Autoerotismo e ritenzione del seme

tantra-yoga, vie dello yoga vecchie e nuove
eracle
vaisya
vaisya
Messaggi: 160
Iscritto il: 27 aprile 2006, 17:29

Autoerotismo e ritenzione del seme

Messaggioda eracle » 4 aprile 2007, 18:40

...Sono sfiduciato per quanto riguarda il riuscire a non eiaculare: almeno una volta ogni tanto, durante la masturbazione, CAPITA (!) . (Nei rapporti con le donne potrebbe essere più facile dice qualcuno; ma io non ci ho provato molto).
Qualcuno provi a convincermi del contrario e magari ad insegnarmi come fare (!) !
Ciao.
P.S. Qualcuno conosce scuole a Napoli (così magari mi trovo pure una femminuccia con cui provare :oops: :) ?).
Ultima modifica di eracle il 4 aprile 2007, 18:50, modificato 1 volta in totale.

DAVIDE89V
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 226
Iscritto il: 15 ottobre 2006, 15:23

Messaggioda DAVIDE89V » 4 aprile 2007, 18:48

dovresti ispirare profondamente durante la fase di non ritorno, ma non è facile e immaginare che il piacere sessuale (l'energia) si sposti verso l'alto fino al 7 chakra in modo di spostare l'eccitazione sul resto del corpo

eracle
vaisya
vaisya
Messaggi: 160
Iscritto il: 27 aprile 2006, 17:29

caso

Messaggioda eracle » 10 aprile 2007, 2:40

...avevo già sentito questa cosa, la conosco, ma mi chiedo come mai alle volte funzioni ed altre no , almeno a me.
Infatti poi vorrei capire se a qualcuno esperto capiti comunque qualche volta di eiaculare oppure riesca sempre a non eiaculare

eracle
vaisya
vaisya
Messaggi: 160
Iscritto il: 27 aprile 2006, 17:29

Non eiaculazione.

Messaggioda eracle » 10 aprile 2007, 2:43

Nel Tantra, non si eiacula mai?

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 10 aprile 2007, 23:19

DAVIDE89V ha scritto:dovresti ispirare profondamente durante la fase di non ritorno, ma non è facile e immaginare che il piacere sessuale (l'energia) si sposti verso l'alto fino al 7 chakra in modo di spostare l'eccitazione sul resto del corpo


Sono abbastanza stupefatto dalle risposte di davide, dalla sicurezza con la quale insegna.
è abbastanza singolare visto che per sua stessa ammissione ha cominciato ad occuparsi di yoga da poco tempo.
sull'argomento sesso tantrico abbiamo fatto discussioni infinite tra insegnanti e praticanti di lungo corso.
ricordo accese e, per me almeno, interessanti dispute con zalmoixis, che mi sembra sia un insegnante, devata, che mi sembra sia un'insegnante,paolo che mi sembra si sia occupato dell'argomento per molti anni, r9....
certo ognuno può dire ciò che vuole, ma ad occhio consiglierei davide di chiedere lumi a zalmoixis ,devata ,pe5rchè a volte ho il dubbio che molte cose le tragga da internet e che non abbia una conoscenza pratica in proposito.
forse mi sbaglio, ma è mia opinione che certe tecniche di Alchimia interiore vadano prese con le molle.
la mia opinione è che :
1) il tantra non sia una tecnica sessuale ma una cosmogonia.
per avere un 'idea superficiale consiglio di leggere il mahanirvana tantra delle ed. mediterranee con la prefazione di avalon.
2) la tecnica della ritenzione del seme deve essere praticata con molta attenzione e consapevolezza e soprattutto il fine del rapporto sessuale non deve essere quello di non eiaculare.

ne ho già parlato con eracle a lungo.
eracle ha delle sue idee come è logico che sia.
idee che non coincidono con le mie.
E' guiusto che sia così.
ma almeno dei testi sul tantrismo sia indiano che tibetano forse sarebbe opportuno leggerli.

le frasi di davide:dovresti ispirare profondamente durante la fase di non ritorno, ma non è facile e immaginare che il piacere sessuale (l'energia) si sposti verso l'alto fino al 7 chakra in modo di spostare l'eccitazione sul resto del corpo

come ho gia detto mi lasciano perplesso assai.
fase di non ritorno?
spostare l'energia fino al settimo chakra in modo da spostare l'eccitazione sul resto del corpo?

ad occhio mi pare che ci sia una conoscenza sommario sia delle tecniche sessuali sia di quella che i cinesi definiscono trasformazione di Jing in shen.

credo che ci sia molta confusione.
naturalmente si tratta di una opinione personale, ma, cari davide ed eracle, ci andrei molto cauto.

un abbraccio perplesso, p.
Ultima modifica di Paolo proietti il 10 aprile 2007, 23:26, modificato 2 volte in totale.
Il Manzo non Esiste

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: Autoerotismo e ritenzione del seme

Messaggioda Paolo proietti » 10 aprile 2007, 23:24

eracle ha scritto:...Sono sfiduciato per quanto riguarda il riuscire a non eiaculare: almeno una volta ogni tanto, durante la masturbazione, CAPITA (!) . (Nei rapporti con le donne potrebbe essere più facile dice qualcuno; ma io non ci ho provato molto).
Qualcuno provi a convincermi del contrario e magari ad insegnarmi come fare (!) !
Ciao.
P.S. Qualcuno conosce scuole a Napoli (così magari mi trovo pure una femminuccia con cui provare :oops: :) ?).


sia che lo si faccia per migliorare il rapporto di coppia (io non sono d'accordo ma molti lo consigliano) sia che lo si faccia per migliorare la salute psicofisica, sia che lo si faccia per ottenere stati di coscienza superiore, l'applicare tecniche di tantrismo sessuale o pratiche sessuali taoiste senza una compagna/yogni/istruttrice non mi sembra una grande idea.
lo stesso pensare di andare in qualche scuola pensando di trovare una partner sessuale ...
mi sembra un tantino come dire....originale :shock: :shock:
Il Manzo non Esiste

Zamolxis
sudra
sudra
Messaggi: 40
Iscritto il: 23 marzo 2006, 7:09

Re: Autoerotismo e ritenzione del seme

Messaggioda Zamolxis » 11 aprile 2007, 3:34

eracle ha scritto:...Sono sfiduciato per quanto riguarda il riuscire a non eiaculare: almeno una volta ogni tanto, durante la masturbazione, CAPITA (!) . (Nei rapporti con le donne potrebbe essere più facile dice qualcuno; ma io non ci ho provato molto).
Qualcuno provi a convincermi del contrario e magari ad insegnarmi come fare (!) !
Ciao.
P.S. Qualcuno conosce scuole a Napoli (così magari mi trovo pure una femminuccia con cui provare :oops: :) ?).


Ciao,
prima di tutto vorrei che si capisse bene un concetto: queste non sono cose che si imparano sù internet.
Un altro aspetto molto importante , che pochi considerano, è quello che Tantra NON significa sesso. Se vogliamo parlare della parte "erotica" del Tantra, allora bisogna tenere conto di un aspetto fondamentale: alla base di tutto ci deve essere l'amore. Tu ci parli qui dell'autoerotismo, quindi...l'amore...manca! Nel caso di una coppia che si ama profondamente (parlo qui di sentimenti e non di semplici unioni sessuali), la pratica tantrica della ritenzione seminale avviene quasi spontaneamente, proprio grazie a questa energia dell'amore che ha una frequenza elevata e che permette una trasmutazione adeguata del liquido seminale, realizzata interiormente a basse temperature, e simultaneamente di una sublimazione armoniosa dell'energia sessuale in energia affettiva. Tutto questo naturalmente se lo si vuole realizzare.
Quindi la componente principale per la "realizzazione" di simili pratiche deve essere l'amore. Questo amore può esistere allorquando ci troviamo tra le braccia della propria amata, la regina del nostro cuore. Laddove i due si fondono in amore diventando Uno.
Un altro aspetto non meno importante è quello di una pratica sistematica e adeguata delle tecniche Hatha yoga per poter applicare poi quello che interessa a te.
Bisogna comprendere che anche se tu riesci nella pratica della continenza sessuale, però nel tuo essere i Nadi (canali energetici, meridiani) sono bloccati dalle impurità...quell'energia sessuale che fermerai non ti aiuterà, bensì ti confronterai con alcune tensioni fisiche. La pratica del Hatha Yoga ti permette di pulire, di sbloccare i canali energetici.
Di conseguenza i consigli potrebberò essere (se mi è permesso): 01.Pratica Hatha Yoga sistematicamente;
02. Trova una ragazza affine a te, innamorati e scopri insieme a lei la trasfigurazione e l'erotismo elevato, e non il semplice sesso...
03. Impara, prima di tutto, con l'aiuto e insieme alla tua amata, che l'erotismo e la sessualità elevata è qualcosa di naturale;
04. Solo da questo punto in poi ti puoi cominciare a preoccupare di apprendere alcune "tecniche" tantriche...
Ricorda: il Tantra è la via del camminare sul filo del rasoio: un passo sbagliato e... il nettare può diventare veleno!
In quanto al fatto di andare a una scuola solo per trovare una partner per imparare...NO COMMENT!
L'amore per l'anima è come l'aria per il corpo. Quando non respiriamo più il corpo muore....quando non amiamo più l'anima muore...

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 11 aprile 2007, 9:03

Di conseguenza i consigli potrebberò essere (se mi è permesso): 01.Pratica Hatha Yoga sistematicamente;
02. Trova una ragazza affine a te, innamorati e scopri insieme a lei la trasfigurazione e l'erotismo elevato, e non il semplice sesso...
03. Impara, prima di tutto, con l'aiuto e insieme alla tua amata, che l'erotismo e la sessualità elevata è qualcosa di naturale;
04. Solo da questo punto in poi ti puoi cominciare a preoccupare di apprendere alcune "tecniche" tantriche...
Ricorda: il Tantra è la via del camminare sul filo del rasoio: un passo sbagliato e... il nettare può diventare veleno!
In quanto al fatto di andare a una scuola solo per trovare una partner per imparare...NO COMMENT!


Concordo .
credo che anzichè andare a casaccio e leggiucchiare qua e là davide ed eracle dovrebbero andarci cauti.
un abbraccio,
p.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4294
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 11 aprile 2007, 9:21

Dalla profondità della mia ignoranza in materia (ma forse proprio per questo) sono d'accordo con P e Z: è bene che i principianti (come me, appunto), facciano cose da... principianti, che sono molto più utili e potenzialmente meno dannose.

Sopratutto, senza fissarsi su un aspetto della pratica, ma lasciandosi "guidare" nell'esplorazione dei vari aspetti con un approccio, parola molto usata, "olistico".
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

devata
brahmana
brahmana
Messaggi: 784
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:14
Località: Roma

Messaggioda devata » 11 aprile 2007, 14:19

Sono pienamente d'accordo con quanto esposto sopra; l'unica cosa è che vorrei dire a Davide e a Eracle di non sottovalutare quello che vi è stato consigliato.
Questo perchè ho notato (in particolar modo da parte di Eracle) che esiste l'atteggiamento di domandare più volte le stesse cose e di non tenere successivamente in considerazione ciò che viene suggerito...
ciao
"Sii umile come un filo d'erba e paziente e capace di sopportare come un albero"

DAVIDE89V
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 226
Iscritto il: 15 ottobre 2006, 15:23

Messaggioda DAVIDE89V » 11 aprile 2007, 19:52

Paolo proietti ha scritto:
DAVIDE89V ha scritto:dovresti ispirare profondamente durante la fase di non ritorno, ma non è facile e immaginare che il piacere sessuale (l'energia) si sposti verso l'alto fino al 7 chakra in modo di spostare l'eccitazione sul resto del corpo


Sono abbastanza stupefatto dalle risposte di davide, dalla sicurezza con la quale insegna.
è abbastanza singolare visto che per sua stessa ammissione ha cominciato ad occuparsi di yoga da poco tempo.
sull'argomento sesso tantrico abbiamo fatto discussioni infinite tra insegnanti e praticanti di lungo corso.
ricordo accese e, per me almeno, interessanti dispute con zalmoixis, che mi sembra sia un insegnante, devata, che mi sembra sia un'insegnante,paolo che mi sembra si sia occupato dell'argomento per molti anni, r9....
certo ognuno può dire ciò che vuole, ma ad occhio consiglierei davide di chiedere lumi a zalmoixis ,devata ,pe5rchè a volte ho il dubbio che molte cose le tragga da internet e che non abbia una conoscenza pratica in proposito.
forse mi sbaglio, ma è mia opinione che certe tecniche di Alchimia interiore vadano prese con le molle.
la mia opinione è che :
1) il tantra non sia una tecnica sessuale ma una cosmogonia.
per avere un 'idea superficiale consiglio di leggere il mahanirvana tantra delle ed. mediterranee con la prefazione di avalon.
2) la tecnica della ritenzione del seme deve essere praticata con molta attenzione e consapevolezza e soprattutto il fine del rapporto sessuale non deve essere quello di non eiaculare.

ne ho già parlato con eracle a lungo.
eracle ha delle sue idee come è logico che sia.
idee che non coincidono con le mie.
E' guiusto che sia così.
ma almeno dei testi sul tantrismo sia indiano che tibetano forse sarebbe opportuno leggerli.

le frasi di davide:dovresti ispirare profondamente durante la fase di non ritorno, ma non è facile e immaginare che il piacere sessuale (l'energia) si sposti verso l'alto fino al 7 chakra in modo di spostare l'eccitazione sul resto del corpo

come ho gia detto mi lasciano perplesso assai.
fase di non ritorno?
spostare l'energia fino al settimo chakra in modo da spostare l'eccitazione sul resto del corpo?

ad occhio mi pare che ci sia una conoscenza sommario sia delle tecniche sessuali sia di quella che i cinesi definiscono trasformazione di Jing in shen.

credo che ci sia molta confusione.
naturalmente si tratta di una opinione personale, ma, cari davide ed eracle, ci andrei molto cauto.

un abbraccio perplesso, p.


riesco sempre a stupire tutti :lol: :lol: :lol: no stando seri, è vero uso molto internet e leggo libri per le ricerche ma questo non significa che la mia conoscenza e scarsa, capisco che le pratiche taoiste e tantriche sono utili per migliorare il rapporto di coppia è possono essere pure pericolose, verò è!!!

però è anche vero che provare non ha mai fatto male a nessuo... certo occore conoscere i rischi, non è che uno si alza la mattina e dice, oh guarda mi è venuta voglia di svegliare kundalini e la sveglia se lo fai sei un pazzo la tua vita e seriamente compromessa ma per quando riguarda riguarda l'uso delle ritenzioni del seme così come i mantra se fatti una volta ogni tanto non vedo che male

i mantra per esempio possono essere dannosi ma non vedo che ce di male ad usarli una volta ogni tanto, certo se li usi 3 ore al giorno ogni giorno sei un pazzo, sai che possono essere pericolosi e non ti curi

anche se non metto in dubbio che certe pratiche sessuali possano essere usate per incrementare l'ego (del tipo: evviva io riesco a durare di +, sono macho, ecc...) non metto anche in dubbio che possano aiutare la coppia a trovare un buon legame che hai giorni a causa dei modelli di vita basati sull'apparire difficilmente comunica e quindi a trovare maggior fiducia in se stessi

DAVIDE89V
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 226
Iscritto il: 15 ottobre 2006, 15:23

Messaggioda DAVIDE89V » 11 aprile 2007, 19:59

paolo mi puoi spiegare come mai non sei daccordo all'uso del tantra nella vita di coppia, non è per niche è che sono curioso :wink: :D ?? non ti faccio questa domanda per essere pignolo

eracle
vaisya
vaisya
Messaggi: 160
Iscritto il: 27 aprile 2006, 17:29

kundalini

Messaggioda eracle » 11 aprile 2007, 20:24

...svegliare kundalini e la sveglia se lo fai sei un pazzo la tua vita e seriamente compromessa...

(...si starà mica riferendo a me?

...probabilmente si. Purtroppo. Se è realmente così, spero di far' fronte a questo risveglio errato.)

devata
brahmana
brahmana
Messaggi: 784
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:14
Località: Roma

Messaggioda devata » 12 aprile 2007, 0:25

i
esco sempre a stupire tutti Laughing Laughing Laughing no stando seri, è vero uso molto internet e leggo libri per le ricerche ma questo non significa che la mia conoscenza e scarsa, capisco che le pratiche taoiste e tantriche sono utili per migliorare il rapporto di coppia è possono essere pure pericolose, verò è!!!

però è anche vero che provare non ha mai fatto male a nessuo... certo occore conoscere i rischi, non è che uno si alza la mattina e dice, oh guarda mi è venuta voglia di svegliare kundalini e la sveglia se lo fai sei un pazzo la tua vita e seriamente compromessa ma per quando riguarda riguarda l'uso delle ritenzioni del seme così come i mantra se fatti una volta ogni tanto non vedo che male

i mantra per esempio possono essere dannosi ma non vedo che ce di male ad usarli una volta ogni tanto, certo se li usi 3 ore al giorno ogni giorno sei un pazzo, sai che possono essere pericolosi e non ti curi

anche se non metto in dubbio che certe pratiche sessuali possano essere usate per incrementare l'ego (del tipo: evviva io riesco a durare di +, sono macho, ecc...) non metto anche in dubbio che possano aiutare la coppia a trovare un buon legame che hai giorni a causa dei modelli di vita basati sull'apparire difficilmente comunica e quindi a trovare maggior fiducia in se stessi



Secondo me è inutile dire a te e a Eracle le cose perchè veramente parlate tanto per parlare senza cognizione di causa, non lo dico per offendervi ma è una mia semplice costatazione.

Vedi credi che la tua conoscenza non sia scarsa ma se non "lavori" innanzitutto sarà parziale, parli di mantra e altrove hai parlato di diverse tecniche di pranayama ma quante volte hai applicato qualcosa?
Parli di risveglio di kundalini...secondo te uno si alza la mattina e siccome ha voglia di risavegliare la kundalini non so magari chiude gli occhi...e fatto il "miracolo"...ma per favore...
Dici sui mantra che" sì fanno male ma se ci si lavora una volta ogni tanto non succede niente"...vuol dire che parli senza sapere.
Rileggiti i post dove si parlava di mantra: sai che ce ne sono alcuni che se vengono pronunciati anche una sola volta ci allunghi i piedi?
E sai invece che entrare nello stato di Laya (fusione ecc) attraverso il "lavoro" anche per ore con altri mantra permette di arrivare allo stato di Samadhi?
Per quel che riguarda poi il discorso sulla sessualità lasciamo perdere...
Se siete sinceramente motivati a "crescere" cominciate a praticare e cominciate dalle basi: hata yoga e poi il resto verrà da se.
Non voglio dire che non sia importante studiare anzi...ma senza pratica rimarrete con una conoscenza arida...
"Sii umile come un filo d'erba e paziente e capace di sopportare come un albero"

Avatar utente
ManRay
brahmana
brahmana
Messaggi: 507
Iscritto il: 31 agosto 2005, 0:45

Messaggioda ManRay » 12 aprile 2007, 0:43

Io il discorso della kundalini che si sveglia lo ho capito veramente poco. Secondo me stanno nascendo generazioni di yogi con la sindrome da risveglio della kundalini. Appena sentono una sensazione nuova subito pensano al risveglio della kundalini, che da quello che ho capito dovrebbe essere il fine dello yoga ma da quello che leggo tutti la evitano come la peste. Non è che un principiante poi si sveglia la mattina e se ne esce con: "Mo quasi quasi mi sveglio la kundalini che non ho niente altro da fare..."
La Kundalini è l' energia che determina l' evoluzione dell' uomo. Lo yoga è un catalizzatore di questo fenomeno naturale. Svegliare kundalini in modo errato è una conseguenza del saltare i passaggi, andare di fretta nella pratica. Questo perchè bisogna innanzitutto comprendere il proprio stadio di evoluzione attuale e procedere per gradi, senza mentire a sè stessi.


Torna a “Tantra e altre vie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite