e l'anusara yoga di J.Friend?

tantra-yoga, vie dello yoga vecchie e nuove
Avatar utente
paramatmaway
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 265
Iscritto il: 15 dicembre 2006, 0:50

e l'anusara yoga di J.Friend?

Messaggioda paramatmaway » 15 dicembre 2006, 15:58

E' una cavolata per attirare adepti? che significa nel sito di paolo proietti che lo yoga è uno e basta, l'hatha yoga?
non sono mica tanto d'accordo..vabbè che lo pratico da poco, ma facendo sia ashtanga e hatha yoga, le lezioni e posizioni sono diversissime. Hatha yoga non contempla nemmeno il cane a faccia in giù boh? Sono qui per imparare da voi comunque...grazie!

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: e l'anusara yoga di J.Friend?

Messaggioda Paolo proietti » 15 dicembre 2006, 17:22

paramatmaway ha scritto:E' una cavolata per attirare adepti? che significa nel sito di paolo proietti che lo yoga è uno e basta, l'hatha yoga?
non sono mica tanto d'accordo..vabbè che lo pratico da poco, ma facendo sia ashtanga e hatha yoga, le lezioni e posizioni sono diversissime. Hatha yoga non contempla nemmeno il cane a faccia in giù boh? Sono qui per imparare da voi comunque...grazie!

Lo yoga è uno: e si può parlare di hatha yoga e samadhy yoga dove l'hatha yoga è considerato il trampolino di lancio verso il samadhi.
Gli asana si dividono in fondamentali (cioè quelle fondamentali per la meditazione ovvero Siddhasana,padmasana,swastikasana...)
rilassanti ,terapeutiche e da esibizione (alcune sequenze dell'ashtanga sono prese dalle esibizioni degli atleti e danzatori che ogni anno gareggiano nelle Olimpiadi di Yoga himalayano).
In teoria Il maestro che, chiaramente deve essere uno che che ha già superato i tre stadi di meditazione, indirizza l'allievo verso le pratiche che sono più consone alle sue caratteristiche fisiche ,caratteriali e culturali.
Alcuni saranno predisposti(cioè avranno più possibilità di realizzare l'Ahang Bramasmi (l'unione con il Brahaman) seguendo la via della devozione (Bhakti Yoga), altri seguendo la via del fachiro (nel Nadayoga si arriva a tagliare il frenulo della lingua per arrivare a toccare con la lingua la zona del sesto Chakra),altri si concentreranno sul suono interiore ( nel layayoga si lavora quasi esclusivamente sulla Yonimudra), altri lavoreranno specificamente sulla ritenzione del respiro o Kumbhaka( come nel rasananda yoga )..
ma le posizioni e la preparazione fisica sarà sempre la stessa e i vari tipi di samadhi avranno sempre lo stesso fine.
le etichette, soprattutto in occidente, vengono create soprattutto per ragioni di mercato.
In realtà esiste lo Yoga.
la cosa più astuta che si fa nel mercasto delle tecniche psicofisiche è quello di dare un nome antico ad una disciplina moderna: Ashtanga Yoga ad esempio sono i 5 metodi esteriori e i tre metodi interiori per raggiungere l'illuminazione.
una ventina di anni fa qualcuno ha avuto la brillante idea di chiamare così una serie di asana da esibizione.
Kundalini yoga non esisteva fino al 68.
Shabda yoga (shabda è la vibrazione di Brahma che si sviluppa nell'etere ed è la stoffa di cui sono fatti i mantra, chiunque reciti un mantra ha a che vedere con Shabda...), Ashtanga Yoga, Kundalini yoga sono più o meno delle marche, dei Brand.
L'insegnamento dipende dalla preparazione e dalle doti comunicative del singolo insegnante, non dal nome della scuola.
Lo yoga è uno solo.
Poi se c'è gente che insegna i 5 tibetani (adesso sono diventati sette, tra un pò arriveranno a dodici, vedrai) Judo Yoga, yoga egizio, yoga dinamico, power Yoga (che è un altro nome dell'ashtanga), tao yoga o teatro yoga a me va bene lo stesso.
ma deve essere chiaro che sono nomi inventati per ragioni di mercato.
Quando torneranno di moda i pellirosse fioriranno sicuramente le scuole di Arti marziali navajo o di meditazione del grande spirito o lotta con il bastone sioux e probabilmente gli insegnanti saranno gli stessi che adesso insegnano judo yoga o tao yoga....

per quanto riguarda le posizioni devi tener conto che ci sono delle varianti e che a volte la stessa posizione è chiamata in modi diversi e posizioni diverse hanno invece nomi identici.
Altre volte incapaci di ricordare un nome, certi insegnanti se ne inventano di nuovi.
la posizione che tu definisce del cane a testa in giù è stata trattata approfonditamente sul forum.
Ad ogni modo ricordati che più che una posizione è il come si assume la posizione che è importante.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
paramatmaway
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 265
Iscritto il: 15 dicembre 2006, 0:50

Messaggioda paramatmaway » 15 dicembre 2006, 17:54

Allora John Friend è un fasullone che si è inventato l'Anusara-Yoga nel 1997 e lo ha fatto per motivi economici e di pubblicità personale? sta a vedere che mi tocca andare in India per praticare lo Yoga puro..e non è detto che non lo faccia..

Cosa pensi degli insegnanti che non si ricordano bene i nomi delle posizioni, a parte farle bene o male, è importante sapere i nomi, è importante informarsi sullo Yoga, o come tanti ci si può limitare ad eseguire alla perfezione le asana e chi si è visto si è visto?

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5644
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 15 dicembre 2006, 21:50

Immagine
Questo qua sopra è John Friend, più che un insegnante di yoga a me sembra un video dei jackson five negli anni 70.
però va bene.
per avere successo bisogna fare anche queste cose.
Io non so se Ckstar. o devata vogliano avere successo in questo modo, ma sicuramente sono due bravi insegnanti di yoga.
io non so se questo john friend sia un bravo insegnante di yoga, ma sicuramente ha successo.
credo di aver visto un video di questo john friend un pò di anni fa.
Mi faceva molto "kalafornia".
può darsi che sia bravo, certo nei suoi testi non fa che ripetere che unisce la filosofia tantrica all'allineamento.
soprattutto l'allineamento è una delle basi del suo lavoro.
tu hai mai visto un insegnante di yoga, di ginnastica, tai chi odanza classica che non curi l'allineamento?
io no.
Ho il dubbio che anche il nome sia fittizio :john friend.
mah!!
Se fossi in te preferirei studiare con un'onesto insegnate italiano.
fai delle prove e scegli quello che ti sembra più affidabile....
per quanto riguarda gli insegnanti che non si ricordano i nomi degli asana ...sai secondo me lo yoga è una pratica corporea.
sapere tanti nomi di asana vuol dire essere erudito, ma se chiacchieri chiacchieri e non sai assumere nemmeno padmasana si tratta di inutile erudizione.
Se invece uno è ignorante e chiama padmasana gambe arricciolate ma assume una posizione perfetta e riesce a comunicare la maniera di farla agli allievi, significa che è un bravo insegnante.
i nomi degli asana sono importanti sul forum per comprenderci.
certo per chi non sa il sanscrito forse è meglio parlare di Scorpione, albero, Pavone, locusta, loto legato, verticale sulla testa, candela...ci si capisce meglio.
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
paramatmaway
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 265
Iscritto il: 15 dicembre 2006, 0:50

Messaggioda paramatmaway » 15 dicembre 2006, 23:59

No no no..io non conosco John Friend, e ho già le mie due carissime maestre che mi tengo stretta stretta! Ho chiesto sull'anusara yoga perché è nata solo 10 anni fa e volevo una conferma..di ciò che pensavo già da me..in fondo non insegna nulla.
Anche io fra 4 anni potrei inventarmi l'Uma ( nome gatta ) Yoga bastao sulle 5 posizioni fondamentali adottate dalle mie due gatte..e magari potrei avere successo..non so se mi spiego..

Avatar utente
paramatmaway
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 265
Iscritto il: 15 dicembre 2006, 0:50

Messaggioda paramatmaway » 16 dicembre 2006, 0:01

Aspetta ho saltato un pezzo..volevo dire che probabilmente l'Anusara Yoga non insegna nulla di nuovo, riprende degli aspetti e li trasforma..l'allineamento è il principio credo di un incredibile numero di discipline, io sfrutto l'allineamento anche da seduta di fronte a questo pc volendo..

deagaia
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 12 agosto 2010, 23:55

spezzo una lancia

Messaggioda deagaia » 13 agosto 2010, 0:04

Salve a voi,
vorrei spezzare una lancia a favore dell'Anusara.
Da tre anni pratico lo Yoga Ratna di Gabriella Cella e poco tempo fa in California ho seguito alcune lezioni di Anusara.
E' ovviamente un' "americanata" nel termine più genuino della parola, ma devo dire che ne ho apprezzato molto gli aspetti di comunione e sostegno reciproco con gli altri praticanti, il focus sulla comunità e sul seguire un'intenzione specifica durante le asana di ogni lezione.
L'ho trovato molto alla mano, molto informale rispetto all'austerità di altre metodologie. La pratica poi di per sè è sacra e come tale viene rispettata.
L'ho trovato un valido modo "moderno" di approcciarsi allo Yoga.
Probabilmente non è esaustivo, se si vuole praticare la disciplina in forma completa e profonda, servono in ogni caso i fondamentali e di base un corso che segua la tradizione, ma senz'altro è un valido supporto gioioso e giocoso per ampiare dei modi di vedere e vivere lo Yoga, prendendolo sul serio senza prendersi troppo sul serio. A me è piaciuto, mi ha fatto sorridere e stare bene.
Namastè

Avatar utente
yogajap
vaisya
vaisya
Messaggi: 62
Iscritto il: 13 dicembre 2009, 7:50
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda yogajap » 13 agosto 2010, 10:16

paramatmaway ha scritto:No no no..io non conosco John Friend, e ho già le mie due carissime maestre che mi tengo stretta stretta! Ho chiesto sull'anusara yoga perché è nata solo 10 anni fa e volevo una conferma..di ciò che pensavo già da me..in fondo non insegna nulla.
Anche io fra 4 anni potrei inventarmi l'Uma ( nome gatta ) Yoga bastao sulle 5 posizioni fondamentali adottate dalle mie due gatte..e magari potrei avere successo..non so se mi spiego..


Mi ricordi una persona che ho incontrato all'ultimo Yoga Festival a Roma: ci siamo messi a parlare un po' e, quando gli ho chiesto quale scuola o tradizione seguisse, mi ha sciorinato il suo cv terminando dicendo che, date le sue esperienze, ora stava proponendo un "suoyoga" di cui sinceramente non ricordo il nome.

Quando poi leggo della tal pratica che promette mirabilie perfezionando lo Yoga grazie all'aggiunta e/o alla sottrazione di questo e/o quello.....rimango un po' interdetto e dubbioso (anche perché spesso il biglietto da visita di molte nuove pratiche proposte è che.....anche l'attrice o il cantante "taldeitali" lo pratica!) :?

Il primo anno che ho insegnato ero in una palestra: il titolare mi ha tranquillamente spiegato che loro ogni anno o due devono cambiare nome a quello che fanno per dare un po' di "appeal" e di idea di nuovo(si segnerebbero più persone ad un corso di ginnastica o ad un corso di "superfitstretch"?) :|

Just my 2c! :wink:

Sat Nam,

Sujan S.
[...] Ego is a chronic disease, but it contains its own cure as well [...]

Avatar utente
unlotobianco
sudra
sudra
Messaggi: 8
Iscritto il: 26 febbraio 2012, 19:14
Località: Palermo

a proposito di Anusara...

Messaggioda unlotobianco » 26 febbraio 2012, 20:21

Scusate ma non ho resistito, dopo aver riso per quelche quarto d'ora dopo aver visto la locandina di John Frinf che ha pubblicato Paolo non potevo non dire.... a proposito di... lo sapete non che si è dimesso dall'azienda Anusara dopo truffe, droghe, sesso e altro??? Anche per me lo yoga è uno, punto. Prima o poi dopo tutta questa strumentalizzazione dello Yoga qualcosa doveva pur sbucare fuori.... cmq ... non voglio fare polemica solo che la locandina ora ha il suo perché.... O_O

Avatar utente
jasmin
moderatore
Messaggi: 1395
Iscritto il: 25 aprile 2010, 15:19
Località: Catania

Messaggioda jasmin » 27 febbraio 2012, 12:07

a proposito di anusara yoga, ho partecipato ad una lezione del maestro Vivarelli venuto nella mia città in occasione dello yoga festival, buona atmosfera, si è parlato di energie, poi nella pratica qualche variante per entrare nelle posizioni costituite soprattutto da movimenti delle spalle, qualche viniasa tra un asana e l'altro, volontà di accentuare certe posizioni uscendo dai canoni tradizionali. A parte questo credo che si possa dire niente di nuovo sotto il sole.
Penso che dietro a questi nomi, c'è sempre e solo l'hatha yoga, le varianti mi sembrano solo per attirare praticanti in cerca di qualcosa di diverso. Ho voluto provare per curiosità e anche per partecipare a questa prima edizione del y.f..
Per quanto riguarda il maestro mi ha fatto una buona impressione, era gioioso e collaborativo, come i suoi aiutanti.

Avatar utente
unlotobianco
sudra
sudra
Messaggi: 8
Iscritto il: 26 febbraio 2012, 19:14
Località: Palermo

concordo

Messaggioda unlotobianco » 28 febbraio 2012, 13:08

anch'io ero su questo yoga festival (sono di Partinico.....) e pensavo se provare l'Anusara di Vivarelli, ma siccome non vedevo niente di nuovo sotto il sole... per me è lo stesso yoga perchè per me lo yoga è come Dio, unico indipendentemente dalle varie chiese e religioni... ho provato invece qualcosa di più strana, cioè l'acroyoga con Jacopo Cecarelli che lo trovo bravissimo, ma anche con l'acro yoga non ho trovato niente di che, è bellissimo, scenografico ecc ma sinceramente ho troppa tendenza tradizionalistica dentro di me forse e non mi ha attirato neanche quello il buon e antico Hatha Yoga è insostituibile. cmq nulla da dire a chi ha scelto di diffondere l'Anusara yoga ma mi chiedo se lo hanno scelto davvero per lo yoga o per la potenza pubblicitaria e la fama del J. Friend..... a me sembra più una delle puntate di californication.... :lol:


Torna a “Tantra e altre vie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite