Ritenzione del seme

tantra-yoga, vie dello yoga vecchie e nuove
Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: motivazioni

Messaggioda Paolo proietti » 27 maggio 2006, 20:56

eracle ha scritto:...ragazzi, insomma di questo Tantra e di questa "ritenzione" proprio non se ne riesce a venir' a capo: c' è chi dice che è una questione semplice (devata), chi c' è riuscito solo dopo 9 anni (Paolo Proietti), chi ci ha proprio rinunciato (AT). Ma insomma, vogliamo cercare di capirci qualcosa, di arrivare ad uno pseudo punto ...non lo so, di farmici intuire qualcosa... di dirmi: guarda, hai sbagliato per davvero, come credi, tutto fino ad adesso, ma, da ora, sei sul sentiero che ti porterà alla strada maestra.
Ci sarebbe bisogno di un censimento? (Forse)
In realtà nessuno ha la via giusta e ci sono strade diverse a seconda della persona?
Mi pare ci siano persone che un poco vogliano tenersi per loro i loro fatti... sarà per idea di essere una sorta di piccolo buddha (io ho satiricamente pensato di me questo), oppure per pudicizia nell' utilizzare certi termini e discorrere di certe cose proprie, oppure per non voler' rendere partecipi gl' altri delle proprie privilegianti scoperte?
Sarà l' una o l' altra, ma questa cosa deve finire! :lol:


9 è un numero che mi piace ma non mi sembra di aver mai detto a qualcuno che per imparare la ritenzione del seme ci ho messo 9 anni!
Per imparare a non eiaculare bastano un paio d'ore di tentativi.
i problemi sono altri: 1) come utilizzare l'energia seminale.
2)chiarire che il tantra non si occupa esclusivamente dell'energia sessuale.

io mi sono occupato un pochino di tantrismo tibetano, soprattutto dal punto di vista dell'autoguarigione.
ho praticato per lungo tempo tecniche sessuali taoiste,
se devo essere sincero i tuoi post iniziali mi hanno convinto a parlartene il meno possibile.
Ho l'impressione che tu debba ancora fare conti con un certo tipo di volontà di potenza che noi maschietti leghiamo alla sensazione dell'erezione e alla superiorità che, tramite il mantenimento dell'erezione avremmo sulla donna.
dal punto di vista della sensibilità della consapevolezza e della potenza sessuale, secondo me non c'è confronto.
Di solito noi maschietti siamo alle elementari e le nostre compagne sono già al liceo....
Anche quest'ultimo post sul fatto che pensi cdi essere un piccolo buddha non è che mi abbia stimolato molto a dirti le quattro cose che so..
comunque, lo ripeto sono mie convinzioni personali.
se hai pazienza, cerca sul forum e troverai un sacco di notizie.
a presto
Il Manzo non Esiste

AT
brahmana
brahmana
Messaggi: 2512
Iscritto il: 28 marzo 2005, 19:38

Messaggioda AT » 27 maggio 2006, 22:14

Il rapporto con il sesso l'ho risolto nella maniera più semplice possibile: castità. E questo non perché consideri le tecniche sessuali come qualcosa di sbagliato, ma perché mi sono accorto che prima di pensare al sesso devo risolvere molti altri problemi più essenziali. Mi restano i ricordi di tutte le esperienze passate, ricordi ai quali è difficile dare un senso, ma che sono comunque un patrimonio di esperienza importante. In questo periodo il sesso è l'ultimo problema che posso avere: è la visione del mondo complessiva che mi manca, sono bloccato da troppe idee contrastanti. Se esiste davvero una legge del karma, il mio è tra i più incredibili, tortuosi, indecifrabili.

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 27 maggio 2006, 22:46

mi piacerebbe darti dei consigli...dirti di tornare ad essere quel bambino meraviglioso che porgeva l'altra guancia e si beccava un sacco di botte....
ma sarei sciocco a farlo.
o no?
Il Manzo non Esiste

eracle
vaisya
vaisya
Messaggi: 160
Iscritto il: 27 aprile 2006, 17:29

Re: motivazioni

Messaggioda eracle » 27 maggio 2006, 23:51

Paolo proietti ha scritto:9 è un numero che mi piace ma non mi sembra di aver mai detto a qualcuno che per imparare la ritenzione del seme ci ho messo 9 anni!
Per imparare a non eiaculare bastano un paio d'ore di tentativi.
i problemi sono altri: 1) come utilizzare l'energia seminale.
2)chiarire che il tantra non si occupa esclusivamente dell'energia sessuale.

io mi sono occupato un pochino di tantrismo tibetano, soprattutto dal punto di vista dell'autoguarigione.
ho praticato per lungo tempo tecniche sessuali taoiste,
se devo essere sincero i tuoi post iniziali mi hanno convinto a parlartene il meno possibile.
Ho l'impressione che tu debba ancora fare conti con un certo tipo di volontà di potenza che noi maschietti leghiamo alla sensazione dell'erezione e alla superiorità che, tramite il mantenimento dell'erezione avremmo sulla donna.
dal punto di vista della sensibilità della consapevolezza e della potenza sessuale, secondo me non c'è confronto.
Di solito noi maschietti siamo alle elementari e le nostre compagne sono già al liceo....
Anche quest'ultimo post sul fatto che pensi cdi essere un piccolo buddha non è che mi abbia stimolato molto a dirti le quattro cose che so..
comunque, lo ripeto sono mie convinzioni personali.
se hai pazienza, cerca sul forum e troverai un sacco di notizie.
a presto

...ho letto praticamente tutti i 72 topic in cui è presente la parola "tantra" ...se ci sono altre cose le leggo volentieri (indicatemi) ...e... :roll: credo in un paio di occasioni dici che sono 16 anni che pratichi la ritenzione dopo 9 di prova (non mi far' andare a ricercare :? :) )
...mi farebbe piacere se si parlasse della questione della volontà di potenza; della sensibilità della consapevolezza ...ho avuto anche io la sensazione che i miei problemi, a riguardo della ritenzione, abbiano avuto qualche scaturiggine in queste cause.
Inoltre, ho pensato che cinque mesi fa, in vista dei mesi invernali, mi sia imposto una sorta di "tregua", con me stesso, e nei confronti della ritenzione ...e, dopo questi mesi, si fossero poi, riaperte le "ostilità"...
ah, per conclusione, ...non sarei convinto appieno della superiorità, generalmente, delle donne, dal punto di vista sessuale... per quello che ho potuto vedere io, penso che abbiano meno dimestichezza con l' argomento sesso, genericamente, per cause storiche anche, religiose (almeno qui da noi) ...anche su questo sarebbe interessante una disquisizione...
...sperando che mi facciate capire ancora meglio le mie "buche" vi saluto con attesa :)

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 28 maggio 2006, 0:33

ti incollo un mio vecchio post:

Quando leggo i messaggi sul tantrismo sessuale mi sembra che sia tutta letteratura.
mancano le sensazioni.
quasi fossero cose lette sui libri.
Ora faccio un esempio pratico.
Dopo le pratiche di purificazione degli elementi si visualizza la generazione dei fiori di loto.
esempio secondo chakra.
visualizzo un boccio di fiore di loto che comincia ad uscire sotto l'ombelico.
l'idea è quella di un pene in erezione di colore verde.
Accompagno "l'erezione con un mantra (pam le padme Giangu ) e con un mudra.
quando avverto la sensazione stranissima del pene sotto l'ombelico comincia ad ingrossarsi il glande immaginario fino ad aprirsi (sensazione di brividi che arriva fino alla nuca).
Sboccia Padme Giangu che è un fiore di loto verde a 32 petali.
Visualizzo ogni petalo, una respirazione ogni petalo.
petali carnosi.
a questo punto il fiore genera la sillaba seme che per il secondo chakra è HRI.
(vam è un mantra non la sillabe seme)
recito il mantra di generazione (OM AH HUM SO HA) mentre la lettera Hri prende forma al centro del fiore.
Una volta visualizzata la sillaba con un grande sforzo visualizzo dal niente la generazione dell'oggetto sacro del secondo Chakra
il Doppio Vajra.
Una croce quadrata verde.
A questo punto medito sull'elemento acqua,sul fiore di loto verde sulla sillaba hri sul dobbio vajra e li visualizzo tutti insieme.
La pratica va ripetuta per tutti i chakra.
ma andiamo all'atto pratico.
la prima fase ,dopo l'eccitazione, è l'armonizzazione del respiro con la mia compagna.
le tecniche sono abbastanza semplici e si possono intuire.
la seconda fase è l'armonizzazione del battito cardiaco:
bacio le grandi labbra della mia compagna e comincio a carezzarle l'ano.
Dopo un pò le infilo il dito indice nell'ano con il polpastrello rivolto verso la parete della vagina.
Adesso lasciamo perdere i termini anatomici e parliamo di sensazioni.baciando la zona intorno al clitoride comincio a spingere l'indice sempre di più fino a sentire una parete molliccia oltre la quale si avverte come una "pallina" morbida.
Muovendo lentamente il dito comincio a sentire una specie di canale che batte ritmicamente.
comincio a muovere la lingua in senso orario e antiorario seguendo il ritmo della pulsazione.
Senza accelerare i movimenti continuo fino a quando incomincio a sentire degli impulsi il preludio dell'orgasmo.
mi fermo e con dolcezza comincia la penetrazione (la posizione deve essere quella preferita). seguo ancora il ritmo cardiaco della mia compagna.
Conto i colpi (in base 9 o in base 3 intervallati da una pausa)
il contare i colpi serve a mantenere la lucidità e il distacco necessari per evitare l'orgasmo.
continuo fino a quando comincio a sentire degli scatti o impulsi nella zona del perineo.
Mi fermo o rallento moltissimo e qui comincia la meditazione sui chakra.
meditazione che deve essere fatta contemporanemente da me e dalla mia compagna.
Visualizziamo i corpi come i corpi degli dei ..e visualizzare significa sentire.
sentire tutti i dettagli anche quelli più piccoli.
Al momento di immedesimazione profonda proviamo a fare "l'inversione" io immagino di essere lei e lei immagina di essere me nel mudra del doppio loto( mantra mahasuka hum)
L'energia sembra uscire da tutti i pori della pelle. Meditiamo sul mudra dell'abbraccio e ,in ordine ) sul sesto chakra (visualizzando il fiore di loto,la sillaba seme, l'oggetto simbolico e i due dei che hanno sede nel chakra), sul quinto, sul secondo, sul terzo , sul quarto.
Ci immergiamo nel ritmo e immaginiamo che i chakra siano dei vortici dai quali esce una materia vischiosa che lentamente riempie completamente i corpi.
Riempie la pelle rendendola trasparente,riempie gli organi interni, riempie le ossa che diventano morbide.
la materia vischiosa è oro liquido o miele caldo o ambrosia o sperma.....
l'immagine finale è quella di un uovo luminoso che repira ritmicamente.........
Il Manzo non Esiste

devata
brahmana
brahmana
Messaggi: 784
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:14
Località: Roma

Re: motivazioni

Messaggioda devata » 28 maggio 2006, 11:43

eracle ha scritto:...ragazzi, insomma di questo Tantra e di questa "ritenzione" proprio non se ne riesce a venir' a capo: c' è chi dice che è una questione semplice (devata), chi c' è riuscito solo dopo 9 anni (Paolo Proietti), chi ci ha proprio rinunciato (AT). Ma insomma, vogliamo cercare di capirci qualcosa, di arrivare ad uno pseudo punto ...non lo so, di farmici intuire qualcosa... di dirmi: guarda, hai sbagliato per davvero, come credi, tutto fino "ad adesso, ma, da ora, sei sul sentiero che ti porterà alla strada maestra.
Ci sarebbe bisogno di un censimento? (Forse)
In realtà nessuno ha la via giusta e ci sono strade diverse a seconda della persona?
Mi pare ci siano persone che un poco vogliano tenersi per loro i loro fatti... sarà per idea di essere una sorta di piccolo buddha (io ho satiricamente pensato di me questo), oppure per pudicizia nell' utilizzare certi termini e discorrere di certe cose proprie, oppure per non voler' rendere partecipi gl' altri delle proprie privilegianti scoperte?
Sarà l' una o l' altra, ma questa cosa deve finire! :lol:



ciao Eracle io l'unica cosa che posso ribadirti è che è una modalità che può trasformare, che fa rifiorire l'essere da tutti i punti di vista e che (te l'avrò ripetuto non si sa quanto!!) devi cambiare approccio mentale...perchè nessuno di noi può dirti
"guarda, hai sbagliato per davvero, come credi, tutto fino ad adesso, ma, da ora, sei sul sentiero che ti porterà alla strada maestra", però possiamo darti dei suggerimenti e credo tu li abbia ricevuti diversi e da tutti.
per quel che riguarda la donna devi sapere che una volta che è iniziata in tali pratiche...è lei la maestra.

eracle
vaisya
vaisya
Messaggi: 160
Iscritto il: 27 aprile 2006, 17:29

suggerimenti

Messaggioda eracle » 28 maggio 2006, 13:39

Sinceramente, dei suggerimenti così specifici, particolari, ad (mia medesima) personam, non li ho ricevuti... e, in ogni caso ho impostato il dialogo come discorso generico, che possa valere, esser' utile per tutti... proprio per la difficoltà, che mi rendo conto esserci, forse anche al di là del mezzo che stiamo utilizzando, di dare suggerimenti personali... Tant' è vero, che ho pensato, a proposito delle Fanzine... che i risultati di questi dialoghi potessero essere poi raccolti in una sorta di saggio, studio, ricerca... :|

cesco
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 28 maggio 2006, 18:42

Mia curiosità.

Messaggioda cesco » 28 maggio 2006, 19:09

Scusandomi con Proietti mi vorrei soffermare sull'inizio del suo messaggio,perchè sarei curioso di sapere quali sono state le cause che gli hanno impedito di imparare ciò che secondo lui ha bisogno solo di un paio di ore di prove se davvero è così e sarei curioso di sapere il succo di questi esercizi.Io sono praticante yoga e sinceramente da quando lo pratico la mia vita sessuale e cambiata in meglio eseguendo tutti i giorni le asana che aiutano la circolazione nella regine pelvica e affini ed asana che rinforzano la zona addominale,comunque pratico non esclusivamente quelle asana,ma anche altre asana ed è molto importante anche il pranayama e la meditazione;come si dice "mente sana in corpore sano".

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: Mia curiosità.

Messaggioda Paolo proietti » 28 maggio 2006, 20:15

modifico il post perchè credo di aver capito... ehi eracle e cisco..in realtà le pratiche sessuali taoiste e il tantrismo sessuale vi stimolano fantasie pruriginose... :wink: nevvero?
piccolo enigma: l'acqua sta in alto e il fuoco sta in basso ma la dimora dell'acqua è in basso e quella del fuoco è in alto...

che vorrà dire?
mah!
baci baci
Il Manzo non Esiste

eracle
vaisya
vaisya
Messaggi: 160
Iscritto il: 27 aprile 2006, 17:29

riutilizzazione

Messaggioda eracle » 29 maggio 2006, 0:25

Paolo proietti ha scritto:...Per imparare a non eiaculare bastano un paio d'ore di tentativi.
i problemi sono altri: 1) come utilizzare l'energia seminale...

Potresti fare qualche esempio, magari, per rendere più chiaro cosa intendi quando parli di riutilizzazione dell' energia seminale, sessuale? Mi interesserebbe capirne di più...

...la frase è più bella dell' illazione :roll: :wink:
:)

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 29 maggio 2006, 11:07

l'astinenza , dal punto dal punto di vista dell'alchimia interiore non serve a niente.
nè serve a qualcosa la ritenzione del seme, se non si conoscono le tecniche psicofisiche per utilizzare l'energia prodotta.
la prima fase , che non ha niente a che vedere con le tecniche taoiste di utilizzazione dell'energia seminale, è quella preparatoria di controllo dell'eiaculazione.
per bloccare l'orgasmo ci sono vari metodi:
1) presa di forza:
in pratica si tratta di afferrare il perineo, un attimo prima dell'orgasmo con il pollice, l'indice e il medio dell'anulare e stringere per impedire la fuoriuscita dello sperma e del liquido prostatico.
contro indicazioni:in genere un po' di liquido esce ugualmente e a lungo andare si possono produrre danni alla funzionalità dell'apparato genitale.

2) sbarramento muscolare:
prevede il controllo della muscolatura sottile del bacino( il pettineo, il perineo, il diaframma urogenitale, il diaframma pelvico) e la contrazione, prima dell'orgasmo, dei muscoli dei glutei e delle cosce, contemporaneamente all'abbassamento del sacro e all'innalzamento dei "5" muscoli dell'ano.
controindicazioni: se non si procede al contemporaneamento allungamento dei muscoli del collo e al rilassamento di spalle e torace, può provocare un aumento della pressione arteriosa e fenomeni di tachicardia.
se la tensione muscolare di bacino e coscie è eccessiva si hanno le stesse controindicazioni della presa di forza.

4) abbassamento della temperatura: gli spermatozoi sono più attivi ad alte temperature e di solito l'orgasmo maschile avviene quando la temperatura dei genitali arriva ai 39° centigradi.
Si prepara quindi del ghiaccio con cui raffreddare i testicoli e il pene.
controindicazioni: possibilità di dolori ai testicoli che limitano il piacere e caduta dell'erezione.

5) rilassamento coordinato alla respirazione: tutti hanno notato che con l'avvicinarsi dell'orgasmo il respiro aumenta di frequenza ed automaticamente si tende ad espirare quando il pene affonda nella vagina e ad inspirare quando esce o quando si prepara la spinta.
quando i movimenti pelvici tendono ad accelerare si controlla la respirazione e si adegua il ritmo pelvico ad essa inspirando durante la penetrazione ed espirando durante la preparazione alla spinta.
Quando si sente che il glande si sta inturgidendo e si prepara la eiaculazione, occorre quasi fermarsi, coordinando il respiro con quello della nostra compagna.
i movimenti però non devono fermarsi del tutto ma rallentare per evitare la completa caduta dell'erezione.
Per rilassare è utile concentrarsi sui piedi e pensare che l'energia sessuale scorra dai genitali al centro dei piedi e dal centro dei piedi ai genitali in accordo con la respirazione.
Controindicazioni: dal punto di vista fisico nessuna, ma occorre tener conto che , in soggetti predisposti, la continua ritenzione del seme può essere concausa di prostatite.
dal punto di vista psicologico tutte 4 le possibilità, hanno controindicazioni.
la prima è collegata al fatto che non tutte le donne sono esperte yoghini ccome deva.
Anzi a molte le tecniche taoiste e il tantrismo sessuale non interessano proprio.
naturalmente e culturalmente, soprattutto dopo uno o più orgasmi , alcune avvertono come soddisfacente solo l'atto che si conclude con l'eiaculazione maschile.
la mancanza dell'orgasmo visibile provoca in alcune donne, a lungo andare insoddisfazione e addirittura disinteresse.
Quiesto porta a squilibri nel rapporto di coppia.
la seconda controindicazione è un'idiota tendenza alla volontà di potenza legata al mantenimento dell'erezione di molti noi maschietti.
perdiamo di vista lo scopo finale.
se nel sesso chiamiamolo normale il fine è il reciproco piacere e il raggiungimento dell'orgasmo, applicando queste tecniche ignorando la pratica di utilizzazione dell'energia, si arriva spesso a vedere come fine dell'atto sessuale il mantenimento dell'erezione e l'abilità (sic) di non eiaculare.
non importa più lo sperimentare quella che una meditazione in due, ma il trattenersi.
"Ho fatto l'amore per tre ore di seguito!", "ho provocato 5 orgasmi consecutivi nella mi compagna senza s.orrare!"...
Ciò è inutile e stupido.
è il classico esempio di " scambiare il dito che indica la luna per la luna".
tra l'altro le capacità della donna in questo campo sono nettamente superiori: un 'esperta di tecniche taoiste( ve lo assicuro) volendo può provocarti vari orgasmi consecutivi, senza che tu riesca minimamente a controllarti.
E da qui che nascono le leggende cinogiapponesi della donna volpe o della donna demone che si ciba di sperma riducendo le energie vitali dell'amante al minimo.
tra l'altro esistono storie simili anche in India e in occidente ( la storia della sirenetta di Andersen, nell'originale mediterraneo è un po' diversa, si parla di una ninfa che si innamora di un pastore, Aronte, e in pratica lo uccide , senza volerlo, con il sesso.

Comunque supponiamo di essere così centrati da aver superato i problemi psicologici.
diciamo che abbiamo accumulato energia seminale e ora cosa si fa?
innanzitutto, se non si è raggiunta la buddhità, senza l'energia femminile non si fa niente.
nelle pratiche taoiste si pratica l'inversione: sono gli ormoni femminili che penetrano l'organismo femminile.
per i taoiste l'energia femminile è fredda, sale lungo la spina dorsale riscaldandosi e distillandosi e poi viene sotto forma di elisir riinviata nell'organismo femminile.
solo che non si tratta, almeno per i taoisti, di una metafora.
provate a sciogliere del miele con acqua in una tazza, portate il pene all'erezione e infilate il glande nella tazza. quando riuscirete a risucchiare acqua e miele sarete pronti per applicare le tecniche taoiste.
Per far questo occorre sviluppare dei muscoli che noi non sappiamo nemmeno di avere.
di solito l'ignoranza che noi maschietti abbiamo dei nostri genitali è abissale.
le donne per cultura vanno periodicamente dal ginecologo, alzi la mano il maschietto non malato che fa almeno tre visite annue dall'urologo!
i muscoli di cui occorre sviluppare il controllo sono : il pettineo, il diaframma pelvico, il diaframma urogenitale, i muscoli del glande e i muscoli della borsa scrotale.
incominciamo con questi.
mettetevi davanti allo specchio, sollevate con la mano sinistra il pene e osservate i testicoli: adesso insopirando provate a portare i testicoli verso l'alto ed espirando portateli verso il basso.
ci riuscite?
se ci riuscite coordinando il movimento con i muscoli dell'ano provate a muovere un testicolo alla volta.
quando ci riuscirete potrete iniziare a praticare le tecniche sessuali taoiste.
Poi ci sono i muscoli del glande.
Quando il pene ha raggiunto il 95, 99% dell'erezione provate a muovere il glande.
Esistono dei muscoli che lo fanno allargare e restringere a piacimento.
sono i muscoli sottili collegati ai corpi cavernosi.
Imparare ad allargare i corpi cavernosi significa riuscire ad aumentare l'afflusso di sangue, cosa che, non avendo l'uomo, a differenza dell'orso, l'osso penico, è essenziale per il mantenimento dell'erezione.
ok.diciamo di aver risolto tutte le condizioni iniziali.
a questo punto devo attivare quelle che i taoisti chiamano Pompa sacrale e pompa cervicale.
Chi si è occupato di massaggio craniosacrale sa a cosa mi riferisco.
diciamo che l'energia seminale (Jing) per salire fino al cervello e trasformarsi in energia swpirituale (Shen) deve passare da due "cancelli" due "porte della vita e della morte( corrispondenti al sacro e allalle cervicali) più una porticina corrispondente a terza quarta dorsale.
sbloccare le due porte non è semplicissimo, e presuppone il perfetto allineamento della colonna vertebrale.
Una volta sbloccate si avverte un formicolio lungo la spina dorsale che sale fino alla testa.
Quando le formiche arrivano fino alla testa, ruotando gli occhi verso l'interno, può accadere di vedere una specie di spirale luminosa......
Il Manzo non Esiste

devata
brahmana
brahmana
Messaggi: 784
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:14
Località: Roma

Messaggioda devata » 30 maggio 2006, 12:17

Potresti fare qualche esempio, magari, per rendere più chiaro cosa intendi quando parli di riutilizzazione dell' energia seminale, sessuale? Mi interesserebbe capirne di più...




Nel momento in cui l'energia sessuale non viene dispersa attraverso l'eiaculazione o lo scarico fisiologico, deve essere canalizzata lungo la colonna vertebrale e può essere utilizzata per amplificare ad es. l'energia affettiva, quella mentale, spirituale...dipende da dove la portiamo.

eracle
vaisya
vaisya
Messaggi: 160
Iscritto il: 27 aprile 2006, 17:29

com' è?

Messaggioda eracle » 31 maggio 2006, 15:21

Voglio fare lo scemo perchè ancora non ci ho capito niente men' che meno...
Da una parte s' incollano l' emozioni... facendomi pensare che in realtà è come una cosa che non può che non essere fine a se stessa solamente (come sia l' infinito) ... dall' altro pare siano solo tecniche fisiche (anche per canalizzare l' affettività :? :shock: ) con l' incognita, però, per me, del taoismo... per fine, non credo si debba giuocare con l' infinito :?! (fondamentalmente perchè se fosse solo una questione d' infinito lo avrei avuto anche cinque mesi fa, non credete? ...E, perchè se fosse così, allora potrei mettermi anche solamente a dire 10 padre nostro al giorno per riuscirci, oppure no? come a dire che infinito più infinito fa sempre infinito)

P. S. passatemi il tono un pò polemico: è autoironico (verso me medesimo) e semmai di sprono alle vostre risposte, al più.

P. P. S. speriamo riesca agevolmente con l' acqua e il miele...

P. P. P. S. Paolo, ci tengo alle tue risposte, se non ti senti di scrivermele, ti pregherei: anche solo il motivo che ti fa trattenere, ci rifletterei.

eracle
vaisya
vaisya
Messaggi: 160
Iscritto il: 27 aprile 2006, 17:29

muscoli

Messaggioda eracle » 4 giugno 2006, 18:21

...a proposito del muovere i testicoli e il glande e della suzione con il pene... quanto sono evidenti i movimenti dei testicoli e del glande? come si può riuscire, anche riuscendo a gonfiare e sgonfiare il glande a succhiare del liquido con il pene (davvero non riesco benissimo ad immaginarlo)?

p.s. risposte anche in pvt

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: muscoli

Messaggioda Paolo proietti » 4 giugno 2006, 21:39

eracle ha scritto:...a proposito del muovere i testicoli e il glande e della suzione con il pene... quanto sono evidenti i movimenti dei testicoli e del glande? come si può riuscire, anche riuscendo a gonfiare e sgonfiare il glande a succhiare del liquido con il pene (davvero non riesco benissimo ad immaginarlo)?

p.s. risposte anche in pvt

i movimenti sono così evidenti che alcuni la chiamano danza dei testicoli.
allenati :D
Il Manzo non Esiste


Torna a “Tantra e altre vie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti