Un saluto ed una domanda

tantra-yoga, vie dello yoga vecchie e nuove
apocatastasi
sudra
sudra
Messaggi: 6
Iscritto il: 28 ottobre 2010, 1:09

Un saluto ed una domanda

Messaggioda apocatastasi » 28 ottobre 2010, 1:27

Salve
Vi porgo i miei più sinceri saluti nell'entrare in questo forum e con molta umiltà vorrei porvi una domanda.
premettendo che pratico hata yoga da 3 anni ed il mio principale testo di studio è la Gita, ho da sempre nutrito una sincera curiosità per il tantra.
Una notte in cui stavo controllando il mio respiro e (credo) convogliando il prana al mio organo genitale, ho cominciato a masturbarmi e dopo dieci minuti circa è successa una cosa che non mi era mai accaduta prima:
il mio pene ha raggiunto una lunghezza che non aveva mai avuto prima ed un turgore che è durato per lungo tempo, stavo vivendo uno stato di serenità,potenza e lucidità mentale che non avevo mai sentito prima il tutto: turgore lunghezza e lucidità sono durati forse anche ore.
Gentilmente e con moltà umiltà vi chiedo...qualcuno sa dirmi, cosa è potuto accadere e che tipo di tecniche dovrei praticare per essere più consapevole e capace nel ricreare e ampliare questi effetti?

Grazie di cuore

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

re:

Messaggioda Paolo proietti » 28 ottobre 2010, 9:05

apocatastasi ha scritto:Salve
Vi porgo i miei più sinceri saluti nell'entrare in questo forum e con molta umiltà vorrei porvi una domanda.
premettendo che pratico hata yoga da 3 anni ed il mio principale testo di studio è la Gita, ho da sempre nutrito una sincera curiosità per il tantra.
Una notte in cui stavo controllando il mio respiro e (credo) convogliando il prana al mio organo genitale, ho cominciato a masturbarmi e dopo dieci minuti circa è successa una cosa che non mi era mai accaduta prima:
il mio pene ha raggiunto una lunghezza che non aveva mai avuto prima ed un turgore che è durato per lungo tempo, stavo vivendo uno stato di serenità,potenza e lucidità mentale che non avevo mai sentito prima il tutto: turgore lunghezza e lucidità sono durati forse anche ore.
Gentilmente e con moltà umiltà vi chiedo...qualcuno sa dirmi, cosa è potuto accadere e che tipo di tecniche dovrei praticare per essere più consapevole e capace nel ricreare e ampliare questi effetti?

Grazie di cuore


è successo che portando l'attenzione su una qualsiasi parte del corpo si attivano delle cose dette propriocettori ed aumenta la sensibilità.
succede la stessa cosa con una mano o con il naso.

il Tantra è , assieme a Yantra e mantra tecncia operativa del sanathana dharma, specifica dei lignaggi sakta e saiva.
la parola Tantra , in origine, significa strumento (tra-trayate) del corpo (tano-tanu).
il fatto che vi siano anche delle tecniche che utilizzano gli organi sessuali non deve far dimenticare che si tratta di uno strumento , né più né meno utile del bhajan o della preghiera.
è cosa sacra.

il fatto che ci sia stata in alcune sette di indirizzo sciamanico, una degenerazione e che gli occidentali che mal comprendono l'idea che del sesso avevano gli indiani dell'antichità, abbiano preferito mettere in evidenza l'aspetto erotico, non deve trarre in inganno.

farsi una pippa non è "fare tantra".
guardare negli occhi una donna (un'uomo) e perdersi nel suo sguardo,sorridere ad una donna , un uomo, per un impulso interiore non sorretto da alcun pensiero, sfiorare le mani di una donna (un uomo) con l'intento di comunicare amore , abbracciare una donna (un uomo) con l'unico interno di fondersi con lei (lui) è invece assimilabile al tantra.

se si vuole praticare il tantra inteso come tecnica operativa che pone l'accento sul sesso, si dovrebbe prima purificarsi da tutti i pensieri di appropriazione (MIO) e egotismo (IO).

solo dall'amore che nulla pretende può emergere l'operatività delle tecniche sessuali.

e solo dal rapporto di uno yogi e di una yogini di pari livello coscienziale può sortire qualcosa.

L'erezione è Siva.
ma solo se è impulsata da Pàrvati (shakti).

farsi le pippe (mentali o fisiche) può essere passatempo assai piacevole.
ma perchè scomodare il tantrismo?

gli siva sutra sono tantra.
il mahanirvana è tantra.
lo sri yantra è tantra.
l'emozione di scoprire la Dea in un fiore blu è tantra.
commuoversi dinanzi al sorgere della luna piena di luglio è tantra.
samkara che taglia a pezzi il cadavere è tantra.

una masturbazione notturna è una sega.


un sorriso,
r.
Il Manzo non Esiste

Helvetia
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 229
Iscritto il: 15 maggio 2010, 22:01

Messaggioda Helvetia » 28 ottobre 2010, 9:56

grazie Paolo, cercavo anch'io queste risposte :)

Avatar utente
Rama111
vaisya
vaisya
Messaggi: 96
Iscritto il: 21 ottobre 2010, 10:22
Località: Roma

Re: Un saluto ed una domanda

Messaggioda Rama111 » 28 ottobre 2010, 10:15

apocatastasi ha scritto:Gentilmente e con moltà umiltà vi chiedo...qualcuno sa dirmi, cosa è potuto accadere e che tipo di tecniche dovrei praticare per essere più consapevole e capace nel ricreare e ampliare questi effetti?


perchè non continuare con quella respirazione visto che ti ha dato dei risultati... e forse c'era la luna piena hehe :mrgreen:

apocatastasi
sudra
sudra
Messaggi: 6
Iscritto il: 28 ottobre 2010, 1:09

Messaggioda apocatastasi » 28 ottobre 2010, 14:29

Ti ringrazio Paolo per la risposta, permettimi di dirti che ovviamente non ho affatto pensato di star facendo "tantra" nel momento in cui mi masturbavo, anche se era qualcosa di davvero molto diverso dalle solite "pippe" ; ) ...
Semplicemente mi chiedevo e spero tu possa rispondermi, certo di un tuo preciso e puntuale intervento, in che modo posso imparare a controllare ed essere consapevole anche del mio organo sessuale, in fondo lo yoga è consapevolezza ed ascolto del proprio corpo e se impariamo a contollare il nostro corpo in tutte le sue parti perchè non avere la consapevolezza dei nostri organi genitali...non ho più riprovato a ricreare questa condizione respiro/masturbazione perchè non amo andare a "casaccio"...
Spero dunque che i tuoi consigli su dove volgere il mio sguardo per acquisire questa nuova consapevolezza possano essermi da guida e ti ringrazio anticipatamente.

Grazie Mille

Avatar utente
Rama111
vaisya
vaisya
Messaggi: 96
Iscritto il: 21 ottobre 2010, 10:22
Località: Roma

Messaggioda Rama111 » 29 ottobre 2010, 15:47

apocatastasi ha scritto:Ti ringrazio Paolo per la risposta, permettimi di dirti che ovviamente non ho affatto pensato di star facendo "tantra" nel momento in cui mi masturbavo, anche se era qualcosa di davvero molto diverso dalle solite "pippe" ; ) ...
Semplicemente mi chiedevo e spero tu possa rispondermi, certo di un tuo preciso e puntuale intervento, in che modo posso imparare a controllare ed essere consapevole anche del mio organo sessuale, in fondo lo yoga è consapevolezza ed ascolto del proprio corpo e se impariamo a contollare il nostro corpo in tutte le sue parti perchè non avere la consapevolezza dei nostri organi genitali...non ho più riprovato a ricreare questa condizione respiro/masturbazione perchè non amo andare a "casaccio"...
Spero dunque che i tuoi consigli su dove volgere il mio sguardo per acquisire questa nuova consapevolezza possano essermi da guida e ti ringrazio anticipatamente.

Grazie Mille


mi intrometto per dirti: VAI A CASACCIO! segui il corpo, usa intenzione+attenzione per inidirizzare respiro ed energia, senti il corpo... qualsiasi altra tecnica avanzata richiederà cmq questo primo passo!

ciao


Torna a “Tantra e altre vie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti