CAKRA.

sequenze, consigli per la pratica, indicazioni generali
mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1485
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: CAKRA.

Messaggioda mauro » 3 marzo 2016, 13:23

Io credo che sia giusto chiedere dei riferimenti quando chi ti sta davanti si pone come esponente di un insegnamento tradizionale ma non mi sembra questo il caso.
Cio' di cui si sta trattando e' la diversa forma con cui antichi scritti vengono riportati.
Roba da eruditi, che non necessita iniziazione per avere autorita'.
Basta aver studiato.

Avatar utente
fabio
moderatore
Messaggi: 3075
Iscritto il: 24 marzo 2006, 11:35

Re: CAKRA.

Messaggioda fabio » 3 marzo 2016, 13:26

mauro ha scritto:Io credo che sia giusto chiedere dei riferimenti quando chi ti sta davanti si pone come esponente di un insegnamento tradizionale ma non mi sembra questo il caso.
Cio' di cui si sta trattando e' la diversa forma con cui antichi scritti vengono riportati.
Roba da eruditi, che non necessita iniziazione per avere autorita'.
Basta aver studiato.


Pensa che paradosso... :)
tu sei una di quelle persone che, senza saperlo, ha cambiato un pezzettino della mia vita. :D eppure non sei Guru... oppure sì?
IL GRANDE CONTROLLORE

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1485
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: CAKRA.

Messaggioda mauro » 3 marzo 2016, 13:33

:lol:
problemi tuoi, faber!
non ne ho nessuna colpa, giuro!
:lol:

Avatar utente
Nessuno
sudra
sudra
Messaggi: 47
Iscritto il: 24 febbraio 2016, 20:30

Re: CAKRA.

Messaggioda Nessuno » 3 marzo 2016, 14:24

mauro ha scritto:Grazie, Thug.
Il discorso parampara per me e' chiuso. Te la vedi con Paolo. 8)
Riguardo le tradizioni viventi ora, se ti va vorrei conoscerle veramente tutte.
Sono interessato al filone occidentale ma cominciamo dall'hinduismo.
Quali rami sono e che tipo di insegnamento trasmettono?



I rami piu conosciuti sono la dashnami sannyasa (shankaracharya) di cui fanno parte anche i Naga Baba (che e' un ramo ascetico), la Gaurya sampradaya (vaishnava) , la Nath sampradaya , gli Udasi, i ramanandi. A livello tantrico ( a parte la Nath Sampradaya gia' citata prima) abbiamo molti rami nella Sri Vidya sampradaya (di cui la maggior parte sono appannaggio di Brahmini del sud india e quindi sono diventati piu ortodossi, ma esistono anche eccezioni che mantengono la componente Kaula. Nel kerala esistono molti lineaggi Sri Vidya Kaulachara che si trasmettono unicamente nella famiglia (kula) , sopratutto tra i membri del clan Nair (che fino a qualche secolo fa conservavano ancora una trasmissione matriarcale). Altre trasmissioni nel contesto tantrico si hanno in West Bengal ed Assam (sia Sri Vidya che Kali Vidya) , e in Nepal tra i Newari si conserva ancora la Kubjika Mata sampradaya (in trasmissione familiare). Riguardo alla Kubjika sampradaya, credo che abbia influenzato molto anche la Sri Vidya , e cio' lo si nota nelle pratiche dedicate a Pratyangira Devi.
Ultima modifica di Nessuno il 3 marzo 2016, 14:50, modificato 1 volta in totale.

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1485
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: CAKRA.

Messaggioda mauro » 3 marzo 2016, 14:35

Grazie. Vi sono esportazioni in occidente di tali rami?
Avevo un amico italiano ordinato giri e ora nagababa.
E' possibile?
A me pare che tali filoni non siano esportabili in occidente se non in una prospettiva neo-tantra.

E in occidente che cosa e' rimasto?
Non dirmi la massoneria ti prego.

Avatar utente
Nessuno
sudra
sudra
Messaggi: 47
Iscritto il: 24 febbraio 2016, 20:30

Re: CAKRA.

Messaggioda Nessuno » 3 marzo 2016, 14:38

Riguardo alla domanda posta a Paolo, riguardante gli insegnanti da cui ha appreso, mi sa che la state interpretando un po' troppo.
Non ho chiesto se segue una tradizione o una Parampara, gli ho semplicemente chiesto da chi ha imparato.

Il lavoro sui chakra attualmente e' molto variegato. Da un lato abbiamo Kundalini yoga di yoghi Bhajan, e poi abbiamo una serie di trasmissioni di pratiche che hanno fonti differenti.
La piu note e' forse quella del Kriya yoga di Yogananda , le cui tecniche sono molto differenti a secondo se l'insegnamento proviene dala SFR, da Kriyananda, da Sibhendu Lahiri o da Sri Yukteshwar, poi abbiamo la trasmissione di Swami Satyananda che seppur affermasse di averla ricevuta da Sivananda, e' molto probabile che l'abbia ricevuta in un Ashram Nath in Rajasthan (dove viveva la sorella) , prima di andare a rishikesh e incontrare il suo guru. Poi abbiamo il sahaja yoga di Mataji nirmala Devi, che non ha una vera e propria parampara di riferimento. Krishnamacharya si limitava per lo piu a lavorare con le asana e pranayama, Lui per esempio considerava Kundalini un ostacolo da rimuovere affinche il prana salisse nel sushumna, ma se consideriamo il background vaishnava di Krishnamacharya possiamo anche comprendere il suo punto di vista.

Di base non sono qui per disquisire cosa e' guisto e cosa sia sbagliato in quanto non sono nessuno per affermarlo. Ma mi interessa conoscere il background delle persone con cui discorro allo scopo di rendere la cominicazione piu semplice e veloce.

Avatar utente
Nessuno
sudra
sudra
Messaggi: 47
Iscritto il: 24 febbraio 2016, 20:30

Re: CAKRA.

Messaggioda Nessuno » 3 marzo 2016, 14:46

mauro ha scritto:Grazie. Vi sono esportazioni in occidente di tali rami?
Avevo un amico italiano ordinato giri e ora nagababa.
E' possibile?
A me pare che tali filoni non siano esportabili in occidente se non in una prospettiva neo-tantra.

E in occidente che cosa e' rimasto?
Non dirmi la massoneria ti prego.


Molti Naga Baba sono giri o Puri o altro, sono parte della dashnami sannyasa istituita da shankaracharya , ma sono il ramo piu ascetico, in origine erano un ordine militare , ed ancora portano le armi che per lo piu hanno valore simbolico, sono divisi in akhara la piu famosa delle quali e' la Juna Akhara. Si puo' riconoscere a che Akhara appartengono osservando dove portano attaccati i capelli.

Molti filoni Tantrici esistono in occidente, non credo che non sono esportabili. Il problema e' che non trovi molti maestri di tali tradizioni qui in occidente, e quindi e' necessario andare in India ad imparare. Poi una volta imparato cio' che bisogna imparare e' possibile applicarlo alla quotidianeta' occidentale.

In occidente, non so...voglio dire , sono per lo piu quasi tutti fenomeni recenti, ma ad essere sincero sono piu ferrato nella conoscenza dei lineaggi indiani.

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1485
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: CAKRA.

Messaggioda mauro » 3 marzo 2016, 14:50

Io frequentai alcuni corsi di sahja yoga di Mataji Nirmala Devi...
No, se quello e' yoga, non fa per me.
Tipi alle tue spalle che mentre mediti fanno nodi ideali con le mani e dopo mezz'ora ti dicono che esce una corrente fresca dalla sommita' del capo.
Ma cos'e' tutta sta scena?

Avatar utente
Nessuno
sudra
sudra
Messaggi: 47
Iscritto il: 24 febbraio 2016, 20:30

Re: CAKRA.

Messaggioda Nessuno » 3 marzo 2016, 14:53

mauro ha scritto:Io frequentai alcuni corsi di sahja yoga di Mataji Nirmala Devi...
No, se quello e' yoga, non fa per me.
Tipi alle tue spalle che mentre mediti fanno nodi ideali con le mani e dopo mezz'ora ti dicono che esce una corrente fresca dalla sommita' del capo.
Ma cos'e' tutta sta scena?


Sono d'accordo, la tipa del sahaja yoga, nirmala devi , ha frequentat per un periodo di tempo l'ashram di osho a puna, e poi ha fiutato il business , e di e' lanciata sul mercato.

Avatar utente
Nessuno
sudra
sudra
Messaggi: 47
Iscritto il: 24 febbraio 2016, 20:30

Re: CAKRA.

Messaggioda Nessuno » 3 marzo 2016, 14:55

Ho dimenticato la corrente di Muktananda "Siddha yoga" che stanno in Maharashtra , a ganeshpuri, anche loro hanno un grosso seguito in occidente.
Ultima modifica di Nessuno il 3 marzo 2016, 15:08, modificato 1 volta in totale.

mauro
brahmana
brahmana
Messaggi: 1485
Iscritto il: 29 marzo 2012, 22:02
Località: viterbo

Re: CAKRA.

Messaggioda mauro » 3 marzo 2016, 14:58

Thug Behram ha scritto:Ho dimenticato la corrente di Muktananda "Siddha yoga" che stanno in Maharashtra , a ganeshpuri, anche loro anno un grosso seguito in occidente.


A Madurai incontrai uno swami che si professava discepolo di Muktananda. Ho ancora il suo cell! :)

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5643
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: CAKRA.

Messaggioda Paolo proietti » 3 marzo 2016, 20:53

dai tbug non scherzare. i lignaggi di cui parli sono quelli che si trovano su wikiedia.
lo sai no che ci sono altre cose!
per diana...se hai girato per ashram e templi lo saprai ad esempio di ......il dhuni in cui è stato iniziato krishna e del lignaggio che lo gestisce.....
dai basta con gli scherzi
parliamo di cose vere :)
Il Manzo non Esiste

Avatar utente
Nessuno
sudra
sudra
Messaggi: 47
Iscritto il: 24 febbraio 2016, 20:30

Re: CAKRA.

Messaggioda Nessuno » 4 marzo 2016, 2:12

Paolo proietti ha scritto:dai tbug non scherzare. i lignaggi di cui parli sono quelli che si trovano su wikiedia.
lo sai no che ci sono altre cose!
per diana...se hai girato per ashram e templi lo saprai ad esempio di ......il dhuni in cui è stato iniziato krishna e del lignaggio che lo gestisce.....
dai basta con gli scherzi
parliamo di cose vere :)



In realta' non scherzo, parlo di lignaggi con cui ho avuto a che fare in una maniera e nell'altra, per lo piu' visitando la Kumbha Mela, e mi sono limitato a quelli piu conosciuti, ne ho tralasciati molti a dire la verita' (Aghori di Kina ram, Sant Math etc etc).

Ma lascio a te la parola, visto che ci tieni a parlare di cose vere.....

Il fatto che tu non abbia risposto alla domanda fatta sopra mi fa pensare che tu non voglia darmi una risposta, magari potresti parlarmi di questo lignaggio , o magari questo e' il lignaggio da cui hai appreso?

Sono curioso, pero' cerca di essere sintetico , a volte non e' necessario dilungarsi fuori tema e citare cose che non hanno a che fare con la discussione (ho notato , leggendo alcuni tuoi post precedenti, che lo fai spesso)
Magari potresti rassumere in alcuni punti principali:

nome del lignaggio
guru parampara
eventuali testi a cui fanno riferimento
attuali ashram/centri dove tale lignaggio opera (nel caso ce ne siano e non sono erranti)

ti ringrazio in anticipo, sperando in una tua risposta, che sara' senz'altro un contributo alla ricerca che sto svolgendo. :D

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4294
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Re: CAKRA.

Messaggioda gb » 4 marzo 2016, 10:45

fabio ha scritto:
gb ha scritto:Insomma Thug Berham, sei arrivata qua con la maschera di un serial killer indiano, non segui nessuna tradizione ma ti limiti ad osservare, stai correggendo un altro utente, stai chiedendo le credenziali ad un altro utente.

Che bel quadro che ci stai dando :lol:

Per il momento ti stai posizionando accanto a molte altre barzellette che girano in rete :lol: :lol: :lol:

Scusami non intendevo essere offensivo, ma sei troppo divertente!

Ma torniamo seri: potresti per cortesia esporre qual è la tua pratica?

PS. A scanso di equivoci, non è una domanda provocatoria: dimostri una certa erudizione, sarei veramente interessato a cosa fai


Ti chiedo gentilmente di moderarti.
L'utente Thug ha già spiegato che la sua pratica consiste nell'osservazione...


Scusami Thug, ma non hai risposto alla domanda, o forse non l'ho capita io.

Provo a riformulartela: hai parlato di osservazione delle tradizioni come pratica. Hai anche detto che hai avuto a che fare con dei lignaggi.

Quali? Hai seguito qualche percorso iniziatico? Quale e fin dove?

Il fatto che tu non abbia risposto alla domanda fatta sopra mi fa pensare che tu non voglia darmi una risposta, magari potresti parlarmi di questi lignaggi?

Sono curioso, pero' cerca di essere sintetica , a volte non e' necessario dilungarsi fuori tema e citare cose che non hanno a che fare con la discussione (ho notato , leggendo alcuni tuoi post precedenti, che lo fai spesso)
Magari potresti rassumere in alcuni punti principali:

nome del lignaggio
guru parampara
eventuali testi a cui fanno riferimento
attuali ashram/centri dove tale lignaggio opera (nel caso ce ne siano e non sono erranti).

Scusami per queste domande, mi interessa conoscere il background delle persone con cui discorro allo scopo di rendere la cominicazione piu semplice e veloce.
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

Paolo proietti
brahmana
brahmana
Messaggi: 5643
Iscritto il: 8 maggio 2005, 20:58
Località: Padova
Contatta:

Re: CAKRA.

Messaggioda Paolo proietti » 4 marzo 2016, 14:16

Thug Behram ha scritto:
Paolo proietti ha scritto:dai tbug non scherzare. i lignaggi di cui parli sono quelli che si trovano su wikiedia.
lo sai no che ci sono altre cose!
per diana...se hai girato per ashram e templi lo saprai ad esempio di ......il dhuni in cui è stato iniziato krishna e del lignaggio che lo gestisce.....
dai basta con gli scherzi
parliamo di cose vere :)



In realta' non scherzo, parlo di lignaggi con cui ho avuto a che fare in una maniera e nell'altra, per lo piu' visitando la Kumbha Mela, e mi sono limitato a quelli piu conosciuti, ne ho tralasciati molti a dire la verita' (Aghori di Kina ram, Sant Math etc etc).

Ma lascio a te la parola, visto che ci tieni a parlare di cose vere.....

Il fatto che tu non abbia risposto alla domanda fatta sopra mi fa pensare che tu non voglia darmi una risposta, magari potresti parlarmi di questo lignaggio , o magari questo e' il lignaggio da cui hai appreso?

Sono curioso, pero' cerca di essere sintetico , a volte non e' necessario dilungarsi fuori tema e citare cose che non hanno a che fare con la discussione (ho notato , leggendo alcuni tuoi post precedenti, che lo fai spesso)
Magari potresti rassumere in alcuni punti principali:

nome del lignaggio
guru parampara
eventuali testi a cui fanno riferimento
attuali ashram/centri dove tale lignaggio opera (nel caso ce ne siano e non sono erranti)

ti ringrazio in anticipo, sperando in una tua risposta, che sara' senz'altro un contributo alla ricerca che sto svolgendo. :D


Vuoi dire che non lo sai? :shock:
Non ci posso credere!!!
dai.
vedi ci sono cose che qualsiasi nerd, con tutto il rispetto per i nerd) può facilmente recuperare su internet.
ce ne sono altre che solo chi ha bazzicato in ashram e templi sa.
Vedi, ci sono riconoscimenti e diplomi di carta bollata, ci cono riconoscimenti di altro genere.
Comunque complimenti per la tua erudizione, anche se mi sembra che tu non abbia ben chiara la differenza tra Agama, Nigama e Tantra, mi sembri ben preparato.
Mi piacerebbe discutere ancora con te,
non di me, che mi conosco da un sacco di tempo, ma di cakra tantrismo e canalizzazione.
a proposito.... non mi hai risposto :(

Che ne pensi della canalizzazione?

Ti saluto con le parole di un maestro, te le scrivo come si pronunciano, con le lingue sono una schiappa, è roba che mi ha passato un amico pelato come me con un cordone tra spalla e anca... Un grande sorriso, P.

"[...]PAR YAH NAHIN [...] EK HI MUJKO JANE GHYANI, BHILNI JANI, GANIKA JANI, JANE SAJAN KASAI. JIN PAR INKI KRIPA HOVE VAHI EK MUJKO JANE
[...] IS MAYA SE KOI NA UTRA PAR IS MAYA NE SABKO KHAYA"
Il Manzo non Esiste


Torna a “Hatha-yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite