problema di dover andare in giro per tutta l'Asia alla ricerca di veri Maestri. Vi ringrazio in anticipo, un saluto!


Ciao Giulio, quando parli di Kundalini Yoga ti riferisci al Kundalini yoga di Yogi Bhajan? Quello dove gli insegnanti hanno il turbante e nomi di origine Punjabi?
ऐं ह्रीं श्रीं
ऐं क्लीं सौः

GiulioDAlessandro
paria
paria
Messaggi: 2
Iscritto il: 17 febbraio 2015, 15:45

Re: Avvicinarsi al Kundalini Yoga in India

Messaggioda GiulioDAlessandro » 18 febbraio 2015, 1:29

neuromante ha scritto:
GiulioDAlessandro ha scritto:
Ciao Giulio, quando parli di Kundalini Yoga ti riferisci al Kundalini yoga di Yogi Bhajan? Quello dove gli insegnanti hanno il turbante e nomi di origine Punjabi?


Ciao neuromante, no non mi riferisco a quello in particolare. Ho letto molto riguardo ai vari rami della pratica spirituale, il Kundalini Yoga e l'Hatha Yoga è quello che vorrei approfondire.
(Da Wikipedia)

Kundalini Yoga, termine in uso in epoca recente per indicare un'evoluzione o un aspetto dello Haṭha Yoga tradizionale nel quale l'attenzione è centrata sulle pratiche mistiche vòlte a favorire l'ascesa di Kuṇḍalinī, potenza cosmico-divina che in alcune tradizioni tantriche si ritiene essere presente nel corpo umano. Il fine è l'ottenimento della liberazione.
(Hata Yoga: Lo Hatha Yoga insegna a dominare l'energia cosmica presente nell'uomo, manifesta come respiro, e quindi a conseguire un sicuro controllo della cosa più instabile e mobile che si possa immaginare, ossia la mente sempre irrequieta, sempre pronta a distrarsi e divagare.
In tal maniera lo yoga, influendo insieme sulla vita psichica e su quella fisica dell'individuo, che del resto pensa strettamente congiunte, si propone di compiere una revulsione immediata dal piano dell'esperienza quotidiana, umana e terrena e di attuare con grande prontezza il possesso della più alta beatitudine. Ecco perché lo Hatha Yoga è anche chiamato "la via celere".
Chi ne segue le regole non è più un uomo comune ma diventa un Siddha, cioè un uomo perfetto. Uno dei segni ch'egli è un uomo perfetto è appunto lo straordinario dominio sugli elementi, quale si mostra con la pratica del tummò, in virtù della quale l'asceta prova di poter cambiare per suo volere le condizioni stesse della vita.)

Avatar utente
Onkar Singh
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dicembre 2008, 22:10
Località: Roma
Contatta:

Re: Avvicinarsi al Kundalini Yoga in India

Messaggioda Onkar Singh » 22 febbraio 2015, 4:03

Forse può essere utile questa lettura:

Perchè devo pagare la lezione di Yoga ?
«Se vieni a mani vuote, andrai via a mani vuote". C'è una strada a pedaggio nel Kundalini Yoga. Prima paghi, poi entri, "Itarashtam kashtam tithar". Se mai dovessi arrivare a mani vuote, andrai via a mani vuote. E' una legge che non dovrebbe mai essere infranta. Potresti condividere gratuitamente gli insegnamenti, ma non ricevere mai lo studente a mani vuote, questa è la legge. Uno studente non deve venire da te a mani vuote. Egli può portare una foglia o può portare un milione di dollari. Ma lui non deve andare da un Insegnante senza un'offerta .... continua qui: http://satnamsatnam.blogspot.it/2012/04/perche-devo-pagare-la-lezione-di-yoga.html
Onkar Singh Roberto
Yoga Sat Nam - Roma

Avatar utente
Yogaforlife2
vaisya
vaisya
Messaggi: 83
Iscritto il: 27 dicembre 2010, 14:51

Re: Avvicinarsi al Kundalini Yoga in India

Messaggioda Yogaforlife2 » 22 febbraio 2015, 10:47

Storicamente il termine di pagamento si riferisce al sostentamento del Maestro il quale quasi sempre era un Biksho o Sannyasi o Avhadutha, termini che denotano una persona che non aveva uno status sociale e quindi non aveva mezzi di sostentamento, anche se ci sono state sempre delle eccezioni, quindi i discepoli si impegnavano al sostentamento del loro Guru, con tutto quello che poteva servire, quando la dottrina diventava più riconosciuta ed estesa logicamente si formavano delle vere e proprie comunità oppure degli Ashram ed allora ancora più complessa era la gestione dei mezzi di sostentamento, alla fine la proprietà veniva capitalizzata dai capi dell'organizzazione per far fronte a tutte le necessità che si fossero presentate. Questo è un aspetto molto peculiare della nascita delle religioni e di qualsiasi altro gruppo umano che si rifà ad un'ideologia. quindi possiamo definire il processo in vari passi:

1.Il Fondatore del gruppo riceve i mezzi di sostentamento dai suoi discepoli.
2.Alcuni discepoli oppure il Guru stesso vogliono fornire degli assets per una migliore gestione della dottrina e quindi
comincia la capitalizzazione.
3.Il capitale viene ad essere uno degli elementi di forza dell'organizzazione per cui si lavora sempre meno per
la dottrina e sempre più per il capitale e per l'estensione della comunità, (proselitismo) ossia + seguaci = + Denaro.
4.La dottrina comincia a perdere il suo valore perché viene sostituita dal capitale, infatti il denaro porta il mezzo per soddisfare non solo i bisogni primari, ma anche i piaceri della Vita.
5. Quindi alla fine dallo Yoga si passa al Boga e si perde completamente o in gran parte lo scopo originale ed
in alcuni casi si fa esattamente il contrario!
Per quanto riguarda invece Giulio, forse un bel viaggio nella terra di origine dello Yoga gli farebbe bene, ma dovrebbe andare con la consapevolezza che potrebbe anche non trovare nulla, sé hai tempo Giulio leggi il mio post nell' argomento Yoga, dove spiego fra l'altro cosa è la Kundalini e soprattutto che te ne hanno parlato da quando eri bambino ed andavi a catechismo ammesso che sei cristiano, non sarebbe altro che la pischè.
Un Caro Saluto

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3074
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Avvicinarsi al Kundalini Yoga in India

Messaggioda fabio » 23 febbraio 2015, 10:13

Onkar Singh ha scritto:Forse può essere utile questa lettura:

Perchè devo pagare la lezione di Yoga ?
«Se vieni a mani vuote, andrai via a mani vuote". C'è una strada a pedaggio nel Kundalini Yoga. Prima paghi, poi entri, "Itarashtam kashtam tithar". Se mai dovessi arrivare a mani vuote, andrai via a mani vuote. E' una legge che non dovrebbe mai essere infranta. Potresti condividere gratuitamente gli insegnamenti, ma non ricevere mai lo studente a mani vuote, questa è la legge. Uno studente non deve venire da te a mani vuote. Egli può portare una foglia o può portare un milione di dollari. Ma lui non deve andare da un Insegnante senza un'offerta .... continua qui: http://satnamsatnam.blogspot.it/2012/04/perche-devo-pagare-la-lezione-di-yoga.html


Condividendo questo spunto, essendo io un eterno allievo, sono felice di poter pagare per l'istruzione ricevuta. Mi fa sentire meno in debito, seppur talune istruzioni non hanno un prezzo quantificabile. Ognuno poi trova ciò di cui più abbisogna, di questo sono sicuro.
IL GRANDE CONTROLLORE

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1484
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: Avvicinarsi al Kundalini Yoga in India

Messaggioda mauro » 2 marzo 2015, 11:40

mi pongo una domanda "filosofica".
Certo non bisogna mai presentarsi a mani vuote. Ma si e' sicuri che l'insegnamento sia sempre e solo a senso unico?
e allora invece di "pagamento", non sarebbe meglio parlare di "scambio"?
In fondo ciascuno e' sempre allievo per certe cose, ma maestro per altre, nel percorso di vita.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3074
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: Avvicinarsi al Kundalini Yoga in India

Messaggioda fabio » 2 marzo 2015, 11:55

mauro ha scritto:mi pongo una domanda "filosofica".
Certo non bisogna mai presentarsi a mani vuote. Ma si e' sicuri che l'insegnamento sia sempre e solo a senso unico?
e allora invece di "pagamento", non sarebbe meglio parlare di "scambio"?
In fondo ciascuno e' sempre allievo per certe cose, ma maestro per altre, nel percorso di vita.


Sono perfettamente d'accordo. Scambio è un ottimo termine.

Un abbraccio
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
Onkar Singh
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 235
Iscritto il: 3 dicembre 2008, 22:10
Località: Roma
Contatta:

Re: Avvicinarsi al Kundalini Yoga in India

Messaggioda Onkar Singh » 3 marzo 2015, 1:36

No.
Non si tratta di scambiare qualcosa tra due persone.
Si tratta di ricevere gli insegnamenti attraverso l'insegnante.
Gli insegnamenti vengono da lontano, vengono dall'Infinito, sono l'Infinito.
E affinché l'Infinito arrivi a te, entri in te, devi svuotarti del finito, del materiale.

http://satnamsatnam.blogspot.it/2011/06/la-personalita-fondamentale-di-un.html
Onkar Singh Roberto
Yoga Sat Nam - Roma

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1484
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: Avvicinarsi al Kundalini Yoga in India

Messaggioda mauro » 3 marzo 2015, 6:55

Si dia il caso che l'infinito sia in tutti da sempre.
Magari qualcuno ha riminiscenza di qualcosa, qualcun altro ha riminiscenza di altra cosa, ma sempre dello stesso infinito si tratta.
Bisogna ricostruire i tasselli, e non e' che ci sia sempre qualcuno che ce li abbia tutti e qualcun altro che non ne abbia per niente. E' come il gioco delle figurine da piccoli, immagino tutti ricordino.
Questa non e' "la verita'", ma la mia visione, ovviamente.


Torna a “Viaggi spirituali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite