Parlare di Dio è la cosa più...

la via della devozione
viadelpensiero
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 209
Iscritto il: 23 maggio 2005, 22:25
Località: Roma provincia

Parlare di Dio è la cosa più...

Messaggioda viadelpensiero » 9 gennaio 2006, 10:03

PARLARE DI DIO E' LA COSA PIU DIFFICILE DEL MONDO...
________________________________________
Parlare di DIO è la cosa più difficile del mondo dove noi umanità possiamo solo provarci dal nostro modestissimo punto di vista, DIO E' BEN OLTRE LE NOSTRE ARRANCATE SPIEGAZIONI.

Noi possiamo dire con il nostro linguaggio terreno tutto è il contrario di tutto, ma in fondo penso che amare infinitamente L’IDDIO UNO L’ONNIPOTENTE senza volerlo per forza analizzare dal nostro modesto punto di vista ma amarlo invece per quello che sentiamo nel nostro cuore, nella nostra anima e nel nostro SPIRITO sia e rispecchi in pieno il nostro migliore sentire.

Mi viene da pensare che DIO voglia essere amato iniziando da parte nostra ad amare prima il nostro prossimo e con tale biglietto da visita presentarsi al suo cospetto che è in noi e al di fuori di noi con infinito AMORE, spacca un pezzo di legno e li mi troverai, solleva una pietra e li io sarò.

L’esistenza di DIO non può essere dimostrata dal punto di vista umano, essa è certezza spirituale interiore o rifiuto materiale.

Trovo oltre si meraviglioso da parte nostra in questo mondo fare tutto il possibile secondo le nostre forze individuali alimentate dall’intenzione di volontà consapevole, per il non risolto non resta che affidare e consegnare ogni preoccupazione ALL’ONNIPOTENTE, se ne prenderà mirabilmente cura.

Giovanni Ioannoni

Ospite

DIO E'

Messaggioda Ospite » 16 marzo 2006, 23:51

VORREI SAPERE DA QUALCUNO SE E' IN GRADO DI SPIEGARE L'IMPORTANZA DELLA PRESENZA DI DIO IN OGNI ESSERE VIVENTE! SI PUO' VIVERE CON IL NULLA ASSOLUTO? NOI PERCHE' SIAMO QUEL CHE SIAMO E NON SIAMO ALTRI? CHE SENSO AVREBBE LA VITA SE NON FOSSIMO GOVERNATI DAL MISTERO DI UNA COSI' GRANDE PRESENZA CHE BENCHE' NON LA SI AVVERTE NON LA SI TOCCA LA S'INTUISCE! SE NON SI AMMETTE LA PRESENZA DI DIO POSSIAMO ANCHE COCLUDERE CHE SIAMO DEI CADAVERI VIVENTI!

viadelpensiero
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 209
Iscritto il: 23 maggio 2005, 22:25
Località: Roma provincia

Messaggioda viadelpensiero » 17 marzo 2006, 1:58

Caro ospite, osservazione arguta dove la risposta la trovi già nella tua domanda.

DIO IN NOI DIO TRA DI NOI, solleva una pietra e li mi troverai spezza un pezzo di legno e li io sarò.

Spiritualmente,
Giovanni

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 17 marzo 2006, 12:26

Ecco, Paolo, fede è qualcosa del genere anche per me
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

Ranma
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 313
Iscritto il: 24 marzo 2006, 10:59
Località: sardegna

Messaggioda Ranma » 25 marzo 2006, 21:56

senza Dio la vita non avrebbe nessun senso, probabilmente sarebbe fine a se stessa, o peggio non sarebbe affatto.
seppur non sia tangibile io ne sento la presenza in ogni momento e in ogni luogo, e mi è di grande consolazione anche nei momenti ....chiamiamoli neri.
niente è come sembra

viadelpensiero
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 209
Iscritto il: 23 maggio 2005, 22:25
Località: Roma provincia

Messaggioda viadelpensiero » 25 marzo 2006, 22:22

Cara ranma, hai perfettamente ragione anche per quel
"NIENTE E' COME SEMBRA "

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5599
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Messaggioda Paolo proietti » 26 marzo 2006, 15:16

Via del pensiero...e il numero civico?
Il Manzo non Esiste

viadelpensiero
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 209
Iscritto il: 23 maggio 2005, 22:25
Località: Roma provincia

Messaggioda viadelpensiero » 26 marzo 2006, 15:26

Stimatissimo Paolo Proietti, se è tutto qua quello che riesci a cogliere, beh allora, va tutto bene va bene cosi.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3074
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Messaggioda fabio » 30 marzo 2006, 13:51

Mamma mia, roba seria... Io non so, non prego, non chiedo, non mi affido. Cerco nei limiti di vivere la potenzialità del divino che è in me. Non riesco proprio ad immaginare il Signor Dio col quale interagire...
Questo l'ho già scritto:
NON CERCHIAMO VALORI ASSOLUTI NEL MONDO RELATIVO DELLA NATURA...
IL GRANDE CONTROLLORE

Avatar utente
Rita
brahmana
brahmana
Messaggi: 975
Iscritto il: 7 ottobre 2005, 21:51
Località: Luserna san giovanni

Messaggioda Rita » 29 aprile 2006, 0:18

Noi possiamo dire con il nostro linguaggio terreno tutto è il contrario di tutto,


chi era quell'oratore che in almeno un'occasione tenne un lungo discorso e dopo essere riuscito a convincere ll'uditorio sulle sue tesi, contraddisse quelle stese tesi con altrettanti validi argomenti?
E ricordate il metodo socratico di insegnare ponendo domande?

PS leggendo alcuni post ho la sensazione che qualcuno e non voglio fare nomi ....si diverta a fare altrettanto.

:roll: :D

io un'idea ce l'avrei..

vallice
paria
paria
Messaggi: 3
Iscritto il: 28 aprile 2006, 19:23

Messaggioda vallice » 29 aprile 2006, 12:25

fabio ha scritto:Mamma mia, roba seria... Io non so, non prego, non chiedo, non mi affido. Cerco nei limiti di vivere la potenzialità del divino che è in me. Non riesco proprio ad immaginare il Signor Dio col quale interagire...
Questo l'ho già scritto:
NON CERCHIAMO VALORI ASSOLUTI NEL MONDO RELATIVO DELLA NATURA...


COndivido! Non riesco a più a concepire la presenza di un essere supremo (creato a da noi a nostra immagine).

Penso che l'energia che abbiamo dentro e che ci rende esseri viventi è l'istinto universale della nostra specie che ci spinge a far continuare la vita all'infinito per generazioni e generazioni, la nostra esistenza è solo un mezzo, siamo al serivzio della vita...è la vita, nulla di più, ma non c'è niente di più divino, dal più insignificante batterio all'essere umano!!.

La vita non ha un perchè, esiste, e non è stato nessun altro essere supremo a crearla. La scienza stà cercando di capire come e quando è iniziata....ma anche qui però stò cercando dei valori assoluti, delle spiegazioni e alla fine è una considerazione fuorviante quanto pensare a dio...

devata
brahmana
brahmana
Messaggi: 784
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:14
Località: Roma

Messaggioda devata » 29 aprile 2006, 22:32

COndivido! Non riesco a più a concepire la presenza di un essere supremo (creato a da noi a nostra immagine).


...o forse siamo noi creati a sua immagine...

Penso che l'energia che abbiamo dentro e che ci rende esseri viventi è l'istinto universale della nostra specie che ci spinge a far continuare la vita all'infinito per generazioni e generazioni, la nostra esistenza è solo un mezzo, siamo al serivzio della vita...è la vita, nulla di più, ma non c'è niente di più divino, dal più insignificante batterio all'essere umano!!

scusa ma mi sembra un pochino riduttiva come interpretazione.ma è pur sempre un punto di vista.



La vita non ha un perchè..

...Sicuro?

vallice
paria
paria
Messaggi: 3
Iscritto il: 28 aprile 2006, 19:23

Messaggioda vallice » 30 aprile 2006, 14:22

devata ha scritto:[quote]COndivido! Non riesco a più a concepire la presenza di un essere supremo (creato a da noi a nostra immagine).


...o forse siamo noi creati a sua immagine...

Penso che l'energia che abbiamo dentro e che ci rende esseri viventi è l'istinto universale della nostra specie che ci spinge a far continuare la vita all'infinito per generazioni e generazioni, la nostra esistenza è solo un mezzo, siamo al serivzio della vita...è la vita, nulla di più, ma non c'è niente di più divino, dal più insignificante batterio all'essere umano!!

scusa ma mi sembra un pochino riduttiva come interpretazione.ma è pur sempre un punto di vista.



La vita non ha un perchè..

...Sicuro?


Interpretazione riduttiva?

Sono dell'idea che è molto di comodo "affidare" la creazione della vita a un essere superiore, frutto dalla nostra fantasia, o volendo della supersitizione. Siamo solo noi esseri umani auto-cosapevoli che ci facciamo di questi "problemi". Non rientra nella nostra logica che nn ci sia un perchè

shambu
paria
paria
Messaggi: 1
Iscritto il: 26 aprile 2006, 13:24

Messaggioda shambu » 30 aprile 2006, 20:39

Salve a tutti, questo è il primo post che srivo in questo forum, che mi sembra essere molto interessante. Ho voluto dire qualcosa su questo argomento perchè credo che sia di centrale importanza per coloro che hanno deciso di seguire una via spirituale, e mi sembra che qui ce ne siano molti. Spero che tutti possiate realizzare quelle verso cui aspirate.
Parlare di Dio è sicuramente la cosa più difficile del mondo, altrettanto difficile ma forse infinitamente più edificante potrebbe essere provare a parlare CON Dio, nel senso di cercare di rapportarsi a ciò che nel nostro essere percepiamo come sostanziale, originario, essenziale, sia che lo chiamiamo Dio, Vita, ecc.. o che se vogliamo non chiamiamo affatto. Penso comunque che aldilà delle parole nel momento in cui parliamo o proviamo a parlare di Dio tutti ci riferiamo a ciò che di più profondo sentiamo a livello interiore. In questo senso parlare con Dio potrebbe significare orientare la propria attenzione verso la parte più profonda della propria coscienza per vivere pienamente quello che in qualche modo già da sempre sentiamo come autentico. Penso che il ruolo di ogni cammino spirituale autentico sia proprio questo, e cioè riportare l'essere umano a quello che è veramente.

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 2 maggio 2006, 11:07

Hmmm....un "giochino": se siete figli e genitori allo stesso tempo, osservatevi nei vari momenti della vostra vita esteriore ed interiore, in riferimento sia alle relazioni con il mondo, che con voi stessi, che con i vostri genitori, che con i vostri figli
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci


Torna a “Bhakti-yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite