Raja yoga e frasi mentali

lo yoga regale o yoga della mente, Patanjali
sangita
sudra
sudra
Messaggi: 10
Iscritto il: 22 gennaio 2012, 10:38

Raja yoga e frasi mentali

Messaggioda sangita » 22 gennaio 2012, 10:50

Ciao a tutti, ho cominciato da due settimane la pratica yoga seguendo un manuale ma non so a chi chiedere lumi sulle frasi da ripetere mentalmente. Provo a rivolgere a voi alcune domande.
La prima è se ci sono delle restrizioni o parole obbligatorie, ripetendo alla lettera quanto scritto sul manuale o se ci può essere un certo margine di creatività reinventando adattando ai nostri bisogni le frasi, la seconda è se queste frasi vadano o meno ripetute continuamente come mantra o se le si deve recitare una sola volta e per il resto restare in ascolto del corpo durante le asanas. Grazie in anticipo

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 22 gennaio 2012, 11:13

Io non ti so rispondere, ma aiuteresti coloro che potrebbero in questo forum farlo se tu dicessi di che manuale si tratta e quali sono (almeno qualche esempio) le suddette frasi, e quali sono le indicazioni sulla loro ripetizione.
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,
nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”
Giovanni Vannucci

sangita
sudra
sudra
Messaggi: 10
Iscritto il: 22 gennaio 2012, 10:38

Messaggioda sangita » 22 gennaio 2012, 11:18

Ciao, il libro credo sia un classico, Raja Yoga di Swami Kriyananda, e non dà indicazioni, a meno che non mi siano sfuggite, su quante volte ripetere mentalmente delle frasi. Ne cito una tra tante, la prima del testo, sulla poszione Balasana. Bisogna ripetere "abbandono ogni coinvolgimento esterno e mi rilasso nel mio rifugio interiore di pace". Tanto per fare un esempio se al posto di rifugio usassi dimora interiore che a me suona meglio, non so dirne il perché va bene lo stesso? o è meglio seguire alla lettera la frase mentale, più indicato insomma.

Avatar utente
gb
brahmana
brahmana
Messaggi: 4293
Iscritto il: 26 aprile 2005, 17:49

Messaggioda gb » 22 gennaio 2012, 11:38

Non ho mai fatto una pratica del genere ma mi sembra valida: essendo frasi in italiano che non e' un linguaggio "simbolico" come arabo, ebraico, etc. a occhio e croce direi che ci potrebbe essere flessibilita', ma non saprei.

Pero' associare ad asana una frase specifica/significato (immagino per allineamento mente corpo parola) mi sembra interessante, ci sono altre informazioni sul perche' va fatto sul testo?
“Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile”

Giovanni Vannucci

sangita
sudra
sudra
Messaggi: 10
Iscritto il: 22 gennaio 2012, 10:38

Messaggioda sangita » 22 gennaio 2012, 12:55

Non vorrei dire una castroneria dal momento che sono neofitissima, ma credo che il mentale sia la base del raja, sul libro spiega molto bene di come le sovrastrutture mentali siano in noi pressocché inconsce e dunque il ripetere mentalmente in stato di consapevolezza attenzione mentale e rilassamento insieme, come in posizione yoga scardina impostazioni mentali inconsapevoli ed errate come pensieri negativi, ad esempio come il pensare "sono stanco" che, dice Kriyananda bisogna evitare, sostiture piuttosto con "il mio corpo ha bisogno di riposo" che non attiva tutte le reazioni negative di mente e corpo alle parole sopradette

Avatar utente
dattatreya
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 350
Iscritto il: 23 febbraio 2010, 9:46
Contatta:

Messaggioda dattatreya » 23 gennaio 2012, 11:07

Secondo me hai comprato un capolavoro dello yoga, che tratta di filosofia, posizioni, meditazione, alimentazione, ed in particolare se hai l'ultima versione.

Per quanto riguarda le affermazioni mentali, non esistono regole fisse, anche se l'ideale sarebbe esprimerle dopo che si è cominciata a sentire la posizione, e durante l'espirazione. L'inspirazione porta l'energia dentro e in alto, l'espirazione conduce all'abbandono.

Puoi ripeterle due, tre volte, oppure più volte, secondo necessità.

Se senti che alcune frasi ti vengono meglio con alcune parole modificate, cambiale, senza stravolgerne il senso, perché ogni frase è abbinata ad una particolare energia, quindi hanno un senso relativo all'energia interessata.

sangita
sudra
sudra
Messaggi: 10
Iscritto il: 22 gennaio 2012, 10:38

Messaggioda sangita » 23 gennaio 2012, 15:33

Ciao Dattatreya, sì penso anche io che sia davvero un testo completo, bello, ti porta per mano dentro il pensiero, la religione, la filosofia, anche la sola lettura è stata una bellissima esperienza, e mettere in pratica gli insegnamenti completa questa esperienza amplificandola.
Ti ringrazio per i consigli, farò certamente come dici con la ripetizione, per le parole invece pensavo per ora di non cambiarle, seguo alla lettera le indicazioni, senza personalizzare troppo, magari quando non sarò più una principiante avrò più capacità di comprensione del senso esatto delle parole e relativa funzione. Ma per ora resto fedele agli insegnamenti. Grazie ancora.

Avatar utente
dattatreya
ksatriya
ksatriya
Messaggi: 350
Iscritto il: 23 febbraio 2010, 9:46
Contatta:

Messaggioda dattatreya » 23 gennaio 2012, 15:53

Di niente, grazie a te.


Torna a “Raja-yoga”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron