Ancora sulla fede

la via della devozione
Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3074
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 29 marzo 2006, 22:31

grande R9+
IL GRANDE CONTROLLORE

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 29 marzo 2006, 22:38

R9+ ha scritto:Ecco che è arrivato zampalesta!

ecco che si discrimina.... :lol: E perchè ? secondo te una grande verità non può essere scritta su Selezione dal reader's digest?
Controlla il numero di marzo '79, c'è scritto davvero.
la verità è così semplice che nessuno ci crede r9, ma a volte è in luoghi dove non ti aspetti di vederla
:D
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 30 marzo 2006, 11:10

bbooniii....stateve bbboooniii.....
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

devata
brahmana
brahmana
Messaggi: 784
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:14
Località: Roma

Messaggioda devata » 30 marzo 2006, 15:00

Paolo Forse no, è che era scritto su selezione dal Reader's Digest di marzo 1979

...io ancora non sapevo leggere...

Avatar utente
antonella
sudra
sudra
Messaggi: 28
Iscritto il: 18 settembre 2005, 21:06
Località: sicilia

ancora sulla fede

Messaggioda antonella » 30 marzo 2006, 21:08

Per mè DIO esiste....è l'inizio,il percorso,la meta.....quello che nn capisco è.......
Antonella

Avatar utente
antonella
sudra
sudra
Messaggi: 28
Iscritto il: 18 settembre 2005, 21:06
Località: sicilia

ancora sulla fede

Messaggioda antonella » 30 marzo 2006, 21:22

.....quello che nn capisco è..." Come si può pensare che nn esiste DIO?" Forse nn avete mai guardato un tramonto o un alba o raccolto un fiore o sentito un abbraccio da chi amate come l'ho sentito io....Tutto questo e altro ancora è opera di DIO che vogliate o no un giorno dovrete ricredervi. DIO ESISTE.
Antonella

Avatar utente
Sheena
vaisya
vaisya
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 dicembre 2005, 17:22
Località: Torino

Messaggioda Sheena » 30 marzo 2006, 22:24

Antonella, non si sceglie di non credere, non è questione di volontà...
ciao
Sheena
eadem mutata resurgo
Immagine

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 30 marzo 2006, 22:37

devata ha scritto:Paolo Forse no, è che era scritto su selezione dal Reader's Digest di marzo 1979

...io ancora non sapevo leggere...


vedi tu non leggevi ancora e io già praticavo sesso tantrico... i casi della vita...
idiozie a parte non volevo mica dire che tu e r9 l'avete letto su selezione....
mannaggiA ti devo spiegare tutto....
diciamo che si tratta di una strategia di mercato...se ti interessa ti spiego la mia teoria ( sono presuntuoso come il solito...non è mia lo ammetto..)
Il Manzo non Esiste

devata
brahmana
brahmana
Messaggi: 784
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:14
Località: Roma

Messaggioda devata » 31 marzo 2006, 10:13

sentiamo la tua teoria anche se ho già una mezza idea...

devata
brahmana
brahmana
Messaggi: 784
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:14
Località: Roma

Messaggioda devata » 31 marzo 2006, 10:19

Antonella: quello che nn capisco è..." Come si può pensare che nn esiste DIO?"

Ciao c'è una bella storia di una goccia dell'Oceano e del suo rapporto con l'Oceano...appena posso te la scrivo...

Avatar utente
Sheena
vaisya
vaisya
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 dicembre 2005, 17:22
Località: Torino

Messaggioda Sheena » 31 marzo 2006, 12:22

Non so quante gocce vedano l'oceano con l'occhio dell'oceano...
eadem mutata resurgo

Immagine

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3074
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 31 marzo 2006, 12:34

la goccia che si dissolve nell'oceano, l'oceano che si riversa nella goccia... Qualcuno ha detto che è l'esperienza dell'illuminazione.
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
Faber
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 284
Iscritto il: 24 novembre 2004, 13:44
Località: roma
Contatta:

Messaggioda Faber » 31 marzo 2006, 13:16

La fede ha a che fare con la fiducia, con l'affidarsi, è una dimensione di apertura dell'essere che ci aiuta nell'evoluzione attraverso il superamento del nostro piccolo io e delle sue convinzioni ferme e stantie, è guardare le cose continuamente con occhi nuovi, senza pretendere di avere già le risposte o senza credere di doversele necessariamente dare attraverso la mente, è l'energia che ci spinge a provare, a sperimentare, a vedere cosa c'è oltre, ad alimentare la presenza e il legame con l'universo, è la via del cuore, è non vivere chiusi nella paura o nell' inganno del "già lo conosco".. è saper essere gioiosamente passivi, sapersi arrendere ad una forza molto più grande e saggia delle nostre piccole convinzioni e che può illuminarci...credo sia molto riduttivo concepirla e viverla come adesione ad un credo un dogma,o ad una visione del mondo più o meno statica, o semplice condizionamento del passato..abitudine..

ckstars
brahmana
brahmana
Messaggi: 1209
Iscritto il: 6 settembre 2005, 19:14
Contatta:

Fede e Ckstars

Messaggioda ckstars » 31 marzo 2006, 13:31

[28]E perché vi affannate per il vestito? Osservate come crescono i gigli del campo:
non lavorano e non filano. [29]Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro.
[30]Ora se Dio veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani verrà gettata nel forno, non farà assai più per voi, gente di poca fede?
[31]Non affannatevi dunque dicendo: Che cosa mangeremo? Che
cosa berremo? Che cosa indosseremo? [32]Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro
celeste infatti sa che ne avete bisogno. [33]Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose
vi saranno date in aggiunta.
[34]Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà gia le sue
inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena.

mi basta Matteo[6,28] per diventare un forzato della Fede,
mi basta rivedere "Ordet" di Dreyer o "Il Vangelo secondo Matteo" di Pasolini
per fare il pieno di Fede.
Quando pero' la mia parte razionale che e' forte espone certi dubbi, vengono
in aiuto a loro modo "amici" come Pascal:

"Che cos’è in fondo l’uomo nella natura?
Un nulla rispetto all’infinito, un tutto rispetto al nulla,
un qualcosa di mezzo tra il niente ed il tutto.
Infinitamente lontano dall’abbracciare gli estremi,
la fine delle cose ed il loro principio gli sono invincibilmente nascosti
in un impenetrabile segreto, ed egli è ugualmente incapace di vedere il nulla
da cui è stato tratto e l’infinito dal quale è inghiottito.
(...) Chi potrà seguire queste strade meravigliose? L’autore di queste meraviglie le comprende; nessun altro lo può"

oppure come un "pazzo" che vi presento, Marco Biagini -
Dott. in Ricerca di Fisica dello Stato Solido
"Oggi sappiamo che il nostro cervello è solo un insieme di particelle come elettroni e protoni, che interagiscono attraverso il campo elettromagnetico. Ogni processo biologico è dovuto soltanto a reazioni chimiche che a loro volta sono dovute all'interazione elettromagnetica tra gli elettroni ed i protoni degli atomi che costituiscono il nostro organismo. Ogni neurone ed ogni cellula non sono altro che insiemi di elettroni, protoni e neutroni, con una certa collocazione spaziale; l'interazione elettromagnetica può essere infatti attrattiva e questo fa sì che le particelle possano attrarsi formando determinate disposizione geometriche nello spazio. Le proprietà di ogni molecola (incluse le molecole di DNA, gli ormoni, ecc.) ed ogni processo biologico sono dovuti solo alle leggi della fisica; più precisamente, poiché nel nostro organismo non avvengono reazioni nucleari e le forze gravitazionali sono troppo deboli per interferire con i processi molecolari, ogni processo biologico è dovuto unicamente alle leggi dell'elettrodinamica quantistica.
La scienza ha dimostrato che tutti i processi chimici, biologici e cerebrali consistono unicamente in successioni di processi fisici elementari, i quali sono determinati unicamente dalle leggi della fisica quantistica. Tale visione dei processi biologici non può rendere conto dell'esistenza della nostra vita psichica; dunque il materialismo è inconciliabile con la scienza. Del resto, ogni tentativo di spiegare la nostra vita psichica nell'ambito del materialismo implica che ciò che soffre, ama, desidera, percepisce, ecc. in noi siano oggetti come elettroni o campi elettromagnetici. Ma gli oggetti non posso percepire nulla; gli oggetti non possono provare né gioia né tristezza, né piacere né dolore, ecc. La scienza ha dimostrato che le equazioni del campo elettromagnetico sono universali; esse descrivono tanto il campo elettromagnetico dentro il nostro cervello come quello in un qualunque filo di rame o quello all'interno di un atomo. Non c'è alcuna traccia di coscienza, sensazioni, sentimenti, pensieri, ecc. nelle equazioni del campo elettromagnetico. Se si ipotizza che il campo elettromagnetico sia l'origine della nostra vita psichica, allora la sola logica conclusione sarebbe che anche la nostra lavatrice, la nostra televisione, il nostro tostapane di tanto in tanto saranno depressi o felici o sofferenti... Infatti, dal punto di vista scientifico non vi è alcuna differenza tra i campi elettromagnetici presenti nel nostro cervello e quelli presenti in questi apparecchi.
Affermare che gli impulsi elettrici che avvengono nel cervello siano o generino sensazioni o pensieri significa contraddire le leggi della fisica che considerano equivalenti tutti gli impulsi elettrici, che avvengano dentro o fuori dal cervello. Infatti, un impulso elettrico è costituito solo da elettroni in movimento, e gli elettroni sono tutti identici ed indistinguibili e sono sempre in movimento in qualunque materiale o circuito elettrico. Attribuire agli elettroni del nostro cervello proprietà (come quella di generare sensazioni o emozioni) e non attribuire la stessa proprietà a tutti gli altri elettroni dell'universo, significa contraddire uno dei principi fondamentali della fisica, il principio di Pauli, che stabilisce che tutti gli elettroni sono identici ed indistinguibili, ossia hanno tutti le stesse esatte caratteristiche e proprietà.
Inoltre le leggi della fisica stabiliscono che gli impulsi elettrici generano solo campi elettromagnetici ; quindi l'ipotesi tipica dei materialisti secondo cui gli impulsi elettrici del cervello generano sensazioni, emozioni ecc., è in stridente contraddizione con le leggi della fisica. A loro volta, le onde elettromagnetiche generate dagli impulsi elettrici nel nostro cervello sono del tutto equivalenti a quelle generate da qualunque altro impulso elettrico ; tali onde escono dal nostro cervello e si disperdono nello spazio esterno alla velocità della luce, come tutte le onde elettromagnetiche.
Le leggi della fisica stabiliscono quali tipi di processi avvengono nella realtà fisica; escludendo le reazioni nucleari e subnucleari, che non avvengono certo nel cervello, i soli processi possibili sono il movimento di particelle e lo scambio di energia tra particelle (collisioni tra particelle) e tra particelle e campo elettromagnetico (emissione o assorbimento di fotoni). I soli processi fisici possibili sono determinati da un operatore matematico chiamato "Hamiltoniano", che determina anche quali siano i soli tipi di energia esistenti nella realtà fisica. L'Hamiltoniano è infatti costituito dalla somma di alcuni termini, ciascuno dei quali determina un tipo di energia, come l'energia cinetica dell'elettrone o l'energia del fotone. Per avere altri processi o altri tipi di energia è necessario aggiungere altri termini all'Hamiltoniana, alterando così le equazioni della fisica, e conseguentemente tutte le loro soluzioni (vedi paragrafo "Le leggi della fisica e la storia"). In conclusione, le leggi della fisica smentiscono l'ipotesi base del materialismo secondo cui la vita psichica è generata dai processi cerebrali. Le leggi della fisica non permettono di spiegare, né di giustificare, nemmeno in linea di principio o concettualmente, l'esistenza della vita psichica, neppure l'esistenza della sensazione più banale."

Avatar utente
antonella
sudra
sudra
Messaggi: 28
Iscritto il: 18 settembre 2005, 21:06
Località: sicilia

Messaggioda antonella » 2 aprile 2006, 21:00

Capisco a cosa ti riferisci Sheena....Ma è in questi momenti...che vorrei far vedere e sentire agli altri ciò che sento e vedo io...purtroppo sò che nn è possibile. Comunque rispetto la tua idea ciao
Antonella


Torna a “Bhakti-yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite