tantra baggianate

tantra-yoga, vie dello yoga vecchie e nuove
Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 28 settembre 2007, 22:57

Lella ha scritto:
Ti ringrazio prorpio tanto...ero così fissata che fosse un percorso davvero sessuale ... cioè pensavo il tantra fosse una via x raggiungere l unicità attraverso la dualità della coppia, credevo che la via tantrica desse la possibilità di vivere la sessualità non fine a se stessa ma di sublimarla estaticamente verso l alto, di canalizzare tutta quella straordinaria energia sessuale verso l incontro con se stessi attraverso il compagno!


se vuoi che sia questo , solo questo, va benissimo.
esistono tecniche che riguardano il sesso nel tantrismo.
l'amante è shiva e la amante è shakti, ma ci sembra che non siano così note.
se ne sei a conoscenza si è felici per te.
se riesci a sublimare estaticamente verso l'alto la sessualità,si è ancora più felici per te.
è molto bello che nel fare l'amore si raggiungano vette sublimi.
bellissimo.




pensavo a tecniche meditative dinamiche e modi di respirare che agevolassero ...và bè...quanta ignoranza ci gira intorno facendoci scambiare lucciole x lanterne....sicuramente se non mi limitavo ad una superficiale ricerca ma anzi avessi approfondito come si deve non mi sarei imbattuta in tante sciocchezze
.


nessuno dice che siano sciocchezze.
si ripete è bellissimo.
anche se fossero credenze sarebbe bellissimo.
non si voleva assolutamente entrare nel merito delle possibilità di bellezza, appagamento ed estasi di determinate tecniche sessuali.
si voleva solo esprimere un dato (non un opinione) per tantra induisti si intendono i testi che riguardano la religione della Dea e di due sentieri (marga) che si propongono di condurre l'aspirante alla realizzazione.
nell'insieme dei tantra la parte relativa al sesso è tutto sommato limitata e a volte, ma non è sicuramente il tuo caso, l'interesse morboso che molti occidentali rivolgono alla sfera erotica porta a dimenticare che il rapporto con il sesso in oriente è ben diverso da quello che si ha in occidente.

e mi chiedo con stupore come si possano permettere tutti quei corsi e seminari sul tantra che promettono orgasmi da urlo e fusioni simbiotiche col proprio partener...ecc


ci si chiede la stessa cosa spesso, è come se in oriente si aprissero delle scuole per insegnare a pagamento a godere delle estasi di santa teresa o di san giovanni della croce.

Se mi permetti vorrei mi togliessi una curiosità, tutte quelle statue raffiguranti meravigliosi ed estatici amplessi sessuali...cosa stanno ad indicare simbolicamente parlando
? :roll:


se ne è parlato a lungo in altri post .
innanzitutto sarebbe opportuno scindere da ciò che sono le raffigurazioni dell'arte d'amare indiana (il kamashastra ne parla con dovizia) appartenenti alla società indiana di un determinato periodo storico e le immagini sacre.
come certe raffigurazioni pompeiane, romane, rinascimentali le descrizioni e le immagini tratte dal kamashastra hanno lo scopo di educare i giovani sposi ai piaceri del sesso.
si tratta di un vero e proprio galateo per giovani donne e giovani uomini di buona famiglia.

le immagini sacre indo tibetane, che rappresentano amplessi meravigliosi sono altra cosa.

le più note sono quelle del sud dell'india,quelle della città perduta di raja raja.
quelle sono immagini di culto.
ed il sesso che veniva praticato in quei templi, costruiti in parte dal grande Raja Raja, aveva una valenza che forse è difficile immaginare.

le coppie che si uniscono nelle rappresentazioni sacre sono tutte immagini riflesse di shiva shakti
shakti è la potenza universale della Bella dei tre mondi (Tripura-Sundari): maya kali.
le unioni sessuali sono un simbolo statico di ciò che è espresso dinamicamente dallo sri yantra.

in ogni donna c'è un riflesso di maya kali in ogni uomo c'è il riflesso di Shiva hara, è vero.
ma penetrare il il simbolismo conoscere(nel senso di conoscenza) il mistero di kala il nero e di kali dell'eterno e del tempo.
del permanente e del divenire forse non è cosa che si possa apprendere in uno o dieci week end di studi, masturbazioni, Karezze e gridolini

ciò che tu dici e ciò a cui aspiri è bellissimo.
ma kali è bellissima e tremenda assieme, sensuale madre della vita dalle gambe snelle e dai seni di loto e implacabile signora della morta assetata di sangue e golosa di intestini umani.

se sei felice e soddisfatta di ciò che studi e pratichi e non hai dubbi,
va benissimo.
è la tua via.
si è felici per te.

se ti vengono dei dubbi forse sarebbe meglio cominciare a leggere dei testi indiani.
come il mahanirvana tantra.
come il kalika Purana.

il kalika Purana è una delle storie più belle e commoventi che sia mai stato narrato.

narra del folle amore di shiva l'asceta perfetto e di sati.
narra della disperazione di sati e del suo suicidio.

incredibile folle inconcepibile per una dea.

narra della disperazione di shiva del suo vagare per l'universo con il cadavere inerme dell'amata.

narra del corpo di sati fatto a brandelli, 52 brandelli che sulla terra, riscaldati dalle lacrime del dio, si trasformano nei santuari della DEA.

narra della rabbia di Shiva e del suo trasformarsi in un lingam di pietra.
sordo ai richiami si Visnu, alle esortazioni di Brahama, alle amorevoli carezze di nandi, il suo bianco toro.

è dalla disperazione e dal dolore che nasce la forza che aprirà , dopo eoni, il terzo occhio di Shiva, il nataraja.
solo allora potrà danzare la Tandava che crea e distrugge ciclicamente il mondo.
solo allora Sati potrà rinascere come Parvati.
il kalika purana è un racconto bellissimo.

ma sicuramente si può essere felici e soddisfatti anche senza averlo mai ascoltato.

un abbraccio.
ryunokokyu
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
Lella
sudra
sudra
Messaggi: 30
Iscritto il: 27 settembre 2007, 13:28

Messaggioda Lella » 29 settembre 2007, 0:54

se sei felice e soddisfatta di ciò che studi e pratichi e non hai dubbi,
va benissimo.
è la tua via.
si è felici per te.

se ti vengono dei dubbi forse sarebbe meglio cominciare a leggere dei testi indiani.
come il mahanirvana tantra.
come il kalika Purana.

il kalika Purana è una delle storie più belle e commoventi che sia mai stato narrato.

narra del folle amore di shiva l'asceta perfetto e di sati.
narra della disperazione di sati e del suo suicidio.

incredibile folle inconcepibile per una dea.

narra della disperazione di shiva del suo vagare per l'universo con il cadavere inerme dell'amata.

narra del corpo di sati fatto a brandelli, 52 brandelli che sulla terra, riscaldati dalle lacrime del dio, si trasformano nei santuari della DEA.

narra della rabbia di Shiva e del suo trasformarsi in un lingam di pietra.
sordo ai richiami si Visnu, alle esortazioni di Brahama, alle amorevoli carezze di nandi, il suo bianco toro.

è dalla disperazione e dal dolore che nasce la forza che aprirà , dopo eoni, il terzo occhio di Shiva, il nataraja.
solo allora potrà danzare la Tandava che crea e distrugge ciclicamente il mondo.
solo allora Sati potrà rinascere come Parvati.
il kalika purana è un racconto bellissimo.

ma sicuramente si può essere felici e soddisfatti anche senza averlo mai ascoltato.

un abbraccio.
ryunokokyu



Oh no no fermi tutti!!!!!!! :shock:
Io non ho studiato nulla e praticato nessuno di quei corsi

Io mi sono ultimamente interessata al tantra , e come specificato è una ricerca che ho fatto superficilamente e che mi hanno portato ad immaginare quel tipo di rapporto sessuale con tecniche tantriche così visualizzate nella mia mente x quel poco che ho letto in internet...e un libro visto in libreria dove c erano delle tecniche e tanta roba strana che decisi di non comprarlo....

però ripeto me ne sto intendendo di qualcosina x quel che tu gentilmente e pazientemente mi hai scritto....

:mrgreen: certo sarei felice di vivere un rapporto che possa farmi provare quell estasi così fantasiosa sublime e divina....ma ciò non toglie che sto vivendo una realtà sessuale felice e molto ricca...la mia era una curiosità x aspirare ad una sessualità + superiore + luminosa + trascendente...nel senso anzichè incontrare il divino individualmente o trascendere la realtà individualmente ... poter sperimentarlo durante il piacere dell amplesso ... cioè farsi aiutare dall energia sessuale x entrare in connessione col tutto ...


Riesci a capire cosa intendo Paolo?
:oops: però non me prende in giro!

devata
brahmana
brahmana
Messaggi: 784
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:14
Località: Roma

Messaggioda devata » 29 settembre 2007, 3:22

Lella ha scritto:
se sei felice e soddisfatta di ciò che studi e pratichi e non hai dubbi,
va benissimo.
è la tua via.
si è felici per te.

se ti vengono dei dubbi forse sarebbe meglio cominciare a leggere dei testi indiani.
come il mahanirvana tantra.
come il kalika Purana.

il kalika Purana è una delle storie più belle e commoventi che sia mai stato narrato.

narra del folle amore di shiva l'asceta perfetto e di sati.
narra della disperazione di sati e del suo suicidio.

incredibile folle inconcepibile per una dea.

narra della disperazione di shiva del suo vagare per l'universo con il cadavere inerme dell'amata.

narra del corpo di sati fatto a brandelli, 52 brandelli che sulla terra, riscaldati dalle lacrime del dio, si trasformano nei santuari della DEA.

narra della rabbia di Shiva e del suo trasformarsi in un lingam di pietra.
sordo ai richiami si Visnu, alle esortazioni di Brahama, alle amorevoli carezze di nandi, il suo bianco toro.

è dalla disperazione e dal dolore che nasce la forza che aprirà , dopo eoni, il terzo occhio di Shiva, il nataraja.
solo allora potrà danzare la Tandava che crea e distrugge ciclicamente il mondo.
solo allora Sati potrà rinascere come Parvati.
il kalika purana è un racconto bellissimo.

ma sicuramente si può essere felici e soddisfatti anche senza averlo mai ascoltato.

un abbraccio.
ryunokokyu



Oh no no fermi tutti!!!!!!! :shock:
Io non ho studiato nulla e praticato nessuno di quei corsi

Io mi sono ultimamente interessata al tantra , e come specificato è una ricerca che ho fatto superficilamente e che mi hanno portato ad immaginare quel tipo di rapporto sessuale con tecniche tantriche così visualizzate nella mia mente x quel poco che ho letto in internet...e un libro visto in libreria dove c erano delle tecniche e tanta roba strana che decisi di non comprarlo....

però ripeto me ne sto intendendo di qualcosina x quel che tu gentilmente e pazientemente mi hai scritto....

:mrgreen: certo sarei felice di vivere un rapporto che possa farmi provare quell estasi così fantasiosa sublime e divina....ma ciò non toglie che sto vivendo una realtà sessuale felice e molto ricca...la mia era una curiosità x aspirare ad una sessualità + superiore + luminosa + trascendente...nel senso anzichè incontrare il divino individualmente o trascendere la realtà individualmente ... poter sperimentarlo durante il piacere dell amplesso ... cioè farsi aiutare dall energia sessuale x entrare in connessione col tutto ...


Riesci a capire cosa intendo Paolo?
:oops: però non me prende in giro!



Il tantrico è colui che è capace di trasmutare e di sublimare qualsiaisi energia; ciò vuol dire che di fronte a uno stato interiore negativo egli realizza la sua trasformazione in qualcosa di positivo.

Il tantra non riguarda solo la sessualità ma riguarda anche la sessualità.

Imparare a trasfigurare l'amato rende la fusione un atto sacro.

La sessualità può essere un trampolino di lancio per arrivare all'Assoluto..in fin dei conti il Divino cos'è?

La sessualità vissuta pienamente e in modo consapevole può portare a vivere la stessa estasi che si può vivere attraverso la meditazione, la realizzazione di Karma yoga, Bhakti ecc.. perchè privarsene?


"Sii umile come un filo d'erba e paziente e capace di sopportare come un albero"

Avatar utente
Lella
sudra
sudra
Messaggi: 30
Iscritto il: 27 settembre 2007, 13:28

Messaggioda Lella » 29 settembre 2007, 13:11

Esatto Devata ...è proprio questo il mio desiderio...mettere il sesso a disposizione dello spirito attraverso il corpo...xchè sta stupenda energia non vada sprecata ... sacralizzare gli amplessi ecc....ma penso che nessun corso o libro possa insegnarlo a sto punto...credo sia una conseguenza della cresicita personale e della conoscenza delle energie che senti dentro e della pratica di una disciplina come appunto lo yoga...(?) :roll:

maithuna63
sudra
sudra
Messaggi: 8
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 14:02
Località: trieste

tantra

Messaggioda maithuna63 » 10 dicembre 2007, 21:08

La pratica del tantra bisogna viverla per poterla comprendere.I libri scritti da Elmar e Michaela Zadra sono molto esaustivi sull'argomento.I loro corsi poi sono illuminanti. Ciao,Maithuna.


Torna a “Tantra e altre vie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron